Gli altri Itinerari scelti - Diari di viaggio - Ultimi diari inseriti



SPAGNA PORTOGALLO   Tommaso Mengoli

Spagna del Nord e Portogallo

cartina geografica spagna portogallo

1° giorno - Mercoledì 01/08/2007

Contakm 2.615

Pieno di acqua e di gasolio. Peso totale alla partenza Kg. 3.960 con equipaggio a bordo.

Partenza da Pianoro (BO) ore 15:00 ingresso in A1 a Sasso Marconi alle 15:30 in dir.Bologna, Milano. Alle 16:00 ci fermiamo a pranzare alla area Secchia, a Modena Nord. Qui, c'è anche un area parcheggio custodita dalle 18:00 alle 8:00 che per Camper costa €.7,00, un opportunità da tenere presente in futuro. Ripartiamo alle 16:45, a Piacenza prendiamo la A21, poi la A7 e poi passiamo sulla A26. Nei pressi di Genova prendiamo la A10, passiamo Savona e poi dopo Pietra Ligure ci fermiamo alle 20:30 (29°c) nell'area di servizio Ceriale Nord per pernottare.

Contakm 2.995 oggi km 380, totali 380

2° giorno - Giovedì 02/08/07

Abbiamo dormito bene nonostante il rumore della autostrada. Partiamo alle 8:45 (24°c) proseguiamo sulla A10 e poi entriamo in Francia sulla A8. Troviamo anche un pò di coda. Alle 11:15 ci fermiamo a fare il pieno (€.91,00 Litri 70) alla Area Relais du Canver dopo Frejus dove facciamo una breve sosta. Percorriamo sempre la A8 seguendo la dir.Barcellona e dopo innumerevoli pedaggi (tot.€.33,40) usciamo a Arles alla uscita 4 e seguiamo le indicazioni per S.tes Maries de la Mer. Seguiamo la D570 e poi la D58 fino ad Aigues Mortes dove ci sistemiamo nella AA (N 43°33’58.6” E004°11’09.0”) sul canale con vista sulle mura della città. Sono le 14:20 (26.5°c), il cielo è coperto, e ci accingiamo a pranzare. Trascorriamo il pomeriggio di riposo e nel frattempo la AA si riempie completamente e verso le 19:00 praticamente non ci sono più posti. Andiamo nel paese dove la temperatura è ora fresca e piacevole e ci fermiamo nella piazza principale a mangiare al ristorante “Les Capucines” (€.47,00). Torniamo al camper alle 21:45 (24°c), e ci godiamo il fresco della sera.

Contakm 3.392, oggi km 397, totali km 777

3° giorno - Venerdì 03/08/07

Ci siamo alzati con comodo alle 9:00 visto la mattina fresca (23°c) e ventilata ma con un bel sole. C'è una lunga fila per il CS e ci tocca di attendere. Partiamo e prendiamo la A9 in dir. Barcellona. Vicino a Sete troviamo un ora di coda senza motivo apparente. Verso le 12:30 ci fermiamo in una area di servizio (N 43°12'52.7" E003°05'20.4") (con CS) prima di Narbonne, per pranzare. Poi ripartiamo,passiamo sulla A61 dir. Tolouse e usciamo a Carcassone (€.17,00) dove ci sistemiamo nella AA sotto le mura (N 43°12'22.9" E002°22'00.7"). Paghiamo €.10,00 X 24h alla cassa automatica all'ingresso (moneta e banconote) e cerchiamo di sistemarci.

I posti sono tutti con elevata pendenza e i pochi pari sono ovviamente occupati. Con i cunei ci livelliamo decentemente. Pochi alberi fanno ombra dove non serve, fortunatamente è un pò ventilato. D'altro canto siamo proprio sotto le mura della città. Sono le 15:10 (29°c). Aspettiamo le 17:00 e poi andiamo a fare un giro nella cittadella. All'interno strette viuzze con negozi ricordano un pò il nostro San Marino, ma vi sono scorci interessanti sulle mura e sulle torri e qualche angolino tranquillo. Alle 19:30 siamo di ritorno e nonostante l'ora è caldino (27°c) ma asciutto e ventilato quindi ben sopportabile. Alla sera dopo cena (24,5°c) la AA si riempie parecchio ma qualche posto c'è ancora.

Contakm 3.567, oggi km 175, totali 952

4° giorno - Sabato 04/08/07

Questa mattina ci siamo alzati alle 9:00 (17,5°c) visto il fresco si dormiva benissimo. Aspettiamo parecchio per il CS e ci muoviamo alle 10:45. Seguiamo le indicazioni per A61 Toulouse e prima di entrare in autostrada deviamo per una zona di centri commerciali per fare la spesa. Alle 12:30 entriamo in A61 dir. Toulouse, vicino a Toulouse passiamo sulla A64 dir. Tarbes. Ci fermiamo alle 13:40 alla Aire de Volvestre (con CS) (N 43°20'17.2" E001°14'43.6") per pranzare e facciamo il pieno (€.96,00 Litri 78,05). Ripartiamo alle 15:00 sempre sulla A64 poi presso Bayonne passiamo sulla A63. Alle 18:00 facciamo una breve sosta alla Aire de Bidart dopo l'ultimo pagamento in terra Francese. Oggi, da Carcassone a qui abbiamo speso in più volte €. 40,70 di autostrada.

Passiamo il confine e siamo in Spagna sulla A8. Seguiamo le indicazioni per San Sebastian, un altro pagamento di €.1,45 e usciamo verso il centro. Riusciamo a raggiungere il lungomare che percorriamo tutto verso Ovest seguendo le indicazioni Camping Igueldo. Si percorrono svariati km di strada ripida e strettina dove comunque si incrocia bene anche il BUS. Il Camping Igueldo (N 43°18'16.5" W002°02'45.2") è pieno e ci accomodiamo nella loro area di sosta (senza corrente) (€.12,00) realizzata in un prato di fronte al campeggio. Comunque si possono utilizzare i servizi del campeggio con un apposito tesserino.

Contakm 4.007, oggi km 440, totali Km 1.392

5° giorno - Domenica 05/08/07

Abbiamo dormito bene e attendiamo se si libera un posto in campeggio. Alle 10:00 sono 27,5°c ma ventilato. Alle 12:00 siamo sistemati in una piazzola del camping dopo avere usato il CS (no nautico). E'ombreggiato e ventilato e i 29°c non si sentono troppo. Ci informiamo sui bus che partono dalle 7:30 ogni mezz'ora fino alle 23:30 e si riprende in città per il ritorno ai 05 e 35 di ogni ora, l'ultimo alle 23:05. Prendiamo l'autobus delle 13:00 (€.1,10 cad.a bordo) e arriviamo in città dove scendiamo in Alameda del Boulevard, siamo vicino ai tre punti di interesse, la città nuova con i bei negozi e la cattedrale, la Playa de la Concha e la Parte Vieja cioè la città vecchia. Proprio da qui incominciamo la visita, con le sue strette e caratteristiche viuzze piene di piccoli Tapas Bar.

Ci fermiamo in uno di questi dove mangiamo i tapas, caratteristiche tartine con cui si beve cerveza cioè birra. Facciamo poi una passeggiata sul lungomare della Concha, peccato che il cielo è coperto ma almeno è fresco (24°c). Per ultimo andiamo nella zona pedonale della città nuova fino alla cattedrale e poi torniamo alla fermata del bus, la stessa dove eravamo scesi e prendiamo il bus delle 16:35 visto che il tempo sembra minacciare pioggia. Questa sera in campeggio si sta benissimo per il clima fresco (21°c) e vengono anche due gocce di pioggia che non danno fastidio.

Contakm 4.007, oggi km 0, totali km 1.392

6° giorno - Lunedì 06/08/07

Ha piovigginato tutta notte e anche ora, alle 9:30 (20°c) sta continuando. Facciamo più di un ora di coda per il CS, molto scomodo e così faccio anche un graffio nel camper. Paghiamo €.28,30 e usciamo dal campeggio, prendiamo la strada verso sinistra, molto stretta, e arriviamo a Orio dove prendiamo la N634, sempre sotto la pioggia passiamo Getaria e Zumaia e poi Deba dove deviamo sulla GI638 fino a Ondarroa. Qui non riusciamo a trovare l'imbocco della strada costiera e quindi proseguiamo sulla BI633 e poi dopo sulla BI2405 fino a Lekeito. Da qui seguiamo la BI2238 fino a Gernika e poi la BI2235 fino a Bermeo dove ci fermiamo alle 15:30 (21°c) alla AA (N 43°25'23.4" W002°43'32.2") vicina allo stadio e al cimitero. Il tempo è sempre coperto ma non piove più. In poche centinaia di metri si scende in paese passando sotto un antico arco di pietra. Dalla piazza centrale si scende sul porto, il vero centro del paese, con case strette e colorate. Qui si affacciano alcuni bar dove i locali si intrattengono. Anche noi facciamo un rapido spuntino. Verso le 20:00 (20°c) torniamo al camper e notiamo che il vicino parco è animato da tante persone e bambini che qui trascorrono la serata. Anche la AA si è riempita di camper.

