Per un corretto utilizzo del Forum prendere visione del REGOLAMENTO
>>> TORNA ALLA HOMEPAGE DI TURISMO ITINERANTE


Indietro   Forum TI > OPINIONI, SONDAGGI E CHAT > Camper che passione!
Forum FAQ Elenco utenti Calendario Segna tutti i forum come visitati

Camper che passione! La vita in camper

Rispondi
 
Strumenti Modalità di visualizzazione
  #1  
Vecchio 24/01/2007, 09.49
admin avatar
admin admin is offline
Paolo
 
Data registrazione: 23/01/2003
Luogo: Ancona
Messaggi: 1.674
Predefinito Egregio Signor Sindaco

Ricevo per conoscenza e pubblico volentieri la seguente lettera indirizzata al sindaco di Castiglion della Pescaia.
Questo Comune è già tristemente noto da anni per la sua ostilità dichiarata ai camper ed i fatti descritti dal nostro amico dimostrano che nel tempo non ha mutato il suo atteggiamento, anche in circostanze in cui un po' di tolleranza gioverebbe alle tasche degli esercizi commerciali del posto.

---------------------------------------------------------

Pergine Valdarno 9 Gennaio 2007
Al Sindaco del Comune di Castiglion della Pescaia
All’Assessore alla P.M.
All’Assessore al Commercio
Egregio SINDACO,

il mio nome è Alberto Scarselli, e le voglio raccontare il caso avvenuto di fresco a me che girellando una mattina capito in quel di Castiglion della Pescaia.
Era il 7 gennaio u.s., domenica, e con altri amici camperisti, reduci da una bella gita nelle tosche maremme, ho deciso di gustarmi una bella frittura di paranza o un fritto misto di calamari e gamberetti dal PIERBACCO o dal SAMUELE. In paese ho seguito la segnaletica che mi ha condotto all’area di sosta per camper, abbastanza lontana e scomoda da raggiungere a piedi. Appena giunto nell’area , con gli altri camperisti, l’ho trovata piena di una “etnia non italica”, e per non essere razzista non mi sono domandato se erano rom sinti o giostrai. Codesti signori avevano occupato la “piazza” con lunghi festoni di panni stesi ad asciugare, masserizie varie disperse negli spazi di parcheggio dei veicoli e roulottes di formato XXL sistemate in maniera da impedire il passaggio ad altri veicoli.Preso atto del tutto e considerato, cogli amici camperisti, assai “imprudente” lasciare i nostri veicoli incustoditi, soprattutto per ossequiare il dettato del Vangelo che ci invita a “NON INDURRE IN TENTAZIONE”, abbiamo fatto dietro-front e siamo ritornati in Castiglion della Pescaia. Ho trovato posto, con gli amici, nel grande parcheggio lungo il canale, per intendersi quello dove c’è il mercato il sabato. Il parcheggio era pressoché vuoto, c’erano 11 veicoli perché presumo che in bassa stagione Castiglion della Pescaia non sia affollatissima da orde di turisti e villeggianti, e dopo aver posteggiato i nostri veicoli, ci siamo avviati versi i ristoranti Perbacco e/o Samuele per controllare che fossero già operativi. Accertato che i ristoranti fossero aperti siamo ritornati ai veicoli pregustando di lì a poco l’agognata frittura. Abbiamo invece trovato la sgradita sorpresa di una multa di 36 euro per “sosta in spazio riservato ad altri veicoli” E’ chiaro che siamo subito ripartiti tutti per andare pranzare in posti più ospitali.
Egregio SINDACO, s’impongono alcune considerazioni:
la considerazione sull’aspetto FORMALE della multa la farò/faremo col Prefetto e/o col Giudice di Pace , ma le considerazioni sull’elasticità mentale, sul buonsenso e sull’opportunità le voglio fare con lei.
1)Il punto sosta per camper era inagibile, per i suesposti motivi, ma capisco benissimo che per i Comuni sia impossibile sanzionare le etnie non-italiche che, essendo senza fissa dimora e nulla-tenenti si fanno beffe delle multe e delle varie autorità che non riescono neppure a notificargliele.
2)Il parcheggio del mercato del sabato era vuoto, ripeto vuoto e sottolineo vuoto, in un periodo di bassissima , anzi infima stagione.
3) Non mi sembra una buona politica rinunciare all’apporto economico dei camperisti che mangiano, prendono il caffè e il gelato, comprano ricordini e prodotti tipici, tanto più in questo periodo di crisi per le attività commerciali e di somministrazione.
Egregio SINDACO la prego di considerare le suesposte considerazioni e spero che vorrà convenire con me che elasticità buonsenso e opportunità sono qualità utilissime per tutte le attività , dalla convivenza pacifica all’amministrazione della Cosa Pubblica, il tutto nel rispetto della Carta Costituzionale che garantisce la libera circolazione degli individui .
Con questo le porgo i miei saluti e mi firmo


