Gli altri Itinerari scelti - Diari di viaggio - Ultimi diari inseriti



TUNISIA   Acquati Mario

Viaggio in Tunisia


VIAGGIO EFFETTUATO DAL 24/06/05 AL 18/07/05

EQUIPAGGIO: ACQUATI MARIO(51),NADIA (46), MATTEO(15), MASSIMILIANO(18) + ELNAGH BIG MARLIN 2800JTD

DATI GENERALI: TRAGHETTO GENOVA/TUNISI E VICEVERSA CON MOTONAVE TUNISINA DELLA CTN (VENIZELOS / HABIB) PRENOTATO AD APRILE AL COSTO DI 1175€ A/R (CAB. QUADRUPLA EST CON SERVIZI + CAMPER)

KM TOTALI: 3000 (circa )

ITINERARIO: TUNISI, CARTAGINE, SIDI-BOU-SAID, NABEUL, SBEITLA, TOSEUR, OASI DEL NORD, DOUZ, MATMATA, KSOUR DEL SUD, JERBA, DOUGGA.

CAMBIO: 1€ = 1,57 DTN 1 DTN = 0.6 €

BENZINA = 0,540 DTN /LITRO GASOLIO (0,33 € AL LITRO -- 55 LITRI CON 18 € !!!!) AL NORD RIFORNIMENTO SENZA PROBLEMI, AL SUD DISTRIBUTORI MENO FREQUENTI AL DI FUORI DELLE STRADE PRINCIPALI. E’ QUINDI MEGLIO AVERE SEMPRE UNA BUONA SCORTA DI CARBURANTE.

STRADE = CARTINA 744 -TUNISIA DELLA MICHELIN -- TUTTE ASFALTATE CON FONDO PIU’ GROSSOLANO PER VIA DEL CALDO AL SUD MA COMUNQUE PERCORRIBILI SENZA PROBLEMI CON I CAMPER.

SOSTA = POCHISSIMI I CAMPEGGI (9) SOSTA LIBERA POSSIBILE CON PRUDENZA EVENTUALMENTE PRESSO LE GENDARMERIE O PRESSO I PARCHEGGI DEGLI ALBERGHI O DEGLI SCAVI ARCHEOLOGICI.

ALIMENTARI ED ACQUA = I GENERI DI PRIMA NECESSITA’ SONO REPERIBILI PRATICAMENTE OVUNQUE PRESSO PICCOLI NEGOZI ( NON ESISTONO I SUPERMERCATI SE NON SULLA COSTA ) - VISTO IL GRANDE CONSUMO D' ACQUA ( 3 LITRI /DIE PER PERSONA ) TENETE UN 'ADEGUATA SCORTA IN CAMBUSA ( 6 BOTT DA 1,5 LITRI 2,5/3 DTN).

LINGUA = PRATICAMENTE QUASI TUTTI PARLANO L'ITALIANO O COMUNQUE LO CAPISCONO ALTRIMENTI FRANCESE.

GUIDE E/O ACQUISTI = OVUNQUE VERRETE CONTATTATI DA TUNISINI CHE SI OFFRIRANNO DI FARVI DA GUIDA. ATTENZIONE ! PATTUITE SUBITO IL COMPENSO ( MAX. 1/2 DELLA RICHIESTA ) ALTRIMENTI RIFIUTATE CON ESTREMA FERMEZZA - PER GLI ACQUISTI VALGONO LE STESSE CONSIDERAZIONI: SE DESIDERATE COMPRARE, CONTRATTATE SEMPRE PARTENDO DA 1/3 DELLA CIFRA RICHIESTA. SE SIETE PARTICOLARMETE ABILI ED AVETE VOGLIA E TEMPO SI PUO' ARRIVARE ANCHE AD 1/4 ATTENZIONE ! NON ESISTONO FIERE O MOSTRE DELL'ARTIGIANATO CHE CHIUDONO IN GIORNATA. E' SOLO UN MODO PER SPILLARVI UN PO' DI DINARI - A NOI NELLA MEDINA DI TUNISI HANNO CHIESTO 500 € PER UN TAPPETO CHE POI ABBIAMO TROVATO A 35 DTN.

TAXI = PER GLI SPOSTAMENTI IN CITTA' USATE I TAXI, CE NE SONO TANTISSIMI E COSTANO MOLTO MOLTO POCO. CELLULARI: NON PRENDONO IN TUTTA LA TUNISIA; OCCORRE ATTIVARE IL SERVIZIO PRESSO IL PROPRIO GESTORE.