Contakm 4.123, oggi km 116, totali km 1.508

7° giorno - Martedì 07/08/07

Oggi alle 9:30 è coperto e freddino (17°c). Utilizziamo il CS e alle 11:00 partiamo seguendo la dir.Mungia sulla BI631, poi a Mungia prendiamo la BI634 per Sopelana e da qui la BI637 a 4 corsie per Bilbao. Seguiamo le indicazioni per Santander e passiamo Bilbao e ci immettiamo sulla A8 (gratuita). Passiamo Castro Urdiales e Santander, seguendo la dir. Torrelavega, Oviedo. Usciamo alla n°7 e arriviamo a Liencres dove parcheggiamo e andiamo a fare la spesa in un piccolo supermercato. Ripartiamo sulla CA231 verso ovest e dopo poco deviamo per la Playa de Valdearenas (N 43°27'00.7" W003°57'49.4") dove alle 14:15 (20°) ci fermiamo in un grande parcheggio sul mare nel Parco delle Dunes de Liencres, con una bellissima spiaggia selvaggia di dune, un posto favoloso dove ci fermiamo a mangiare.

Una bella passeggiata sulla spiaggia stupenda con bellissimi faraglioni. Alle 17:00 partiamo sulla CA231 fino a Bòo qui prendiamo la A67 (gratuita) e usciamo alla n°187 seguendo le indicazioni per Santillana. Seguiamo la CA131 facciamo gasolio (€.68,00 litri 69,25) e arriviamo a Santillana alle 17:45 (22,5°c) e ci fermiamo in un grande parcheggio attiguo al centro (N 43°23’22.0” W004°06’31.9”). Si trova a fianco dell'ufficio turistico e si paga 2€. per 24 ore e è permesso stare anche la notte ma solo nella parte alta. Dopo un oretta abbiamo già visto il paese, molto caratteristico e ben conservato ma un pò troppo affollato di turisti. Seguiamo la CA131 passiamo Comillas e San Vincente de la Barquera, seguiamo la N634 fino a Llanes. Attraversiamo il centro affollatissimo e passato il paese di circa 1,5 km troviamo un parcheggio gratuito autorizzato anche per camper (N 43°25'26.0" W004°46'01.9") e ci fermiamo qui alle 20:40 (22°c) quando stavamo per andare al paese incomincia a piovere per cui decidiamo di stare al camper. Passiamo qui la notte con parecchi altri camper.

Contakm 4.368, oggi km 245, totali km 1.753

Dunes de Liencres
Parco delle Dunes de Liencres

8° giorno - Mercoledì 08/08/07

Sono le 9:15 (18°c) e sembra una bella giornata ma ancora con qualche nuvolone. Andiamo a piedi al paese che non è poi così lontano come sembrava, ci facciamo un giro sul porto e nel centro e alle 12:30 ripartiamo. Prendiamo la A8-E70 (gratuita) seguendo sempre le indicazioni per Gijon e poi A Coruna. Dove termina l'autostrada prendiamo la N632. Andiamo verso il paese di Cudillero e deviamo per Playa de Aguilar.
La strada è strettina e con tornanti, in fondo c'è una spiaggetta con accalcate moltissime persone e i parcheggi pieni e caotici. Torniamo verso Cudillero e troviamo un divieto di passaggio per bus e camper giustamente nelle strette stradine del centro. Vediamo poi che forse più a ovest ci sarebbe un altra strada per raggiungere il porto ma ormai abbiamo abbandonato il paesino e ci dirigiamo più a ovest, seguiamo la dir.Ovinana e poi Faro Vidio.

Arriviamo alle 14:30 a Cabo Vidio. Ci fermiamo in un parcheggio a sinistra suito dopo Riegoabajo, prima di arrivare al faro (N 43°35'02.5" W006°14'34.2") dove si vede un bellissimo panorama sulle scogliere e finalmente con un bel sole ma fresco (23°c) e ventilato. Verso le 16:15 andiamo fino al faro, la strada è stretta ma breve e con qualche possibilità di scambio e buona visibilità. Dopo un giretto sulle stupende scogliere attorno al faro, ripartiamo sulla N632 e poi N634. Usciamo a Luarca che attraversiamo ma proseguiamo perchè un pò caotica, poco prima di Tapia de Casariego ci fermiamo alle 18:45 (22,5°c) a fare la spesa in un supermercato, dopo avere girato un pò per trovare l'ingresso dalla strada.

Riprendiamo la N634, passiamo Ribadeo e dopo una decina di km a una rotonda svoltiamo a destra per la Playa as Catedrais che dovrebe essere un bel posto e c'è anche un campeggio. Purtroppo la strada ha macchine parcheggiate su entrambi i lati e il traffico è bloccato, tanto che c'è la polizia che cerca di sbloccarlo. Riusciamo a fare inversione in tempo e riprendiamo la N634 e poi N642 fino a Vivieiro dove ci fermiamo alle 21:00 (21°c) al Camping Vivero (N 43°40'06,0" W007°35'58.0") (€.18,09 con elettr.). Per arrivare al camping venendo da est, passare il ponte principale e poi immediatamente dopo voltare a destra. C'è una sola piazzola disponibile che va benissimo. Alcuni camper sostano nel grande parcheggio fuori dal camping. Siamo anche vicini al centro del paese.

Contakm 4.669, oggi km 301, totali km 2.054

9° giorno - Giovedì 09/08/07

Questa mattina alle 9:30 c'è un bel sole ma è freschino (15°c), alle 10:45 lasciamo il campeggio, procediamo sulla LU862 fino a O Barqueiro dove voltiamo a destra sulla AC100 fino al faro di Punta de Bares (N 43°47'03.4" W007°41'04.8") che è il punto più a nord della Spagna. Solo le ultime centinaia di metri di strada prima del parcheggio del faro sono un pò stretti.
Il panorama è fantastico e c'è un bel sole ma ventilato (22°c). Alle 12:30 ritorniamo sulla strada principale, attraversiamo Ortigueira e arrivati a Mera prendiamo la strada a destra per Carino. Arrivati al paese imbocchiamo la strada per Cabo Ortegal, ma ci sembra stretta per cui a scanso di guai ritorniamo nel paese e alle 13:30 (25°) troviamo un comodo parcheggio (N 43°44'22.0" W007°52'15.9") a destra della strada principale nella zona Paseo Maritimo, dove sostano altri camper. Il posto è piacevole, con giardini alberati e con palme, panchine sulla passeggiata sul mare.

Da qui con il motorino andiamo a Cabo Ortegal, il posto è stupendo, ma la strada è effettivamente strettina e in alcuni punti ripida e penso di avere fatto bene a non andarci con il camper anche se non sarebbe stato impossibile. Alla fine c'è un piccolo parcheggio attorno al faro da cui si gode una vista stupenda sulle scogliere. Torniamo al camper e lasciamo Carino alle 15:40, torniamo fino a Campo del Hospital e da qui deviamo sulla AC566 fino a Cedeira dove arriviamo alle 16:40 (26°c) e seguendo le indicazioni “porto” troviamo un ampio parcheggio (N 43°39'30.3" W008°03'36.3"). Da qui in due passi si è al centro, belle alcune case sul fiume, altro non c'è. Dopo un oretta ripartiamo, seguiamo la AC566 in dir.Ferrol e poi la AP9 in dir. Pontedeume. Usciamo in dir.Ares, Mugardos.

Arriviamo a Ares e seguiamo con attenzione le indicazioni "porto". La strada molto stretta passa nell'abitato e stiamo molto attenti ai terrazzini sporgenti, comunque si passa bene. In fondo al porto turistico c'è un grande piazzale del porto da pesca (N 43°25'17.4" W008°14'17.2") dove ci sono altri due camper e qui ci parcheggiamo. Il piazzale sembra di recente costruzione e non terminato, all'inizio ci sono delle sbarre non ancora attive, ma non fa presagire nulla di buono per il futuro. Dei pescatori ci confermano la tranquillità e sicurezza del luogo. Con il motorino, ma si andrebbe tranquillamente a piedi, andiamo sul lungomare e poi a fare la spesa in un negozio proprio di fronte alla chiesa. Sul tardi andiamo a mangiare in un ristorante indicatoci da un abitante, che si trova subito alle spalle della chiesa e dove abbiamo mangiato bene con €.28,00 in due e serviti da una bella e gentile cameriera. Tornati al porto alle 23:30 siamo in quattro camper per la notte.

Contakm 4.815, oggi km 146, totali km 2.200

10° giorno - Venerdì 10/08/07

Abbiamo dormito benissimo, anche oggi alle 9:00 (17°c) una bellissima mattina ma comunque fresca. Verso le 10:30 partiamo, andiamo verso Cabanas dove facciamo gasolio (€.62,08 Litri 64,26) poi prendiamo la N651, passiamo Pontedeume, e poi deviamo a destra per Sada, percorriamo la bella strada costiera attraversando Fontan, Lorbè, Mera e arriviamo a Santa Cruz.
Giriamo avanti e indietro cercando il "Camping Los Manzanos",indicato in un altro diario, ma le indicazioni sono visibili solo venendo da A Coruna. Comunque la strada fa angolo con un distributore di carburanti. Da qui ci sarà circa 1Km al campeggio. Alle 13:00 arriviamo al "Camping Los Manzanos" (N 43°20'56.9" W008°20'07.9") (€.26,69).

Il camping è molto bello e ampio, siamo sistemati sotto un albero, vicino a un ruscelletto, su terreno piano. La pace è assoluta. E' solo un pò più caldo del solito (29°c) ma all'ombra si sta bene. Verso le 16:00 prendiamo il motorino e andiamo alla fermata del bus per A Coruna, sulla strada principale a circa 1km, qui prendiamo il bus e dopo circa mezz'ora scendiamo al capolinea alla "estacion de autobuses".
Da qui a piedi ci portiamo sul porto, ne percorriamo il periplo fino alla "Ciutad Veja" e da qui percorriamo il "Paseo Maritimo" fino alla Torre d'Hercules. Tutto sommato la città è un pò deludente e secondo i miei canoni non vale la visita. Per tornare alla stazione dei bus prendiamo un economico taxi. Da qui con il bus delle 20:00 torniamo a SantaCruz e poi in motorino al campeggio alle 20:30 (24,5°c) finalmente al fresco. Verso le 21:00 andiamo in motorino a fare la spesa e ci accorgiamo che si è fulminato il faro anteriore.