Scarselli Alberto
Via del Colle 4
52020 Pergine Valdarno (AR)
__________________
Segui la pagina facebook di Turismo Itinerante per non perderti le news su eventi, fiere e manifestazioni turistiche!
https://www.facebook.com/turit.turismoitinerante/
Replica con citazione
  #2  
Vecchio 24/01/2007, 13.54
appo appo is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 05/12/2005
Messaggi: 234
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Citazione:
Originale inviato da admin
la considerazione sull’aspetto FORMALE della multa la farò/faremo col Prefetto e/o col Giudice di Pace , ma le considerazioni sull’elasticità mentale, sul buonsenso e sull’opportunità le voglio fare con lei.
Che dire: nel leggere questa frase ho raggiunto (si può dire?) un orgasmo.
Replica con citazione
  #3  
Vecchio 24/01/2007, 13.57
gigi47 gigi47 is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 06/04/2005
Messaggi: 865
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Il nostro amico ha commesso un errore, ha impostato l'arringa sul buon senso..........quando mai si è visto un politico col buon senso?
Ma a parte questo, la legge va rispettata e quindi il buon senso e l'elasticità mentale non conta.
E' sull'ordinanza che sfratta i camper che si deve puntare, se è vero che siamo catalogati come autovetture dobbiammo esserlo sempre non dove siamo accetti.
Ma questa è una discussione che abbiamo già affrontato, il risultato è che a Numana sembrava che avessimo vinto, poi il ricorso vinto dal comune........mi sembra di essere all'asilo Mariuccia.
Mi convinco sempre più che in Italia per essere rispettato si deve essere o danarosi o delinquenti.
Io propongo a tutti i camperisti di diventare RON, intestiamo tutto ai figli e facciamoci catalogare come "senza fissadimoranullatenenti" e poi facciamo quel che ci pare e piace.
Che ne dite?
__________________
Gigi47
Replica con citazione
  #4  
Vecchio 24/01/2007, 16.11
iz4dji avatar
iz4dji iz4dji is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 12/11/2006
Luogo: Pianoro - BO
Messaggi: 8.002
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Se poi certi politici fossero intelligenti, capirebbero che a fronte di un investimento irrisorio, si può creare un parcheggio per camper, a pagamento, con CS, vicino al centro abitato, e così oltre ad avere un ritorno con il pagamento della sosta, si avrebbe anche un ritorno per le attività economiche locali come ristorante, supermercato, bar etc...

Sottolineo che secondo me le AA dovrebbero essere sempre a pagamento, con tanto di biglietteria e sbarra automatica, principalmente proprio per evitare che si trasformino in accampamenti di nomadi. Non si può volere tutto gratis e oltretutto prossimo al centro, meglio pagare ma avere un posto piacevole dove fermarsi.

Poi secondo me, in tali AA dovrebbero passare quotidianamente i vigili a controllare che siano evitati comportamenti disdicevoli come la veranda aperta con sedie e tavolo, panni stesi, barbecue, schiamazzi vari etc... Potrebbero passare i cunei e le finestre in fessura.

Se voi abitaste affacciati su di un area piena di gente vociante che gioca a pallone, che chiacchiera fino a tarda ora sotto le verande, con puzza di barbecue, non vi darebbe fastidio?
Avere di fronte invece un parcheggio dove sostano educatamente dei camper, senza che si colgano troppo le attività svolte all' interno di questi, penso sia meglio digerito da chi abita vicino.
Poi per chi vuole fare anche vita all'esterno del mezzo, ci sono i camping che sono fatti proprio per questo.