DIARIO DI BORDO

24/06/2005

Partenza ore 13 da Arcore per Genova. Arrivo a Genova verso le 15 al molo Doria. Parcheggiato il camper nel piazzale bisogna andare negli uffici al 1° piano per effettuare prima il check-in e poi il controllo polizia.
Verso le 17 si inizia a salire sul traghetto. Mantenete la calma perché tanto comunque i camper sono sempre gli ultimi a salire. Una volta sulla nave bisogna andare alla reception per avere la chiave della cabina. Noi abbiamo trovato un’estrema confusione: la nave era piena di tunisini che rientravano per le vacanze. I bar e il self-service erano pieni all’inverosimile. Abbiamo fatto una coda di 2 ore per pranzare. Vi consiglio di andare al ristorante: si paga qualcosa di + ma il servizio è decisamente migliore. Sulla nave si effettua il servizio di dogana: prima bisogna ritirare i moduli ( 1 modulo a persona + 1 modulo x il veicolo) e compilarli poi vidimarli dalla polizia e quindi registrare il veicolo. Attenzione la coda è pazzesca. Conviene aspettare che la maggior parte dei tunisini abbiano effettuato la registrazione.
Km 200

25/06/2005

Sbarco verso le 17 a La Goulette. Formalità doganali al porto velocissime. Attraverso la superstrada si arriva dopo 10 km a Tunisi. Sosta in parcheggio in avenue Mohammed 5( non custodito di notte) oppure in rue Moktar Attia custodito tutto il giorno e vicinissimo al precedente. I parcheggi sabato e domenica sono vuoti . Dopo aver parcheggiato passeggiata in avenue Bourghiba con sosta al bar per bere il tè alla menta. Notte insonne a causa del caldo (38°!!!).
Km 22

26/06/2005

In mattinata visita alla Medina ,alla moschea ,acquisti per negozi.
Attenzione alla false guide !
Nel pomeriggio siamo andati al Museo del Bardo in taxi, con visita degli stupendi mosaici provenienti da vari siti archeologici. Da non perdere ! In serata passeggiata in av.Bourghiba con sosta per l’immancabile the . Anche questa notte caldo afoso.
km 0

27/06/05

Nel primo mattino partenza per Cartagine che si trova a circa 20 km a nord, subito dopo il porto di La Goulette .Il sito è un pò deludente soprattutto la collina di Byrsa mentre le terme di Antonino sono veramente belle .Dopo aver pranzato siamo andati a Sidi Bou Said caratteristico paesino arroccato su di un promontorio con stupende viste sul golfo di Tunisi .Il paesino è molto turistico ma per i suoi colori bianco ed azzurro ricorda alcuni paesini andalusi. Sosta notturna presso i porti punici davanti ad una caserma.
Km 40

28/06/05

In mattinata partenza per Hammamet-Nabeul con l’autostrada – Uscita Hammamet nord direzione Nabeul. Dopo circa 10 km si incontra sulla dx l’insegna del ristorante Slovenia , girare a dx e si arriva al Camping Hotel “ les Jasmins”: piccolo ben tenuto con un buon ristorante dove abbiamo incontrato Silvano che ci ha fornito un sacco di notizie utili ma che soprattutto si è dimostrato un amico .Nel pomeriggio mare distante poche decine di metri con acqua pulita bassa calda e con spiaggia sabbiosa ampia e scarsamente frequentata.
Km 90

29-30-01/07

Sosta in campeggio per riposare e per goderci un po’ di mare.
Alimentari nei piccoli negozi adiacenti al campeggio . Giovedì sera cena al ristorante Slovenia per gustare le specialità tunisine e dell’ottimo pesce. Provatelo , ne vale la pena , si mangia molto bene e si spende poco. Venerdì in mattinata visita del souq e del mercato di Nabeul che attira un sacco di gente con il taxi. Allegra confusione.
Quasi tutte le ceramiche tunisine vengono prodotte qui a Nabeul , per cui vi conviene acquistarle qui , cosa che noi abbiamo fatto prima di rientrare a Tunisi.
Km 0