Contakm 4.879, oggi km 64, totali km 2.264

11° giorno - Sabato 11/08/07

Questa mattina alle 9:00 (15°c) era nuvolo ma poi dopo un oretta sembra venire il sole. Vado al paese dove dovrebbe esserci un meccanico per la lampadina. Purtroppo è Sabato e il meccanico di moto è chiuso. Alle 12:00 lasciamo il campeggio, ci ritroviamo dentro il traffico di A Coruna e perdiamo circa un ora per trovare la strada AC552 in dir.Carballo.
Fortunatamente troviamo un negozio di moto dove prendiamo la lampadina. Da Carballo andiamo per la AC414 a Malpica de Bergantinos, poi a Ponteceso, Laxe, Ponte do Porto e infine a Camarinas che sembra grazioso. Ci fermiamo in fondo, a destra guardando il mare, in un grande parcheggio (N 43°07'37.1" W009°11'01.0") di fronte al Club nautico. Sono le 16:00 (24°c), è un pò coperto e ventilato.

Il paesino è molto tranquillo e piacevole, con un lungomare attorno al porto e tanti bar che vi si affacciano. Caratteristica del luogo sono i merletti, un pò tipo il tombolo. Alle 18:30 (21,5°c) ripartiamo. Torniamo a Ponte do Porto e prendiamo la strada in dir. Muxia. A Molinos voltiamo a destra per Cèe e poi Corcubion e da qui a Fisterra dove arriviamo verso le 19:00. Prendiamo la strada del Faro di Cabo Finisterre, a un certo punto vediamo uno slargo sulla destra con alcuni camper e, sbagliando continuiamo.

Nell' ultimo tratto di strada ci sono macchine parcheggiate al lato e si passa per un pelo. Riusciamo fortunatamente a fare inversione su un incrocio e ritorniamo indietro fino a Fisterra, seguiamo le indicazioni per il porto (solo una delle varie strade che scendono al porto è praticabile ai camper, quella con la rotonda) e ci parcheggiamo a 50m. dal centro in una strada tra dei magazzini di pesca e un grande edificio azzurro, probabilmente un mercato del pesce. Con il motorino vado al Faro, e ora c'è già meno traffico. Probabilmente dopo le 21:00 è tranquillamente raggiungibile in camper. Dopo cena facciamo un giro nel paesino con angoli e scorci veramente belli. Altri camper sono sistemati per la notte sul grande piazzale del porto da pesca.

Contakm 5.083, oggi km 204, totali km 2.468

Faro di Cabo Finisterre
Faro di Cabo Finisterre

12° giorno - Domenica 12/08/07

Anche se fin oltre la mezzanotte passava gente chiassosa, poi abbiamo dormito benissimo svegliati solo dal baccano mattutino dei gabbiani. Alle 9:30 (20°c) c'è il sole e lievemente ventilato. Facciamo un giro nel paese, sul porto e nei vicoli interni dove ci sono case con "galerias" e una antica chiesetta.
Ci spostiamo in un parcheggio (con fontana) (quello visto ieri sera) a destra lungo la strada per il faro e con il motorino andiamo al faro. Da qui sempre in motorino saliamo sul vicino monte (strada strettina e ripidissima) da dove si gode un panorama spettacolare sul capo e sul faro. Siamo anche aiutati dalla bellissima giornata estremamente limpida. Ripartiamo verso le 13:20 e percorriamo la strada a ritroso fino a Cèe dove seguiamo la direzione per Muros per la AC550.

Il tratto di costa da qui in avanti è veramente fantastico, con panorami stupendi e grandi spiagge bianche con mare stupendo. Passiamo Punta Louro e passato l'abitato di Louro ci sono due "mirador" cioè punti panoramici. Ci fermiamo al secondo (N 42°45'53.1" W009°03'22.0"), più ampio, alle 14:30 per mangiare.
Il panorama è stupendo e nonostante il sole si sta bene in quanto molto ventilato. Ripartiamo sempre sulla AC550, passiamo Muros e poi prendiamo la AC543 per Santiago. Il tratto di costa tra Fisterra e Muros è assolutamente da non perdere e direi il più bello fatto finora. Arrivati a Santiago cerchiamo il "Camping As Cancelas" che si trova a Nord-Est del centro. Perdiamo le indicazioni e ci ritroviamo sulla N550 per A Coruna.

Facciamo inversione e da questa direzione troviamo subito il campeggio dove arriviamo alle 18:00 (25°c). Il "Camping As Cancelas" (N 42°53'22.6" W008°31'28.4") è molto alberato ma molte piazzole sono strette e pendenti, comunque con i cunei ci livelliamo quasi perfettamente. La ragazza alla reception parla Italiano meglio di tanti Italiani.
Nel campeggio c'è piscina, supermercato e lavanderia. A poca distanza dal camping c'è il bus per il centro che comunque è a solo 2km. Verso le 20:00 prendiamo il motorino e andiamo a dare una prima occhiata al centro. Dopo avere lasciato il motorino al margine della zona pedonale, facciamo un giro nel centro. La cattedrale illuminata dal tramonto è veramente magnifica, tutto il centro è una cosa stupenda, inoltre si respira un aria particolare dovuta ai ragazzi e ai pellegrini che riempiono la città, ai numerosi bar e ai gruppi musicali e artisti di strada veramente bravi.
Disturbano un pò i troppi negozi di souvenirs. Verso le 10:00 torniamo al campeggio per cena, adeguati ormai perfettamente agli orari spagnoli.

Contakm 5.217, oggi km 134, totali km 2.602C

13° giorno - Lunedì 13/08/07

Oggi alle 9:30 (15°c) il cielo è coperto, speriamo che in giornata migliori. Quando partiamo in motorino dal campeggio è ancora nuvolo. Parcheggiamo il motorino a fianco strada alla fine della Av. Xoan XXIII e entriamo in città dalla Calle San Francisco con il suo caratteristico marciapiede rialzato, arriviamo nella bellissima Plaza do Obradoiro dove si affaccia la cattedrale. Una visita all'interno è d'obbligo. Anche al retro della cattedrale è bellissima la Plaza da Immaculada dove un trio di musicisti veramente bravi si esibisce. Da qui andiamo in Calle Troia e verso le 12:45 ci fermiamo in un caratteristico ristorante dove mangiamo molto bene con €.21,00 in due. Si chiama "Los Sobrinos del Padre " in Fuente de San Miguel, 7.

Dopo pranzo girovaghiamo nelle viuzze del centro, con il sole che viene e che va. Raggiungiamo dei giardini subito fuori dal centro, in av. Xoan Carlos dove sostiamo su una panchina. Finalmente le nuvole se ne vanno per cui facciamo un altro giro nel centro per fare qualche foto migliore e fino alle 18:00 stiamo in Plaza do Obradoiro dove la facciata della cattedrale è illuminata dalla bella luce serale. Ci accorgiamo che c'è a pochi metri da qui, in Calle de Trinidade, a fianco della Iglesia de San Fructoso, un parcheggio per moto. Riprendiamo il motorino e torniamo al campeggio per le 18:30 (24°c)

Contakm 5.217, oggi km 0, totali km 2.602

14° giorno - Martedì 14/08/07

Alle 9:30 (15°c) piove e è anche freschino. Paghiamo il campeggio (€.23,00 a notte = €.46,00). Verso le 10:20 partiamo. Percorriamo a ritroso la AC543 fino a Noia dove alle 12:30 ci fermiamo in un parcheggio (N 42°47'10.3" W008°53'27.6") vicino al mare e dove a pochi metri c'è un supermercato. Dopo avere fatto la spesa percorriamo la AC550, passiamo Porto do Son, sempre con nebbia e pioggerellina, e poi dopo Oleiros voltiamo per Corrubedo e seguendo le indicazioni "dunes" arriviamo alle 13:30 (19°c) al parcheggio (N 42°35'05.5" W009°02'39.9") del Parco delle Dune di Corrubedo ci fermiamo qui a mangiare, sperando che il tempo migliori, infatti è coperto, nebbioso, con una leggera pioggerellina e vento forte. Anche dopo mangiato il tempo è improponiile per una passeggiata e verso le 15:15 (17°c) lasciamo a malincuore questo posto che sarebbe stupendo.

Andiamo verso Ribeira poi prendiamo la VRG11 verso Padron, e alla uscita 11 attraversiamo il fiume in dir. Vilagarcia. Qui facciamo il pieno di gasolio (€.59,00 Litri 60,64). Percorriamo la PO548 e poi PO550 poi la VRG 4.1 fino a Sanxenxo e da qui la PO308 in dir.Pontevedra fino a Combarro, dove arriviamo alle 18:00 (22,5°c) e ci sistemiamo nel parcheggio del Porto (N 42°25'40.9" W008°42'26.6"), dove parcheggiano anche i bus turistici.
In pochi passi siamo nel centro vecchio del paese, con strette stradine lastricate e case in pietra nonchè una moltitudine di "horreus" cioè dei piccoli magazzini in pietra, sollevati dal suolo, dove vengono conservati i prodotti della terra, alcuni sono veramente bellissimi. E'un paesino veramente caratteristico che vale senz'altro la sosta. Purtroppo il cielo è coperto e poi viene anche un brevissimo scroscio di pioggia. Verso le 20:30 siamo andati in un tipico ristorante di pesce, "Bodega o Bocoi", servizio molto semplice ma pesce ottimo e economico. Alle 22:30 siamo di ritorno al camper passeggiando sul piacevolissimo lungomare.

