Per un corretto utilizzo del Forum prendere visione del REGOLAMENTO
>>> TORNA ALLA HOMEPAGE DI TURISMO ITINERANTE


Indietro   Forum TI > TUTTOTECNICA > Gli esperti rispondono > Batterie e dintorni
Forum FAQ Elenco utenti Calendario Segna tutti i forum come visitati

Batterie e dintorni Forum chiuso

 
 
Strumenti Modalità di visualizzazione
  #21  
Vecchio 24/11/2006, 09.10
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da bertolo
Chiedo gentilmente chiarimenti sul solver e sulla sua effettiva utilità.
Buongiorno,

mi scuso del ritardo nel rispondere al suo quesito.

Per quanto riguarda il solver, lo ritengo un prodotto molto utile.
Esso permette di evitare la solfatazione sulle piastre degli accumulatori. Ricordiamo che questo fenomeno avviene quando si lascia un accumulatore scarico o parzialmente carico.

Nel caso specifico dei mezzi ricreazionali dove l'accumulatore con sistemi standard viene ricaricato al 70%, il solver trova maggiore impiego.

Non abbiamo avuto la possibilità di testarlo, ma penso che collegandolo ai poli della batteria questo apparecchio lavori ad impulsi di frequenza, riuscendo cosi a disgregare l'ossido di piombo cristallino che si forma sulle piastre.

Concludo ribadendo che "generalmente" la batteria di servizio nei mezzi ricreazionali non viene sfruttata al 100% in quanto la carica non viene curata secondo i corretti parametri costruttivi.

Saluti,
Andrea Norscia
Proelkom
  #22  
Vecchio 24/11/2006, 15.40
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da claudioross
...attualmente ho equipaggiato il mio mezzo con:
- Batterie Exide Gel 1 x80 ah+1x120 Ah in parallelo tramite deviatore multibatteria;
- Solver installato su entrambe;
- Booster per la carica in marcia da 25 Ah;
- Pannello solare da 100 w
...
Buongiorno,

premetto che, con il serbatoio energetico e i dispositivi installati a bordo del suo camper, sicuramente riuscirà a ricaricare le batterie di servizio secondo parametri corretti di ricarica, che tradotto significa sfruttare realmente le batterie per la loro capacità dichiarata ma soprattutto contare su un serbatoio energetico reale da dove poter ricavare i giorni di effettiva autonomia sulla base dei suoi consumi giornalieri; penso tranquillamente lei possa stare fermo 4 o 5 giorni senza ausilio energetico esterno, logicamente avendo un impianto efficiente.

Vorrei consigliarle vivamente, quando le sue due batterie di servizio non saranno più buone di sostituirle con delle AGM, ma soprattutto di collegarle direttamente in parallelo evitando di installare parallelatori.
Come già detto in precedenza le batterie in parallelo raddoppiano la loro capacità, il discorso parallelo funziona egregiamente e senza controindicazioni, è solo un problema commerciale e di cattiva informazione.

Cosa molto importante, quando si collegano due accumulatori in parallelo, essi devono essere identici, stessa carica, capacità, tensione e tipologia costruttiva.

Ricavando i consumi medi giornalieri in Ah e sapendo la capacità delle nostre batterie di servizio riusciremo a ricavare la nostra autonomia utilizzando i soli accumulatori di servizio.

Per il discorso caricabatterie a 220 Volts, nelle precedenti abbiamo trattato questo argomento anch'esso merito di molte discussioni, la invito a leggerlo.

Altra problematica che lei ha sollevato, riguarda le batterie al Gel che l'hanno abbandonata dopo 20 mesi, come scritto in precedenza le batterie al Gel sono molto delicate nella carica e non amano ricevere numerevoli cicli di carica e scarica, ma più adatte a gruppi di continuità dove l'ausilio energetico dalle batterie è raro e per poco tempo, a tal proposito la invito a controllare che la tensione del Booster che ha installato non sia maggiore di 14,4 Volts, altrimenti le batterie potrebbero danneggiarsi nuovamente.

Saluti,
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com
  #23  
Vecchio 27/11/2006, 12.54
abefrancy abefrancy is offline
Utente
 
Data registrazione: 08/11/2005
Messaggi: 34
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Mi potrebbe cortesemente dire che sezione devono avere i cavi di collegamento per la 2° batteria servizi, tenendo conto che il tratto da fare è di circa 2 metri.
Grazie
Alberto
  #24  
Vecchio 27/11/2006, 14.23
appo appo is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 05/12/2005
Messaggi: 234
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Mi permetto di controbattere quanto il sig. Norscia sta dicendo sulle batterie al gel della Exide, avendoci lavorato nel passato e possedendole.
Ho utilizzato due batterie al pb/gel della exide per 5 anni e oggi continuano a funzionare, anche se ho venduto il camper, egregiamente, a sentire dal compratore. E cicli di scarica e carica ne hanno fatti almeno una cinquantina per anno.
Inoltre io le caricavo a 13,8 V perché ci ero obbligato dagli impianti di bordo ma la tensione della seconda fase di ricarica è funzione della temperatura esterna. 14,4 V corrispondono ad una temperatura di 30°; pertanto al di sotto dei 30° si può tranquillamente caricarle a tensione superiore.
Se ad esempio vengono caricate a 10° si può anche arrivare a 14,9 V e a 0° a 15,1 V.
  #25  
Vecchio 27/11/2006, 18.20
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da appo
Mi permetto di controbattere quanto il sig. Norscia sta dicendo sulle batterie al gel della Exide, avendoci lavorato nel passato e possedendole.
Buonasera,

premetto come sempre che ogni cosa nasce per un utilizzo ben preciso, e nessuno vieta di utilizzare dette "cose" per scopi diversi o similari.