02/07

In mattinata partenza per Kairouan. Autostrada fino a Erfida ,poi statale P2 fino a Kairouan (che all’ultimo momento abbiamo deciso di saltare ), poi statale P3 fino a Sbeitla con sosta nel parcheggio delle rovine. Dopo aver pranzato abbiamo visitato il sito archeologico ampio ,completamente soleggiato ma molto bello.
Attenzione : ricordatevi di portarvi un cappello di paglia ampio ed una bottiglia d’acqua. Verso le 18.00 partenza per Gafsa sulla statale P3 deserta che attraversa piccoli villaggi poverissimi ( serbatoio del gasolio sempre pieno )-Proseguiamo per Metlaoui e Tozeur dove arriviamo verso le 20.00 con sosta al campeggio Beaux Rives circa 1km dal centro. Doccia , cena in un piccolo ristorantino e breve passeggiata in centro. Poi a dormire. Notte afosa 40°.
Km 400

03/07

Nel campeggio siamo solo 2 camper , nel pomeriggio arriverà Gianni con la famiglia con il quale programmeremo per il giorno successivo una gita alle oasi di montagna.
Il titolare del campeggio che parla correttamente l’italiano ci da delle preziose informazioni sui luoghi da visitare . Prendiamo una carrozzella ( 10 Dtn) ed andiamo a vedere il Belvedere, la Palmeraie, il quartiere vecchio con le sue caratteristiche case .
Nel pomeriggio sosta in campeggio con frequentissime docce per combatter il caldo
45° all’ombra !!!
Km 0

04/07

Partiamo verso le otto, per le oasi di montagna. Appena usciti da Tozeur , dopo una decina di km deviare a sx sulla P16 , sempre dritto e dopo una sessantina di km di deserto si arriva alla prima oasi, Chebika, che già si vede a qualche km di distanza.
Dopo aver “ assoldato “ due ragazzini come guardiani dei camper, ci inoltriamo nella gola ricchissima d’acqua e di palme, saliamo alla città vecchia ed acquistiamo per pochi dinari un sacco di rose del deserto. L’oasi è molto bella anche se piena di turisti che arrivano dalla costa con i tour a bordo di potenti fuoristrada ( 30 minuti di sosta e poi via alla prossima meta ). Noi ci siamo fermati 2 ore girandola con calma . Dopo aver recuperato i camper ci avviamo alla prossima meta Tamerza distante solo 10 km.
Al belvedere di Tamerza incontriamo quattro camper italiani e conosciamo MOHAMMED che ci farà da guida per il resto della giornata. La giornata è molto calda ma molto più sopportabile rispetto al giorno precedente per la presenza di una leggera brezza . Visitiamo il canyon, la palmeraie ,saliamo su un costone roccioso dal quale si vede tutta l’oasi ed alla fine facciamo un piccolo bagno ristoratore al laghetto della cascata. Sosta pranzo. Nel pomeriggio visita al vecchio villaggio e quindi partenza per l’ultima oasi Mides sul confine algerino. Il vecchio villaggio è abbarbicato in posizione spettacolare su un canyon che si può percorrere per un buon tratto su un sentiero a mezza costa. Sono già le sette di sera ed è ora di rientrare ma non prima di aver gustato un buon the offertoci dalla nostra guida. Tornati al campeggio di Tozeur doccia , cena quattro chiacchere e poi a nanna.
Km 150

05/7

Saldiamo il conto del campeggio (23 Dtn a notte) e con Gianni e la sua famiglia partiamo per Metlaoui, ritornando verso Gafsa sulla P3, per fare un giro sul famoso trenino Le Lizard Rouge. Questo trenino, costruito nel 1900 e ristrutturato percorre la Gola della Seldja con viste spettacolari fino alla miniera di fosfati . Dopo circa 2 ore si ritorna e dopo aver salutato Gianni riprendiamo la marcia verso DOUZ ritornando ancora una volta verso Tozeur e quindi verso Kebili sulla P16 costeggiando il Chott El Jerid. La strada è completamente asfaltata, sopraelevata ed attraversa un paesaggio lunare con una superficie completamente bianca per il sale e con l’acqua rossa per un effetto ottico.
Ci fermiamo a mangiare in un punto di ristoro lungo la strada e nel pomeriggio arriviamo finalmente a destinazione al camping Desert Club ( non è più gestito da un italiano ,ma da Ibrhaim che parla correttamente l’italiano.) Dopo cena visita al souq per il solito the e quindi a dormire.
Km 210