Contakm 5.382, oggi km 165, totali km 2.767

15° giorno - Mercoledì 15/08/07

Abbiamo dormito benissimo in completa tranquillità, ci siamo svegliati alle 9:00 (18°c), il tempo è sempre nuvoloso. Partiamo verso le 10:00 mentre la polizia transenna il parcheggio per la festa di ferragosto. Andiamo verso Pontevedra dove prendiamo la AP9 a pedaggio in dir. Vigo,Tui,Portugal.
Paghiamo €.2,75 in Classe 1 perchè abbiamo le ruote singole in quanto chi ha le ruote gemellate paga una tariffa superiore. Passiamo Vigo e usciamo a Tui dove paghiamo altri €.1,95. Nell'abitato scendiamo a destra e in Avenida de Portugal troviamo la AA (N 42°02'36.2" W008°38'47.8") dove ci fermiamo alle 11:30. Si trova vicino a un giardinetto, subito dopo un ponte pedonale in ferro color blu.

Ci sono tre posti segnati ma c'è posto almeno per sei o sette camper. Qui a pochi metri c'è anche un supermercato aperto nonostante sia Ferragosto. Unica nota negativa sono le auto che occupano gli spazi camper per andare a fare la spesa, ma stanno per un tempo limitato. Purtroppo piove e anche se il centro è molto vicino decidiamo di aspettare un miglioramento.
Ci troviamo praticamente sul confine con il Portogallo che si trova sull'altra sponda del fiume. Verso le 16:00 (22°c) viene il sole e anche la temperatura sale andiamo quindi al centro della cittadina che è tappa del Camino di Santiago. Nella piazza principale c'è una bellissima cattedrale, e anche tutte le vie circostanti con case in pietra, offrono scorci interessanti.
Ci sediamo al "Cafe Central" , poco distante dalla cattedrale dove ci servono affettato e formaggio sul tagliere e due immancabili birre. Direi che la visita alla cittadina è oltremodo piacevole anche per la scarsità di turisti. Alle 19:00 (24,5°c) siamo nuovamente al camper con una giornata ancora stupenda.

Contakm 5.460, oggi km 78, totali km 2.845

16° giorno - Giovedì 16/08/07

Questa notte abbiamo dormito bene anche se si sentiva un pò il rumore delle auto sulla vicina strada e fino alle 5 di mattina la musica in lontananza della festa del paese e poi i fuochi artificiali. Alle 9:30 (13,5°c) c'è una coltre di nebbia che bagna tutto ma sopra il sole sembra splendere. Infatti alle 10:00 esce proprio un bel sole che incomincia a dissolvere la nebbia.
Prendiamo la A3 e entriamo in Portogallo, spostiamo l'orologio un ora indietro in quanto qui c'è un altro fuso. La autostrada è ottima e passa tra scenari quasi da montagna. Usciamo a Ponte de Lima (€.4,20). Seguiamo per il centro e arriviamo a Ponte de Lima, proprio sulla sponda del fiume c'è un enorme parcheggio, vicino al famoso ponte romano, c'è un divieto per autocaravan, ma percorrendo tutta la strada verso destra (guardando il fiume), vicino a una chiesetta ottagonale, troviamo ampia possibilità di sosta, (N 41°46'16.2" W008°35'03.7") sia sotto gli alberi che sull'ampio greto del fiume dove stazionano altri camper.

Siamo comunque a poche centinaia di metri dal centro. Alle 13:20 ci fermiamo alla “Pizzeria Beira Rio” in Passeio 25 Abril, la strada che costeggia il fiume (e il parcheggio) e non distante dal ponte. Stendiamo un velo pietoso sulle pizze...non dico altro. Ripartiamo alle 14:35, prendiamo la N203 fino a Barcelos e poi la N103-1 fino a Esposende. Andiamo a nord del centro seguendo la indicazione per le spiagge e alle 16:15 parcheggiamo nel parcheggio sotto al faro (N 41°32'36.4" W008°47'28.0").
Ci sono molte auto ma anche parecchi posti liberi e di discrete dimensioni, noi parcheggiamo comodamente con lo sbalzo sopra il largo marciapiede. Siamo a pochi metri dalla spiaggia e da un oceano con grosse onde sollevate dal vento che rinfresca l'aria (20°c). Esplorando il paese in motorino individuo un parcheggio (N 41°31'40.9" W008°46'50.9") dove sostano già altri 6 camper, vicino al centro e sul mare vicino a un porticciolo da pesca. Qui ci spostiamo verso le 18:20 (20°c).
Il sole splende e il vento è parecchio forte. Dopo un giretto nelle vie del centro con eleganti negozi, col motorino percorro tutto il lungomare verso nord, da qui, un breve sentiero conduce sulla spiaggia e sulle dune, dove mi godo il tramonto del sole alle 20:30 (18,5°c) sferzato dal fortissimo vento.

Contakm 5.565, oggi km 105, totali km 2.950

Ponte de Lima
Ponte de Lima

17° giorno - Venerdì 17/08/07

Anche questa notte abbiamo dormito benissimo, ci siamo svegliati questa mattina con il sole. Alle 10:00 partiamo verso sud sulla N13 cercando i famosi "Mohinos" cioè dei vecchi mulini a vento sulle dune. Non troviamo nessuna indicazione per cui a malincuore entriamo in autostrada sulla A28-IC1 in dir. Porto. Seguiamo La circonvalazione ovest di Porto, la IC1, seguendo la dir.Espinho e poi usciamo per Madalena dove sappiamo esserci un campeggio comodo per la visita di Porto mentre il camping Prelada a Porto ci risulta chiuso. Seguiamo le indicazioni per "Parque de Campismo Orbitur" e arriviamo alle 12:30 (23,5°c) al "Parque de Campismo Madalena" (N 41°06'28.6" W008°39'20.3").

E' un bellissimo campeggio di alta categoria, molto ampio e ombreggiato, con grandi spazi a disposizione. C'è anche il posto per lavare i camper. Non ultimo alla reception parlano inglese. Ci sistemiamo in un ampia radura tra pini ed eucalipti. Nel campeggio c'è anche una bella piscina, un bar e un supermercato. Nel pomeriggio facciamo un giretto verso la vicina spiaggia libera molto bella e al ritorno andiamo a vedere dove è la fermata del bus per Porto. Si trova nella strada a fianco del campeggio, la linea è la 906 e si scende a Porto alla fermata "Trinidade".

Cntakm 5.631, oggi km 66, totali km 3.016

18° giorno - Sabato 18/08/07

Sveglia alle 9:00, giornata bellissima. Alle 10:20 passa il bus (€.1,30 cad.). Il percorso è abbastanza impressionante, il bus attraversa dei paesini con non più di 10 cm. per lato e fa tenere il fiato sospeso. Scendiamo a "Trinidade", vicino alla Igreja da Trinidade, in una parte alta della città. Da qui incominciamo a scendere per la bellissima e ampia Av.dos Aliados e poi verso ovest saliamo la Rua dos Clerigos fino alla omonima torre.
Ritorniamo sui nostri passi fino alla bella Estacao de S.Bento, una stazione ferroviaria in stile liberty e con grandi azulejos nell'atrio. Percorriamo la pittoresca Rua das Flores e poi Rua Ferreira Borges fino al Palacio da Bolsa. Da qui sempre scendendo arriviamo sulla sponda del Douro nel caratteristico quartiere della Ribeira, forse la parte più pittoresca della città.

Attraversando il Ponte Luis I, costruito in ferro, siamo sulla sponda sud dove ci sono tutte le cantine di produzione del Vino de Porto. Ci concentriamo sulla Sandeman, visitabile e dove acquistiamo qualche bottiglia. Da qui passa il 906 (dir. Madalena) che prendiamo e alle 17:00 circa (20,5°c) siamo in campeggio. Dopo un pò di riposo, verso le 20:00 usciamo in motorino per cercare un posto dove mangiare il pesce.
Ci spostiamo verso nord sul lungomare per circa 1,5km finchè non vediamo sulla spiaggia una casetta bassa che ci ispira. E' il Bar Ristorante "Off shore" (Avenida Beira Mar, 1743, Praia de Salgueiros). E' un piccolo ristorantino a conduzione famigliare, molto semplice e genuino, gli avventori sono tutti del luogo, e mangiamo un ottimo Bacalao alla brace, con una bottiglia di ottimo vino per soli € 6,80 in due. Alla fine ci offrono anche dei gamberetti bolliti appena pescati, un posto veramente da ricordare e in più con un atmosfera di altri tempi. Alle 22:00 (18°c) torniamo al camper più che soddisfatti per la bellissima serata.

Contakm 5.631, oggi km 0, totali km 3.016

Porto: la Ribeira
Porto: la Ribeira

19° giorno - Domenica 19/08/07

Sveglia alle 9:00 (17,5°c) con il sole, dopo le operazioni di rito paghiamo il campeggio (€.18,40 x 2 = 36,80), partiamo seguendo il lungomare in dir.sud e prendiamo la A29-IC1 in dir. Espinho. Poi con il raccordo IC24 passiamo sulla A1 in dir. Lisboa. Prima di Aveiro ci fermiamo all' area di servizio Anthua a fare il pieno (€.48,44, litri 44,32) visto che oggi è Domenica.
Qui in tutte le aree di servizio autostradali c'è anche da prendere l'acqua. Purtroppo i giorni scarseggiano per cui siamo costretti a malincuore a saltare bellissime cose come la Foresta del Bucaco, Coimbra, Tomar, Batalha, che terremo per il prossimo viaggio in questo bellissimo paese. Adesso la nostra meta è Nazarè. Usciamo alla uscita n°8 per Fatima, Batalha (€.19,85), prendiamo la N356 per Batalha e poi per Nazarè. Sempre seguendo le indicazioni prendiamo la N242.