Non bisogna scambiare le AA per campeggi a basso costo o adirittura gratis.

Il mio discorso esula senz'altro dal problema posto da Alberto Scarselli, con cui sono solidale, ma ho preso spunto per un ragionamento più ampio.
Per adesso ho risolto trascorrendo le ferie all estero dove hanno capito tutto ciò e da me ricevono mediamente 100€ per ogni giorno di vacanza, soldi che potrebbero andare nelle tasche degli Italiani, se fossero solo un pò più furbi e meno ottusi. Impariamo dai Francesi!
__________________
Tommaso, IZ4DJI
Replica con citazione
  #5  
Vecchio 24/01/2007, 16.36
Pierfranco avatar
Pierfranco Pierfranco is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 07/04/2005
Messaggi: 2.158
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Citazione:
Originale inviato da gigi47
Il nostro amico ha commesso un errore, ha impostato l'arringa sul buon senso..........
Ci sono tanti sindaci con la testa sulle spalle e molti che si sentono in cattedra.

Ci sono tanti vigili per i quali il solo fatto di indossare una divisa li fa sentire al fianco di quello che sta al piano Alto e con il quadernetto delle norme si sentono onnipotenti indipendentemente dal periodo in cui viene effettuata l'infrazione.

Probabilmente lo stesso vigile così ligio al dovere diventa un cag..sotto se il sindaco lo manda a far rispettare le regole ai senza fissa dimora........... o lo stesso sindaco si trova nelle stesse condizioni ........

Non è la contravvenzione che innervosisce è il vedere che tante volte manca da parte delle autorità la volontà di vedere e di far rispettare alcune regole ad alcuni....
__________________
Saluti Pierfranco
Replica con citazione
  #6  
Vecchio 24/01/2007, 17.17
gesa avatar
gesa gesa is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 28/10/2005
Luogo: Torino
Messaggi: 600
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Aspettiamo fiduciosi una risposta del sindaco, se mai vorrà darcela

Gerardo
Replica con citazione
  #7  
Vecchio 26/01/2007, 15.57
mars00 avatar
mars00 mars00 is offline
Utente Senior
 
Data registrazione: 19/11/2006
Luogo: Terni
Messaggi: 464
Predefinito Re: Egregio Signor Sindaco

Ciao a tutti
A proposito di castiglion della pescaglia, in primavera 2006 non ricordo il giorno, in uno dei soliti giri andiamo per fermarci, per prendere un pezzo di pizza, in un viale semideserto che ci potevano parcheggiare 3 tir di fianco. Non faccio in tempo a girare la chiave che arriva un vigile, dalla celerità credo che ci appostava per poi saltarci addosso, con educazione (almeno quella) ci invita a spostarci perchè era vietato parcheggiare. Credetemi la cosa mi ha suonato di appostamento come se fossimo dei lebrosi. Ho rimesso in moto e sono sparito niente pizza niente pranzo niente gelato e mi sono rifiutato perfino di visitare il paese se pur sembrava carinissimo.
Faccio presente che non passerò più da quel posto, forse al CAPOSINDACO farà piacere ma ai commercianti credo un pò di meno.
Conosco paesi che ci snobbavano poi cambiando modo di vedere il turismo ci hanno risanato le casse comunali. Un saluto a tutti i Sindaci pro camper.
Peppe
Replica con citazione
Rispondi


Utenti attualmente attivi in questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti
Modalità di visualizzazione

Regole messaggi
Puoi non creare nuove discussioni
Puoi non rispondere ai messaggi
Puoi non inviare allegati
Puoi non modificare i tuoi messaggi

Codice vB è attivato
Emoticons sono attivato
Codice [IMG] è attivato
Codice HTML è disattivato

Discussioni simili
Discussione Autore Forum Risposte Ultimo messaggio
Caro Sindaco... z u m Camper che passione! 14 22/10/2006 22.52


Tutte le ore sono GMT +2. L'ora corrente è 03.46.


vBulletin Versione 3.6.8
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd. Turismo Iinerante srl


E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2007-2008 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - Info