06/07

Questa notte abbiamo dormito al fresco (30°). La mattina è destinata ad un giro sul cammello che organizzano alla Grande Duna e che raggiungiamo con il camper.dopo aver contrattato il prezzo (5Dtn a persona ). Si parte per un giro di circa 1 ora . Verrete raggiunti da beduini a cavallo e su enormi cammelli bianchi per le immancabili foto (2Dtn).
La mattinata finisce ,per la gioia dei ragazzi ) con una cavalcata desertica con dei quoad che sfrecciano a velocità incredibile sulle dune del deserto con salti e curve da montagne russe .( 15 Dtn a moto per 1 ora). Pranzo in campeggio e pomeriggio in completo relax . Alle 18.00 andiamo con il camper a Zaffrane per vedere il tramonto.Il punto di partenza dei tours si trova alla fine del paese ( di fronte esiste un camping ). Affittiamo due carrozzelle trainate da due asinelli e ci addentriamo nel deserto per circa 1 km .Fotografie del tramonto a iosa . Notte in campeggio a DOUZ. KM 40

07/07

Giornata dedicata a Ksar Ghilane. L’oasi è raggiungibibile solo con fuoristrada ed è necessario contattare una delle agenzie di Douz. Noi abbiamo optato per la partenza all’alba e rientro dopo in tramonto(è possibile anche dormire).Sveglia alle 5,30 e partenza puntuale alle 6,00 con il sole che sorge.
La traversata diretta non è possibile durante il periodo estivo per le condizioni della sabbia per cui occorre seguire la vecchia pista lungo l’oleodotto. Il viaggio dura circa 3 ore con sosta per gustare una gallette appena sfornata ed un the nell’unica area di sosta lungo il tragitto. L’oasi, seppur molto turistica, rimane un piccolo gioiellino con la sua vasca termale nella quale è possibile fare un bagno rinfrescante all’ombra di una folta boscaglia di tamerici.
Appena arrivati ci siamo defilati per un giro a piedi sulle dune , piccolo pisolino ristoratore all’ombra dei tamerici , pranzo al ristorante ( ottimo il cous cous ) nel pomeriggio relax ai bordi della vasca con bagno finale nell’acqua calda .Verso le 18.00 partenza per il rientro; arrivo verso le 21.00 ,doccia ,cena e poi a letto.
Km 0

08/07

Partenza alle 9,00 destinazione Matmata. Saldiamo il conto del campeggio (23 Dtn a notte ), riempiamo il serbatoio di gasolio( attenzione : non ci sono distributori fino a Matmata ) e poi via lungo la strada C 105,completamente deserta e con un forte vento laterale che trasportava la sabbia sulla strada fino a nasconderla in certi tratti. Paesaggio stupendo in prossimità delle montagne . Arrivati in paese veniamo subito contattati da un ragazzo , Mustafa , berbero dagli occhi verdi , che ci farà da guida . Scendiamo in una delle famose case troglodite ancora abitata da una famiglia, che ci invita a bere il the e a mangiare una gallette appena sfornata e poi a visitare i vari ambienti interni .Pranziamo in camper nel parcheggio di un ristorante dove è possibile anche pernottare . Nel pomeriggio partenza verso il mare di Jerba fino a El Jof ,dove si traghetta, poi direzione El May, Midoun, Aghir e vi trovate direttamente in campeggio sul mare.
Km220

09-10/07

Sosta al mare. Il campeggio è in realtà un centro vacanze estivo per tunisini ed infatti eravamo l’unico equipaggio europeo. E’ molto caratteristico , tutto bianco ed azzurro , direttamente sul mare ( acqua sporca ) va bene per 2 giorni di relax- Breve uscita con il camper per fare spesa e per vedere velocemente Houmt Souk ,affollata all’inverosimile di turisti.
Km 45

11/07

Si riparte , meta gli ksour del sud. Dopo aver traghettato prendiamo la C108 fino a Medenine e quindi la statale P 19 fino a Tataouine per vedere il Museo ma c’è il mercato con una confusione incredibile e quindi decidiamo di proseguire . Visitiamo Ksar Ouled Debbab e quindi Ksar Ouled Soltane caratteristici per le loro” ghorfa “ tipici granai fortificati ( assolutamente da non perdere ).