Arrivati in vista di Nazarè, alle 14:45 (22,5°c), a una grande rotonda, vediamo alla nostra sinistra un grande parcheggio (N 39°36'31.1" W009°03'49.5") dove ci sono una decina tra camper e roulotte. E' il parcheggio dello stadio.
Siamo a circa 900m. dal centro di Nazarè e preferiamo fermarci qui senza avventurarci nel paese con il rischio di rimanere bloccati nel traffico domenicale. C'è il sole ma è estremamente ventilato per cui si sta bene anche nel camper a pranzare. Verso le 17:00 (21,5°c) andiamo con il motorino verso il centro del paese.
Il traffico è intenso e rimaniamo incollonnati anche in motorino. Giunti sul lungomare una grandissima delusione, migliaia di persone che si aggirano dappertutto rendendo persino difficoltoso camminare, le famose vecchiette in costume non sono altro che delle sgarbate acchiappa-turisti a cui cercano solo di rifilare camere, le case sono rifatte e in maniera orrenda, una miriade di negozietti propinano i soliti "ciaffi" per turisti. La spiaggia poi ha le tende talmente vicine da ricordare una delle peggiori spiagge romagnole. Dei pescatori neppure l'ombra.

Il peggior posto visto finora in Portogallo, averlo saputo avrei dedicato il tempo ad altro. Solo andando sul lungomare verso sud, dove c'è un molo, vi sono tratti di spiaggia tranquilli e la vista delle onde oceaniche. In questa zona nonostante un grande parcheggio abbia le sbarre, al di fuori vi è una zona idonea al parcheggio dei camper (N 39°35'13.7" W009°04'20.6"). Delusi ripartiamo, prendiamo la A8 verso sud in dir.Lisboa e usciamo alla uscita n°14 per Peniche. Percorriamo poi la veloce IP6 fino a Peniche.
In prossimità del paese, a una rotonda seguiamo la direzione "porto" e arriviamo alle 20:30 (18,5°c) in un grande parcheggio (N 39°21'32.2" W009°22'39.2") sul porto dove ci sono già parecchi altri camper. Siamo vicinissimi alle antiche mura della città. La sistemazione sembra ottima. Verso le 21:30 in pochi passi siamo nel paese e cerchiamo un ristorante.
Tra quelli che si affacciano sul porto scegliamo il Restaurante "Mira Mar" (Avenida do Mar, 42) dove con €.29,15 in due mangiamo dell' ottimo pesce in un ambiente piacevole. Dopo un giretto nel centro, alle 23:30 siamo al camper.

Contakm 5.921, oggi km 290, totali km 3.306

20° giorno - Lunedì 20/08/07

Abbiamo dormito tranquillissimi, cullati dal forte vento. Ci svegliamo alle 9:00 (16,5°c) con un bellissimo sole. Di fronte a noi le mura della città sormontate da palme. Trascorriamo la mattinata a Peniche, molto piacevole, almeno ci siamo rifatti della delusione di ieri. Verso le 13:15 partiamo verso sud, prendiamo la N247 per Lourinha e poi Ribamar e alle 14:30 (21°c) arriviamo alla Praia do Porto Novo. Qui c'è un grande parcheggio (N 39°10'11.8" W009°21'27.1") praticamente sulla spiaggia e quasi vuoto. Il posto è stupendo e la spiaggia favolosa.
Pranziamo con la vista sull'oceano. Il vento è molto forte. Dopo pranzo sono andato a fare un giro sulla bellissima spiaggia, grandissima e praticamente vuota. Solo che il vento è fortissimo e si fa fatica ad avanzare.

Verso le 17:00 ci muoviamo verso sud sempre sulla N247, passiamo Ericeira, molto costruita e affollata, passiamo vicino a Sintra e arriviamo verso le 19:00 a Cabo de Roca, il punto più a Ovest di tutta Europa. La strada è tutta buona e si arriva al parcheggio (N 38°46'50.2" W009°29'52.6" h.140m s.l.m) asfaltato del Capo.
Il vento è tremendo e bisogna trattenere la porta del camper uscendo. Da qui il panorama è stupendo, il faro svetta su un alto promontorio con rocce a picco nel mare impetuoso. Siamo anche fortunati visto che è una serata magnifica e limpida. All'ufficio turistico acquistiamo gli attestati per essere stati nel punto più occidentale del continente europeo. Il sole tramonta rosso nel mare alle 20:30 (16,5°c) e con lui se ne vanno le ultime auto di turisti.
Rimaniamo assieme a altri 5 camper. Il parcheggio sarebbe del ristorante che però (purtroppo) fa servizio solo diurno e non serale, così il pernottamento è consentito.

Contakm 6.019, oggi km 98, totale km 3.404


Il sottoscritto a Cabo de Roca

21° giorno - Martedì 21/08/07

Abbiamo dormito cullati (nel vero senso della parola) dal forte vento, in compagnia della luce del faro. Ci siamo svegliati alle 8:30 (16°c) con un bel sole ma sempre vento fortissimo. Verso le 9:30 partiamo. Lungo la strada del Capo sulla nostra sinistra ci sarebbe anche una fontana per prendere acqua ma oggi davanti c'è un piccolo mercato. Torniamo sulla N247 verso sud poi N9-1, seguiamo le indicazioni A5 Lisboa e imbocchiamo la A5. Il vento è forte e ci costringe a una bassa velocità.
Paghiamo €.2,30, procediamo sempre dritti fino a trovare le indicazioni "Campismo" che indicano il campeggio che si trova subito uscendo dall'autostrada. Arriviamo alle 11:10 (21°c) al "Parque de Campismo Monsanto" (N 38°43'29.7" W009°12'29.7") (€.26,00 a notte, partenza entro le 19:00), il camping di Lisbona.

All'ingresso un gentile addetto ci parla correntemente in Italiano, come pure alla reception dove con cortesia e rapidità ci assegnano la piazzola. Le piazzole sono bellissime, ombreggiate, con fondo in cemento, corrente, acqua e anche tavolone e panche in legno. Per lo scarico si trova invece entrando al campeggio subito a sinistra, in fondo, ma in piazzola si riesce a vuotare le grigie con l'aiuto di un secchio e la cassetta in un apposito tubo grigio. Nel campeggio c'è anche il supermercato e il ristorante self-service.
Ci sistemiamo e andiamo a prendere il Bus 714 (dir. Figueira) (€.1,30) a poche centinaia di metri a destra uscendo dal campeggio, sull'altro lato della strada. Scendiamo al capolinea in Praca da Figueira. Da qui andiamo nella vicina Rua da Madalena dove ci fermiamo alle 14:30 al n°117 al ristorante "Velho Macedo", consigliato dalla guida “Lonely Planet”. Il locale è piccolino ma molto piacevole e caratteristico e mangiamo la loro specialità, i calamari alla griglia (€.28,00 in due).

Da qui ci portiamo in Praca Dom Pedro IV e poi Praca dos Restauradores e percorriamo un tratto della grande Avenida da Libertade con al centro giardinetti con panchine ombreggiate. Torniamo in Praca de Figueira dove acquistiamo due "7 Colinas" cioè la carta che permette di girare con tutti i mezzi pubblici.
Ne prendiamo due da 2 giorni (€.7,20 cad.) Da qui andiamo nel quartiere dell' Alfama, molto caratteristico con i suoi stretti vicoli, quasi un labirinto. Da qui saliamo al Castelo de Sao Jorge per una strada molto ripida. Per strade altrettanto ripide scendiamo nuovamente in Praca de Figueira e poco distante, in Rua Martin Moniz, prendiamo il caratteristico Tram n°28 al capolinea e facciamo tutto il giro della linea fino a ritornare alla partenza. Un esperienza da non perdere. Vista l'ora cerchiamo un posto per cenare.
Alle 21:15 ci fermiamo al Ristorante "Ena Pai" in Rua dos Correeiros 182, una strada pedonale che unisce Praca da Figueira a Praca do Comercio. Abbiamo mangiato ottimo pesce, in un ambiente piacevole e serviti da un simpaticissimo cameriere che parla anche italiano. (€.35,00 in due). Torniamo in Praca da Figueira a prendere il bus ma l'ultimo 714 (dir. Outuela) è già passato quindi prendiamo un Taxi assieme a due simpatici Inglesi (€.7,15). Alle 23:30 siamo al campeggio, felici della bellissima giornata trascorsa.

Contakm 6.058, oggi km 39, totali km 3.443

I vecchi tram a Lisbona
Lisbona: i vecchi tram

22° giorno - Mercoledì 22/08/07

Trascorsa un ottima notte, svegli alle 9:30 (19,5°c), anche oggi con il sole. Verso le 11:00 (21,5°c) andiamo a prendere il bus 714 (dir.Figueira). Scendiamo in Largo dos Jeronimos, prendiamo la Rua de Belem e subito,al n°84 entriamo alla "Pasteis de Belem", una antica pasticceria del 1837 con sale a volta decorate da azulejios. Non possiamo non assaggiare le loro tipiche paste veramente favolose. Oggi la giornata è più calda di ieri.
Ci portiamo quindi sul fiume sfruttando il sottopassaggio, dove c'è il Monomento das Descobertas. Da qui ci incamminiamo verso ovest in dir. della Torre di Belem. Qui c'è anche un parcheggio dove sostano parecchi camper (N 38°41'35.2" W009°12'26.6") proprio sul fiume.