Vorrei riconfermare quanto in precedenza affermato, cioè che le batterie AGM sono sicuramente più adatte per uso di servizio rispetto a batterie Gel.

Leggendo le schede tecniche delle batterie Gel e AGM notiamo che il rendimento in presenza di elevati cicli di scarica e carica anche profondi, le AGM hanno una durata è un efficienza superiore alle batterie Gel, soprattutto in presenza di carichi elevati, cosa da non sottovalutare.

Per quanto riguarda la tensione di carica delle batterie al Gel le confermo che per ricaricare queste tipologie di batterie abbiamo bisogno di una tensione di 14,4 Volts e assolutamente non superiore.

La tensione a cui lei fa riferimento, 13,8 Volts è definita tensione di mantenimento, cioè serve per mantenere in carica una batteria già carica.

I produttori di batterie espletano questi parametri nelle loro schede tecniche.

Vorrei far capire l'importanza di carica batterie di qualità e del variare della tensione in funzione della temperatura, partendo da quello che lei ha affermato, ovvero:

"Se ad esempio vengono caricate a 10° si può anche arrivare a 14,9 V e a 0° a 15,1 V"

Affermazione corretta, ma da spiegare meglio.

Partendo da un parametro di tensione corretto ed indispensabile per ricaricare una batteria al gel, 14,4 Volts possiamo affermare questo:

Se la tensione di ricarica non venisse automaticamente compensata in funzione della temperatura delle batterie stesse, finiremmo per avere una serie di fenomeni di sovraccarica o sottocarica con conseguente perdita di vita utile.

Un buon carica batterie è dotato di compensazione automatica di temperatura che ha il compito di correggere automaticamente il valore di tensione di ricarica, mantenendolo secondo parametri corretti (14,4 Volts), usualmente da -20°C a +60°C.

Se caricassimo una batteria al gel a 14,9 Volts, penso che si danneggerebbe irreparabilmente.

Saluti.
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com
  #26  
Vecchio 28/11/2006, 09.24
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da abefrancy
Mi potrebbe cortesemente dire che sezione devono avere i cavi di collegamento per la 2° batteria servizi, tenendo conto che il tratto da fare è di circa 2 metri.
Buongiorno,

Penso che per i consumi medi di un camper e per la distanza di 2 metri, bisognerebbe utilizzare cavi da 10mmq.

Saluti.
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com
  #27  
Vecchio 29/11/2006, 13.37
abefrancy abefrancy is offline
Utente
 
Data registrazione: 08/11/2005
Messaggi: 34
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Grazie per la sua cortese risposta. Ancora un quesito. Avendo 2 batterie con deviatore nautico e quindi usandone una per volta, è sensato nel momento in cui si viaggia tenere il commutatore settato sulla posizione con tutte e due le batterie collegate? o è meglio caricarle una per volta? Grazie ancora per la sua disponibilità.
Alberto
  #28  
Vecchio 29/11/2006, 17.42
gigi47 gigi47 is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 06/04/2005
Messaggi: 865
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Approfitto dell'occasione e dalla gentilezza del tecnico per togliermi un dubbio.

Si dice da più parti che le batterie devono essere caricate al 10% della corrente nominale, per esempio: una batteria da 100 A/h dovrebbe essere caricata con una corrente max di 10 A.
Dai post che ho letto vengo invece a scoprire che inizialmente possono essere pompate con 40 A.
Queste sberle elettroniche si possono applicare anche alle batterie volgari all'acido e piombo?
Se la risposta è no il booster non dovrebbe essere montato con le batterie d'avviamento, invece c'è gente che dice che si trova benissimo.......qual'è il segreto?

Grazie
__________________
Gigi47
  #29  
Vecchio 30/11/2006, 11.09
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da abefrancy
Avendo 2 batterie con deviatore nautico e quindi usandone una per volta, è sensato nel momento in cui si viaggia tenere il commutatore settato sulla posizione con tutte e due le batterie collegate? o è meglio caricarle una per volta?
Buongiorno,

per quanto riguarda il collegamento delle batterie noi consigliamo sempre il classico parallelo senza l'ausilio di staccabatterie o deviatori automatici.

Sicuramente è sensato caricarle insieme mentre si viaggia, perchè creiamo le condizioni del classico parallelo.