Altra meta imperdibile è Douiret con uno ksar in rovina arroccato in cima ad un’altura, le case scavate nella roccia con i tipici motivi berberi dipinti alle pareti, la bianca moschea , le candide tombe dei marabutti ed un panorama circostante incredibile . Da favola!! Ci siamo fatti guidare da un giovane berbero che ci fornito ( in italiano ) preziose informazioni.
La meta successiva Chinini, si raggiunge facilmente attraverso una strada asfaltata in 30 minuti. Che dire ! Stupendo ! Seguendo la guida abbiamo percorso i vari sentieri , siamo entrati in una tipica abitazione berbera ( mia moglie ha pure indossato l’abito tipico delle donne ),siamo saliti alla bianchissima moschea dalla quale si gode un panorama superbo.

Dopo aver bevuto una gelata bevanda si riparte . A proposito : 45°!, sono tre anni che non piove ! La strada per Guermessa è tutta asfaltata ma siamo stanchi e proseguiamo sulla C 207 –C113 verso Metameur dove arriviamo al tramonto . Qui è possibile pernottare all’interno della ghorfa , salite in cima alla collina e chiedete al bar di aprirvi il cancello . Abbiamo dormito nel cortile in assoluta solitudine con la sola compagnia del proprietario che ci ha raggiunto in serata e che mi ha fatto fumare con la loro tipica pipa ad acqua in cambio di una fresca birra.
Km 350

12/07

Iniziamo il rientro verso Tunisi. Partenza verso le 9.00, sulla P1 direzione Gabes-Sfax su strada ben asfaltata e scorrevole .All’ora di pranzo abbiamo acquistato lungo la strada carne d’agnello fatta cuocere alla brace ( 1 kg =10Dnt) e frutta . Verso le 15.00 arrivo ad El Jem con sosta in ampio parcheggio proprio dietro l’anfiteatro ( possibile anche sosta notturna ).
L’anfiteatro ( il terzo in ordine di grandezza del mondo ) è ormai inglobato dalla città , ma mantiene comunque intatto il suo fascino. La prossima tappa è Monastir con sosta alla marina oppure come consigliatoci dalla polizia in P.zza 3 Agosto ( sul mare ) e per cena dell’ottimo briq ,tajine e casse-croute acquistati in un chiosco sul mare.
Km 365

13/07

Visita della città ( Ribat ,la Medina la Grande Moschea ed il Mausoleo di Bourghiba). Partenza per Nabeul ( camping Jasmine ) con l’autostrada.
Pomeriggio di riposo al mare.
Km 90

14-15/07

Sosta al mare per il giusto riposo con temperature finalmente gradevoli (30/33 G°). Ne approfittiamo anche per fare gli ultimi acquisti di ceramiche al souq.

16/07

La vacanza volge ormai al termine . Ripartiamo per vedere le ultime città romane- Autostrada fino a Bou Ficha poi Zaghouan sulla C133 fino ad El Fahs alla cui periferia sorgono i resti dell’antica città romana di Thuburbo Majus ( Campidoglio ,Foro,Tempio di Mercurio, portico dei Petroni ). Dopo la visita ripartenza per Dougga sulla C 28 fino a Mejez el Bab, quindi direzione Le Kef sulla P5 fino a Dougga. subito dopo Tebersouk.- Dopo il pranzo consumato nel parcheggio ( possibile sosta notturna ) iniziamo la visita della città dominata dall’imponente Campidoglio e da altri importanti monumenti fra cui uno splendido teatro. Il sito è veramente imponente e merita sicuramente una visita approfondita essendo anche quello meglio conservato. Sosta per un meritato rinfresco al bar e poi via verso Tunisi ritornando indietro sulla P5 fino al porto punico di Cartagine dove avevamo gia dormito in precedenza.
Km300

17/07

Sveglia alle 8.00 e dopo un’ora siamo al porto di La Goulette per prendere la nave Habib che ci riporterà in Italia. Disbrigo delle formalità doganali velocemente ed alle 13.00 si parte . Sulla nave siamo solo in una ventina di mezzi ed abbiamo tutto lo spazio per noi . Ne appro fittiamo : sole sul ponte , cena al ristorante e per finire notte in discoteca con musica tunisina.

18/07

Dopo un viaggio tranquillo , arriviamo a Genova verso le 14,30 , nessun problema in dogana né in autostrada .Dopo quasi un mese piove ! Prima di sera siamo a casa ,felici per la bella vacanza vissuta.
Km 200

Auguri a tutti di buon viaggio in Tunisia









     
 

E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2005 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - SiteMap