Arriviamo alla bella Torre de Belem, e qui c'è anche un pò d'aria che rinfresca la calda giornata. Torniamo a Largo dos Jeronimos dove verso le 13:30 prendiamo il tram 15E e scendiamo in Praca do Comercio, la piazza più grande della città, affacciata sul fiume, con una statua equestre al centro.
Percorriamo poi Rua Augusta fino a Praca Dom Pedro IV, e poi ci fermiamo alle 14:30 alla "Locanda Italiana", Rua das Portas de Santo Amao 47 dove tentiamo nuovamente con la pizza e questa volta rimaniamo soddisfati. (€.19,30 in due). Da qui andiamo nella vicina Avenida da Libertade al n°2 al mitico "Hard Rock Cafe", qui a Lisboa veramente entusiasmante, su due piani e con alle pareti i cimeli dei divi del rock. Comperiamo le immancabili magliette nello shop interno.

Andiamo poi in Rua Martin Moniz al capolinea del famoso antico tram 28 e facciamo anche oggi un giro completo della linea, così ci riposiamo un pò. Ritornati alla partenza ci spostiamo verso sud e saliamo sulla sommità dell' "Elevador de Santa Justa", un ascensore liberty che porta ai quartieri Rossio e Chiado. Dalla sommità della torre dell' Elevador il panorama sulla città è magnifico, veramente da non perdere.
Da qui siamo in Largo do Carmo dove davanti al "Museo Arqueologico" c'è una garritta con un militare in uniforme. Scendendo la ripida Calcada do Carmo ci portiamo in Praca Dom Pedro IV e poi nella vicina Praca da Figueira dove alle 20:00 circa prendiamo il bus 714 (dir.Outuela) che ci scarica al campeggio, alla stessa fermata dove siamo saliti questa mattina, con la bellissima luce del tramonto.

Contakm 6.058, oggi km 0, totali km 3.443

La Torre di Belem a Lisbona
Lisbona: la Torre di Belem

23° giorno - Giovedì 23/08/07

Anche oggi il sole, ma sembra una giornata più calda, alle 9;30 ci sono già 23,5°c. Paghiamo €.52,00 per due notti e verso le 12:00 (25,5°c) partiamo. Usciamo dal campeggio e prendiamo a destra fino a una rotonda e seguiamo sempre le indicazioni "A2 SUL" (cioè Sud). Troviamo parecchio traffico che si fluidifica al grande "Ponte 25 de Abril". Procediamo sempre sulla A2 dir. Algarve e alle 13:00 (33°c) ci fermiamo alla Area di servizio "Alcacer do Sal" per fare il pieno di gasolio (€.59,00 litri 54,22) e per pranzare. E' parecchio caldo e assolato ma anche ben ventilato e quindi si sta abbastanza bene. Ripartiamo, usciamo alla uscita n°9 (€.11,85) dove prendiamo la IC33 e poi la N261-2.

Arriviamo a Melides e proseguiamo per Lagoa de Melides, lungo la strada c'è anche un campeggio. Alle 15:15 (30°c) arriviamo a Lagoa de Melides, in fondo alla strada c'è un parchegio (N 38°07'44.0" W008°47'27.4") con già qualche camper e con acqua e WC. Il posto è bellissimo, c'è qualche localino molto rustico, sembra di essere in un paesino del texas. La spiaggia è enorme e non troppo frequentata e alle spalle c'è una laguna salmastra con acque calme. In poche parole un posto dove bisognerebbe fermarsi, ma il tempo stringe e ci tocca proseguire. Da Melides andiamo verso sud, passiamo S.to Andrè e prendiamo la IC33 e poi IP8 per Sines.

Deviamo poi per la IC4 e poi per la strada costiera fino a Porto Covo dove arriviamo alle 17:15 (30°c). Ci fermiamo vicino al centro del paese vicino alla scuola primaria dove c'è una AA (N 37°51'10.3" W008°47'23.5"). Il paese è molto carino e tranquillo, con casette bianche e blu e una zona pedonale con qualche ristorante e Bar. All'estremità sud del paese c'è un piccolo porticciolo con le barche da pesca, molto carino e caratteristico. Alle 21:00 ci sediamo al Snack Bar "O Pescador" Rua Vasco da Gama 15e dove mangiamo calamari ottimi (€.18,10 in due). La sera è ventilata e il paesino molto piacevole.

Contakm 6.243, oggi km 185, totali km 3.628

Lagoa de Melides
Lagoa de Melides

24° giorno - Venerdì 24/08/07

Sveglia alle 9:00 (22°c) anche oggi con uno splendido sole. Lasciamo Porto Covo per la strada costiera verso sud, passiamo Vila Nova de Milfontes che ci sembra troppo frequentata e prendiamo la N393 verso sud. Troviamo dei lavori che ci rallentano parecchio. Deviamo verso la costa per Almogarve e poi Cavaleiro e arriviamo alle 12:45 (29°c) a Cabo Sardao (N 37°35'55.3" W008°48'55.9"). In fondo alla strada, di fronte al faro prendiamo la stradina bianca a sinistra e dopo una ventina di metri c'è abbondante spazio per la sosta. Facciamo due passi sulle scogliere a picco da cui si gode una vista stupenda sul mare sottostante e sulle scogliere stesse. Un posto veramente favoloso e di assoluta tranquillità.

Riprendiamo la strada costiera verso sud in dir. Zambujeira do Mar e a un incrocio, vicino a Porto das Barcas, ci fermiamo alle 13:30 (29°c) al Ristorante "A Barca Tranquitanas" (N 37°32'58.9" W008°47'28.7") in località Entrada da Barca, dove mangiamo fagioli con seppie in umido ottimi (€.28,30 in due).
Passiamo Zambujeira do mar, troppo costruita e affollata e ci portiamo sulla N120 in dir.sud. Circa 4km prima di Aljezur ci fermiamo a vedere un bellissimo mulino a vento (N 37°21'25.2" W008°47'52.2") che si raggiunge con qualche centinaio di metri di strada bianca. Passiamo Aljezur e dopo Alfambra voltiamo a destra sulla N268, una strada che attraversa bellissimi paesaggi. Passiamo Villa do Bispo e raggiungiamo Sagres.

Proseguiamo per Cabo de Sao Vincente, dove nel parcheggio (N 37°01'24.4" W008°59'43.4") c'e il divieto notturno per caravan, che qui in Portogallo comprende anche i camper. Dopo un giretto sulle magnifiche scogliere ci portiamo a Sagres. Ci sarebbe qualche posto sacrificato vicino all'ufficio turismo, ma preferiamo fermarci alle 17:30 (28,5°c) al grande parcheggio della "Fortaleza" (N 37°00'18.2" W008°56'42.8") dove non ci sono divieti e ci sono altri camper. Andiamo a visitare la "Fortaleza", in se non è gran che ma il capo su cui sorge è molto bello e la camminata sulla scogliera è piacevole. Verso le 19:30 decidiamo di tornare, in motorino, a Cabo Sao Vincente per vedere il tramonto.

Qui si ritrovano tantissime persone, sedute sulle scogliere a attendere il calare del sole. Lo spettacolo è bellissimo e anche l'atmosfera. Quando alle 20:15 il sole scompare centinaia di persone lo applaudono. L'idea del motorino è stata buona perchè il parcheggio è pieno e al ritorno, c'è un pò di congestione di auto che noi riusciamo a evitare. Torniamo al camper alle 20:45 (21°c) e si sono aggiunti nel parcheggio parecchi altri camper. Secondo me la parte più bella di tutto il viaggio, paesaggisticamente parlando, potrebbe proprio essere questa zona del “Parco della Costa Vicentina”, cioè la costa che incomincia a Porto Covo e finisce qui a Sagres.

Contakm 6.387, oggi km 144, totali km 3.772

Cabo Sardao
Cabo Sardao

25° giorno - Sabato 25/08/07

Sveglia alle 9:30, cielo coperto e vento forte. Finisce anche il gas così cambio la bombola. Partiamo alle 11:15 sulla N125 e andiamo a Espiche per fare acqua al famoso "Fontanero" ma ivi giunti troviamo un cartello che dice che l'acqua non è potabile. Proseguiamo sulla N125 fin verso Lagos trovando parecchia coda, poi voltiamo sulla N120 e prendiamo la A22 in dir. Faro.
Alla prima area di servizio, area di servizio di Lagos (N37°08'56.0" W008°42'08.2") facciamo rifornimento di acqua alla colonnina "Aria/Acqua" presente in tutte le aree di servizio portoghesi. Il cielo è sempre coperto (23°c) ma si apre qualche zona di azzurro. Procediamo sempre sulla A22 (gratuita), passiamo Faro e usciamo alla uscita n°15 per Olhao.

Arrivati in paese seguiamo le indicazioni per il porto da pesca e poi percorriamo tutto il lungomare verso ovest. Passiamo davanti al mercato del pesce in attività e c'è un pò di confusione, poi in fondo al lungomare troviamo un parcheggio (N 37°01'23.6" W007°50'56.4"), sulla laguna, semivuoto, ma con divieti per camper. Ci sono altri 3 camper per cui ci fermiamo ugualmente per mangiare, visto che piove (23°c).
Alle 16:10 smette di piovere e viene il sole quindi ci incamminiamo in paese. Al centro del paese, sul lungomare c'è il mercato del pesce in due stabili rossi con cupole agli angoli. Facciamo anche un giro nelle stradine del centro, dove si affacciano bei palazzi con influenze moresche. Alle 17:30 (23°c) ripartiamo e ci fermiamo a fare la spesa all' Intermarchè.