Nel caso in cui tramite uno staccabatteria si utilizzino gli accumulatori singolarmente e nel momento in cui verranno collegati in parallelo per la ricarica, andremmo a creare uno scompenso: le due batterie di servizio sicuramente presenteranno parametri di tensione e di carica disuguali, cosi facendo ignoriamo la principale regola del collegamento in parallelo.

Quello che le consiglio è di smontare i due accumulatori e caricarli con caricabatterie professionali in modo da accertarsi del 100% di ricarica, controllare l'efficienza delle stesse e poi rimontarle sul mezzo collegandole in parallelo e usando lo staccabatteria solo per scollegare i carichi quando lascerà il camper in rimessaggio.

Rimango a disposizione per eventuali ulteriori quesiti o problematiche.

Saluti.
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com
  #30  
Vecchio 30/11/2006, 11.53
Andrea Norscia avatar
Andrea Norscia Andrea Norscia is offline
Esperto
 
Data registrazione: 07/11/2006
Messaggi: 111
Predefinito Re: Batterie e dintorni

Citazione:
Originale inviato da gigi47
Si dice da più parti che le batterie devono essere caricate al 10% della corrente nominale, per esempio: una batteria da 100 A/h dovrebbe essere caricata con una corrente max di 10 A.
Dai post che ho letto vengo invece a scoprire che inizialmente possono essere pompate con 40 A.
Queste sberle elettroniche si possono applicare anche alle batterie volgari all'acido e piombo?
Se la risposta è no il booster non dovrebbe essere montato con le batterie d'avviamento, invece c'è gente che dice che si trova benissimo.......qual'è il segreto?
Buongiorno,

la regola principale per caricare una batteria nel modo più corretto possibile è 1/10 della capacità per 12 ore (di cui 1,5/2 ore di ebollizione per accumulatori AGM e Acido libero) quello che lei ha sentito è pura verità.

Per non danneggiare le batterie si deve rispettare la corrente iniziale massima di carica, che varia a seconda della tipologia costruttiva degli accumulatori è ovvio che in un camper dove abbiamo bisogno in breve tempo di ricaricare le batterie di servizio non possiamo applicare la regola, da dire anche che sul veicolo ricreazionale avviene una carica dinamica, cioè noi immettiamo energia ma allo stesso tempo la consumiamo.

Quindi la regola può essere sicuramente applicata sia quando non abbiamo fretta di ricaricare le batterie sia quando non applichiamo nessun carico mentre la stiamo ricaricando, ricarica statica.

La corrente massima iniziale di carica è riportata sulle targhette delle batterie, quindi bisogna fare bene attenzione a questo parametro altrimenti possiamo a lungo andare danneggiare l' accumulatore.

Visto che lei ha nominato il Booster vorrei anche far capire il reale funzionamento di questo oggetto perchè a mio parere il suo benefico funzionamento è stato poco recepito.

Il booster (i primi a portare questo prodotto sul mercato con nome diverso) non è altro che un caricabatterie mobile a due curve, che preleva energia dalla batteria di avviamento quando il mezzo è in moto e adegua i corretti parametri di tensione e corrente sulla batteria di servizio.

I principali parametri corretti per la ricarica delle batterie AGM ed ACIDO sono:
Tensione di carica 14,6 - 14,8 Volts l' alternatore fornisce 14,0 Volts
Corrente iniziale massima di carica (per AGM 100AH < 40A).
Il Booster da 25A fornisce max 25 Ampere l' alternatore in stato di batteria servizi scarica può fornire tutta la corrente a disposizione, ignorando il parametro fondamentale di cui sopra.

Vorrei anche dire che l'alternatore non a caso eroga questi parametri, ma è stato ben progettato cosi, tradotto ha una tensione corretta per mantenere in carica una batteria di avviamento che di regola viene usata solo per l'avviamento e dispone di una corrente ideale per soddisfare i consumi della meccanica.

Saluti.
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com
 


Utenti attualmente attivi in questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti
Modalità di visualizzazione

Regole messaggi
Puoi non creare nuove discussioni
Puoi non rispondere ai messaggi
Puoi non inviare allegati
Puoi non modificare i tuoi messaggi

Codice vB è attivato
Emoticons sono attivato
Codice [IMG] è attivato
Codice HTML è disattivato

Discussioni simili
Discussione Autore Forum Risposte Ultimo messaggio
Ravenna e dintorni bertolo Emilia Romagna/San Marino 4 04/04/2008 09.49
Batterie e dintorni admin Gli esperti rispondono 0 07/11/2006 17.49
Parma e dintorni ilciamper Emilia Romagna/San Marino 0 30/07/2006 22.56
Padova e dintorni picchio Veneto 25 08/06/2005 09.25
Voltaggio batterie normali e batterie ricaricabili Elfetto Fotocamere 5 07/06/2005 10.41


Tutte le ore sono GMT +2. L'ora corrente è 21.04.


vBulletin Versione 3.6.8
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd. Turismo Iinerante srl


E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2007-2008 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - Info