Rientriamo sulla A22 e entriamo in Spagna. Proseguiamo sulla A49 e dopo Huelva usciamo alla uscita n°75, prendiamo la A494, passiamo Moguer e vicino a Palos facciamo il pieno di gasolio (€.66,66 litri 69,29) e proseguiamo fino a Mazagon e poi ancora sulla A494 fino al Camping Donana (N 37°05'54.9" W006°43'35.6") (€.26,00) dove arriviamo verso le 22:30. Vista l'ora tarda non ci rendiamo conto che il fondo delle piazzole è di sabbia per cui ci insabbiamo per bene. A parte il nervoso, siamo ben livellati e alla reception ci assicurano che domattina interverrà il trattore, cosa che qui sembra usuale.

Contakm 6.734, oggi km 347, totali km 4.119

26° giorno - Domenica 26/08/07

Ho dormito male e alle 7:00 ero già in piedi. Ci dicono che essendo Domenica il trattore non arriverà prima delle 10:00. Facciamo qualche altro tentativo che peggiora la situazione quindi desistiamo. Verso le 9:00 passa la Land Rover della raccolta immondizia con un "allegra brigata" di spazzini. Vista la situazione sganciano il rimorchio e si prodigano per tirarci fuori. Non senza fatica la Land Rover ci porta sul solido senza danni e il gruppetto si prende una lauta mancia per una bevuta che comunque dò molto volentieri.

Partenza alle 9:30, andiamo fino a Torre de la Higuera con la A494 e poi con la A483 a El Rocio dove ci fermiamo alle 10:00 (25°c). Cerchiamo con cautela un parcheggio (N 37°07'55.0" W006°29'20.2") visto che qui tutte le strade sono in sabbia e per oggi ne abbiamo avuto abbastanza! Il paese è veramente particolare, con case bianche, strade in sabbia e la bellissima chiesa della Vergine. Sullo sfondo paludi con cavalli al pascolo, sembra la Camargue.
In queste zone, come abbiamo constatato, bisogna stare attentissimi a non uscire dall'asfalto, anche dove sembrerebbe solido, il terreno è sabbioso e non regge il peso del camper con sicuro insabbiamento! Percorriamo la A483 fino a Almonte e poi deviamo sulla A474 per Hinojos dove dovrebbe esserci un parco con fontanella d'acqua. Il parco c'è ma della fontanella neppure l'ombra.

Andiamo quindi verso nord a prendere la A49 in dir. Sevilla per metterci sulla via del ritorno (€.5,50). Però visto che siamo qui, ci balena l'idea di fare un salto fino allo stretto di Gibilterra dove si dovrebbe vedere la costa Africana a soli 14km. In prossimità di Sevilla prendiamo quindi la AP4 in dir.Cadiz e poi la A48 fino a Vejer.
Qui volendo andare a vedere il faro di Cabo de Trafalgar, prendiamo la A2230 e poi A2233 in dir. Los Canos de Meca.
Dopo Zahora imbocchiamo la strada del faro ma ci blocchiamo subito per il traffico della vicina spiaggia e le auto parcheggiate dappertutto che rendono difficile passare. Inoltre la zona è frequentata anche da giovani "cannati" e ubriachi. Ci defliamo rapidamente un pò disgustati da tale tipo di gente, non sentendoci a nostro agio. Anche le spiagge e i paesi vicini sembrano frequentati più o meno dallo stesso genere di persone.

Passando per Zahara de los Attunes ci riportiamo sulla N340, passiamo Tarifa guardandoci bene dall'entrarvi e per una strada di montagna ma veramente ottima e larga, arriviamo al "mirador El Estrecho" dove si dovrebbe vedere la costa Marocchina, ma qui troviamo basse nuvole, vento pioggia e foschia per cui non scendiamo nemmeno. Almeno possiamo dire di essere stati nel punto più a sud d’Europa anche se non abbiamo visto nulla.
Percorriamo la N340 fino ad Algeciras dove prendiamo la A381 fino a Jerez de la Frontera e da qui torniamo sulla AP4, la stessa percorsa all'andata, diretti questa volta verso Sevilla. Alla prima area di servizio (area El Quadrejon) ci fermiamo alle 17:15 (36°c) ancora digiuni, per farci un piatto di spaghetti. Qui c'è anche la colonnina per prendere acqua. Facciamo il pieno di gasolio (€.64,00 litri 66,05) e verso le 20:30 ripartiamo. Da qui ci attende qualche giorno di rapido ritorno autostradale. Passiamo Sevilla e seguendo la dir.Cordoba prendiamo la A4.
Incominciamo a cercare una area di servizio aperta h24, ma qui siamo su una Autovia e non una Autopista (Autostrada) e quindi chiudono quasi tutte dalle 23:00 alle 7:00. Dopo averne passate un paio, troviamo un area di servizio (N 37°36'08.5" W004°58'15.3") subito dopo Cerro Perea dove c'è un hotel e parecchi camion e quindi decidiamo di fermarci qui a dormire verso le 22:30 (32°c) stanchi della lunga giornata.

Contakm 7.363, oggi km 629, totali km 4.748

27° giorno - Lunedì 27/08/07

Abbiamo dormito tranquilli. Alle 9:30 (24,5°c) ci alziamo e alle 10:20 partiamo sempre sulla A4 in dir.Cordoba che passiamo e poi in dir.Madrid. Qualche km dopo Montoro troviamo una "area de descanso" (N 37°59'29.6" W004°19'25.9") con anche bar e WC dove possiamo vuotare la cassetta.
Riprendiamo la A4, passiamo una bellissima zona montana (870m.) del "Parque natural de Despenaperros" dove la autovia si fa veramente tortuosa e con il limite dei 50km/h in questo caso più che giusto. Passiamo Valdepenas e una ventina di km dopo Manzanares, alle 13:40 (35,5°) ci fermiamo per pranzare in un area di servizio (N 39°15'05.1" W003°25'46.3") in prossimità di Villarta de San Juan.

E' caldo ma secco e lievemente ventilato, quindi sopportabile benissimo. Su questa strada icontriamo tantissime auto targate francesi con famiglie islamiche, probabilmente al ritorno dal Marocco, alcune delle quali con improbabili carichi sul portapacchi. Facciamo anche gasolio (€.62,00 litri 62,69) e ripartiamo alle 15:00 sempre su A4 dir.Madrid. Giunti sulla tangenziale di Madrid seguiamo la dir.Valencia e poi Zaragoza A2, attenti a non sbagliarci nel traffico, ma con l'aiuto valido del navigatore. Una volta sulla A2 c'è parecchio traffico fino a Guadalajara per cui non rischiamo di superare gli 80km/h. Dopo, il traffico si dissolve.

Verso Ledanca, alle 17:45 facciamo 15min. di sosta in area di servizio. La strada incomincia a salire e arriva fino a 1200m di quota. Qui si attraversano paesaggi bellissimi e a volte un pò lunari che alternano enormi distese a roccie rosse stile deserto americano. Arriviamo a Calatayud, dove c'è un campeggio.
Usciamo alla uscita 236, dopo il paese, guidati dal navigatore prendiamo la prima a destra e poi alla rotonda ancora a destra in dir.Miedes e solo qui troviamo le indicazioni per il "Camping Calatayud" (N 41°21'45.6" W001°36'17.9") (€.19,00) dove arriviamo alle 19:30(35°c). Nel campeggio c'è anche un piccolo negozio e un bar-ristorante molto semplice ma dove mangiamo una buona bistecca. Il campeggio è spazioso e tranquillo, unico neo si sente un pò il rumore della vicina autostrada.

Contakm 8.012, oggi km 649, totali km 5.397

28° giorno - Martedì 28/08/07

Alle 8:30 (17,5°c) ci alziamo dopo una notte tranquillissima. Anche oggi ci attendono parecchi chilometri. Alle 10:15 (20°c) partiamo sulla A2 in dir. Zaragoza, Barcelona. Dopo Zaragoza diventa AP2 cioè a pedaggio e anche il fondo stradale migliora notevolmente. La strada è ottima, con poco traffico e si attraversano paesaggi quasi desertici. Alle 12:20 (36,5°c) ci fermiamo alla area di servizio "Fraga", subito prima di Llerida per un rapido pasto.
Alle 12:40 ripartiamo. La seguente area di servizio "Llerida" (N 41°32'28.3" E000°38'29.2") ha il CS. Paghiamo un pedaggio (€.19,40) e poi passiamo sulla AP7 in dir.Barcelona, Gerona. Alla area di servizio "Penedes" (N41°17'18.0" E001°35'24.2") con CS, facciamo gasolio (€.77,00 litri 74,11).

Paghiamo un altro pedaggio (€.3,20) vicino a Barcelona e notiamo altre aree di servizio con il CS come A.s."Lobregat" (N 41°27'58.2" E001°58'38.5") , A.s."Monteseny" (N 41°38'49.2" E002°25'27.3"), A.s."Empordà" (N 42°10'24.2" E002°55'51.0"). Siamo vicini al confine, paghiamo l'ultimo pedaggio in Spagna (€.10,90) e alle 16:15 entriamo in Francia e subito dopo, alle 16:25 (34°c) ci fermiamo alla prima area di servizio "Village Catalan" dove ci prendiamo un pò di pausa.
Alle 17:20 ripartiamo, su A9. Vicino a Beziers troviamo quasi un ora di coda per lavori, poi si procede bene. Usciamo alla uscita n°29, vicino a Montpellier, dir.La Grande Motte. C'è nebbia e vento, un clima quasi autunnale. Arriviamo a St.Maries de la Mer alle 20:30 (25°c) e ci sistemiamo nella AA vicina alla spiaggia (N 43°27’13.8” E004°26’14.7”). Da qui in 10min. siamo al centro e andiamo a mangiare ottime cozze a "La cave a huitres", sul lungomare. Alle 23:30 (25°c) siamo al camper.

Contakm 8.765, oggi km 753, totali km 6.150

29° giorno - Mercoledì 29/08/07

Questa notte ha piovuto, ma poco. Ci alziamo alle 8:45 (24,5°c) con il cielo lievemente velato. Verso le 9:15 passa l'esattore della AA (€.8,00). Trascorriamo la mattinata in relax in giro per il centro di St.Maries de la Mer.
Il cielo è sempre coperto e il vento porta dal mare un umidità tangibile. Alle 13:20 partiamo, andiamo verso Arles e poi prendiamo la A54 in dir.Aix en Provence e paghiamo un pedaggio (€.5,80). Passiamo poi sulla A7-E80 e poi sulla A8-E80 in dir.Nice. Alla "Aire de l'Arc" ci fermiamo alle 15:00 (29,5°c) per fare gasolio (€.84,00 litri 70,00) e per mangiare qualcosa.

Ripartiamo alle 16:25, si accende la spia dell'iniezione, ma sul manuale dice che si può procedere ugualmente e procediamo sempre su A8 pagando vari pedaggi (€.18,80 + 3,90 + 2,90), si viaggia adagio per le caratteristiche della strada e alle 18:45 entriamo in Italia. Alle 19:20 ci fermiamo alla area "Conioli" con CS e parcheggi riservati ai camper e subito telefono al mio meccanico che mi tranquillizza in quanto se il mezzo va bene potrebbe essere solo un falso allarme.
Infatti mangiamo qualcosa e dopo una mezzora ripartendo la spia è spenta. Prima di Genova voltiamo sulla A26 in dir.Alessandria, Milano e poi alle 21:30 (26°c) ci fermiamo per la notte alla area di servizio "Stura Est".

Contakm 9.243, oggi km 478, totali km 6.628

30° giorno - Giovedì 30/08/07

Piove e abbiamo dormito così bene che partiamo solo verso le 10:00 (22°c). Dopo poco incomincia a diluviare e ci accompagna fino dopo Piacenza. Alle 11:45 ci fermiamo alla area di servizio di Fiorenzuola finalmente senza pioggia. Procediamo tranquillamente su A1 fino a Bologna. Facciamo il pieno di gasolio (€.84,02 litri 69,84) e usciamo a Sasso Marconi. Verso le 14:00 siamo a casa a Pianoro e subito la nostra micia ci viene incontro miagolando un pò per lamentarsi della nostra lunga assenza.

Contakm 9.534, oggi km 291, totali km 6.919

Il viaggio in cifre

Percorrenza totale:  km 6.919
Spesa totale:  €. 2.600,00 circa
Spesa gasolio:  €. 921,12
Litri di gasolio consumati:  Litri 852,72
Consumo medio:  Km/litro 8,1
Spesa autostrade:  €. 263,65
Spesa campeggi e AA:  €. 284,88

Waypoints GPS

LOCALITA’
DESCRIZIONE
COORDINATE GPS
Aigues Mortes (F) AA N 43°33'58,6"
E004°11'09.0"
Carcassone (F) AA N 43°12'22.9"
E002°22'00.7"
Autostrada A64 (Tolouse) (F) CS in area di servizio “Volvestre” su A64 N 43°20'17.2"
E001°14'43.6"
San Sebastian (E) Camping Igueldo N 43°18'16.5"
W002°02'45.2"
Bermeo (E) AA N 43°25'23.4"
W002°43'32.2"
Liencres (Parco delle Dune) (E) PS parcheggio Playa de Valdearenas N 43°27'00.7"
W003°57'49.4"
Santillana (E) PS parcheggio N 43°23’22.0"
W004°06’31.9"
Llanes (E) PS parcheggio anche per camper N 43°25'26.0"
W004°46'01.9"
Cabo Vidio (Riegoabajo) (E) PS (isolato) N 43°35'02.5"
W006°14'34.2"
Vivieiro (E) Camping Vivero N 43°40'06,0"
W007°35'58.0"
Punta de Bares (E) PS parcheggio faro N 43°47'03.4"
W007°41'04.8"
Carino (E) PS parcheggio N 43°44'22.0"
W007°52'15.9"
Cedeira (E) PS parcheggio porto N 43°39'30.3"
W008°03'36.3"
Ares (E) PS parcheggio porto N 43°25'17.4"
W008°14'17.2"
Santa Cruz (A Coruna) (E) Camping Los Manzanos N 43°20'56.9"
W008°20'07.9"
Camarinas (E) PS parcheggio porto N 43°07'37.1"
W009°11'01.0"
Louro (E) PS piazzola panoramica (isolato) N 42°45'53.1"
W009°03'22.0"
Santiago de Compostela (E) Camping As Cancelas N 42°53'22.6"
W008°31'28.4"
Corrubedo (Parco delle Dune) (E) PS parcheggio parco N 42°35'05.5"
W009°02'39.9"
Combarro (E) PS parcheggio porto N 42°25'40.9"
W008°42'26.6"
Tui (E) AA N 42°02'36.2"
W008°38'47.8"
Ponte de Lima (P) PS parcheggio N 41°46'16.2"
W008°35'03.7"
Esposende (P) PS parcheggio spiaggia e faro N 41°32'36.4"
W008°47'28.0"
Esposende (P) PS parcheggio porto prossimo al centro N 41°31'40.9"
W008°46'50.9"
Madalena (Porto) (P) Camping Madalena Orbitur N 41°06'28.6"
W008°39'20.3"
Nazarè (P) PS parcheggio stadio N 39°36'31.1"
W009°03'49.5"
Nazarè (P) PS parcheggio porto N 39°35'13.7"
W009°04'20.6"
Peniche (P) PS parcheggio porto N 39°21'32.2"
W009°22'39.2"
Praia do Porto Novo (P) PS parcheggio spiaggia (isolato) N 39°10'11.8"
W009°21'27.1"
Cabo de Roca (P) PS parcheggio faro N 38°46'50.2"
W009°29'52.6"
Lisboa (P) Camping Monsanto N 38°43'29.7"
W009°12'29.7"
Lagoa de Melides (P) PS spiaggia N 38°07'44.0"
W008°47'27.4"
Porto Covo (P) AA N 37°51'10.3"
W008°47'23.5"
Cabo Sardao (P) PS faro e scogliere (isolato) N 37°35'55.3"
W008°48'55.9"
Porto das Barcas (P) Ristorante “A Barca Tranquitanas” N 37°32'58.9"
W008°47'28.7"
Cabo de Sao Vincente (P) PS parcheggio faro (divieto notturno) N 37°01'24.4"
W008°59'43.4"
Sagres (P) PS parcheggio “Fortaleza” N 37°00'18.2"
W008°56'42.8"
Autostrada A22 (Lagos) (P) Area Servizio “Lagos” su A22 con acqua N 37°08'56.0"
W008°42'08.2"
Olhao (P) PS parcheggio (divieto camper ?) N 37°01'23.6"
W007°50'56.4"
Mazagon (E) Camping Donana (pericolo insabbiamento!) N 37°05'54.9"
W006°43'35.6"
El Rocio (E) PS parcheggio (pericolo insabbiamento!) N 37°07'55.0"
W006°29'20.2"
Autostrada A4 (Cerro Perea) (E) PS area di servizio A4 N 37°36'08.5"
W004°58'15.3"
Autostrada A4 (Montoro) (E) Area de descanso con WC su A4 N 37°59'29.6"
W004°19'25.9"
Calatayud (E) Camping Calatayud N 41°21'45.6"
W001°36'17.9"
Autostrada AP2 (Llerida) (E) CS in area di servizio “Lierida” su AP2 N 41°32'28.3"
E000°38'29.2"
Autostrada AP7 (prima a.s.) (E) CS in area di servizio “Penedes” su AP7 N 41°17'18.0"
E001°35'24.2"
Autostrada AP7 (Barcelona) (E) CS in area di servizio “Llobregat” su AP7 N 41°27'58.2"
E001°58'38.5"
Autostrada AP7 tra exit 12 e 11 (E) CS in area di servizio “Monteseny” su AP7 N 41°38'49.2"
E002°25'27.3"
Autostrada AP7 tra exit 5 e 4 (E) CS in area di servizio “Empordà” su AP7 N 42°10'24.2"
E002°55'51.0"
St.Maries de La Mer (F) AA spiaggia, vicina al centro N 43°27’13.8"
E004°26’14.7"

Bibliografia e Cartografia

Guida "Spagna Settentrionale" Lonely Planet EDT
Guida "Spagna Centrale e Meridionale" Lonely Planet EDT
Guida "Portogallo" Lonely Planet EDT
Guida "Portogallo" Baedeker Istituto Geografico De Agostini
Guia Camping 2007 Espana Portugal Europa (official de la FECC) ( www.roteiro-campista.pt )
Guia Camping Portugal 2007 Roteiro Campista ( www.roteiro-campista.pt )
Guia Campings Espana 2004 ( www.spain.info )
Atlante stradale e turistico Michelin "Spagna e Portogallo" 1:400.000
Carta "Spagna e Portogallo" Michelin 1:1.000.000 n° 734
Carta "Asturias, Cantabria" Michelin 1:250.000 n° 572
Carta "Pais Vasco, Navarra, La Rioja" Michelin 1:250.000 n° 573
Carta "Lisboa" Michelin 1:11.000 n° 39
Carta "Porto" Michelin 1:11.000 n° 85


Buon viaggio: Tommaso IZ4DJI







     
 

E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2005 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - SiteMap