PDA

Mostra versione intera : Spia pieno acque grigie


walter1
28/06/2005, 13.16
sarà capitato anche a voi di riempire il serbatoio delle grigie fino in cima in modo che si accenda la spia rossa (almeno nel pannellino comandi del mio camper è così)

in tale caso si accende il terzo led verde, posso aggiungere 1 L ancora circa, si accende il led rosso del pieno, un altro litro inizia a uscire acqua dal foro della doccia :mad: ( camper in perfetto piano )

poichè ciò accade sempre nei momenti meno opportuni quando non si hanno gli occhi puntati al pannellino volevo aggiungere al led rosso un cicalino piezoelettrico di allarme (che ho già)

purtroppo però la potenza assorbita è troppa e non posso metterlo in parallelo al led, ci vuole un interruttore, pesavo di usare un transistor. peccato che le mie conoscenze di elettronica siano così scadenti che non sono riuscito a risolvere il problema, non funziona.

c'è qualcuno così gentile che mi fa un "progettino" con i vari componenti da usare ?

questi sono i dati che ho:
cicalino piezoelettrico 12v
tensione misurata tra i piedini del led acceso 0,45v
tensione tra negativo led spento e massa 2.36v
tensione tra positivo led spento e massa 3.45v

se avete necessità di altre info chiedete

murphie
28/06/2005, 20.00
da qualche parte ho un disegno per una cosa simile che ho fatto con un termometro per esterni che mi accende un led ad una temperatura di 3° (ma questa è un'altra cosa), ma pensavo che forse è piu semplice usare un relais con un diodo sul filo che arriva dal "sensore" del troppo pieno (altro non è che un contatto interrotto che si chiude con l'acqua); quindi relais con +12 e -c/diodo dal sensore, cicalino con - a massa e +12 a relais. Ops.. ma il cicalino è già modulato ? cioè colleghi 12v e suona ?

Un saluto.

Alberto-LC
29/06/2005, 09.08
c'è qualcuno così gentile che mi fa un "progettino" con i vari componenti da usare ?

Walter, ci tento ma non mi assumo responsabilità, sia per la spiegazione che per eventuali danni ... :proud:
Vedi anche lo schema allegato (così ci capiamo di più :happy: )
Il problema non sono le tensioni che hai misurato ma il modo di funzionamento dei LED che non lavorano in tensione ma in corrente. Vale a dire che emettono luce quando sono attraversati da una determinata corrente (solitamente tra i 10 ed i 20 mA). Con correnti inferiori non si accendono, con correnti superiori bruciano.
Per ottenere questa corrente si mette una resistenza tra il + ed il LED.
Per questo motivo non puoi attaccarti direttamente in parallelo al LED, prima di tutto perchè avresti una tensione molto bassa (come hai misurato tu) e poi perchè aumenteresti il carico di corrente in quel punto e quindi la tensione si abbasserebbe ancora di più :crazy:
In pratica, come vedi dallo schema, devi trovare quale sia la resistenza di quel LED e poi attaccare il cicalino in parallelo a tutto il gruppo LED+Resistenza, perchè solo lì avrai i 12V (circa).
Se veramente il cicalino è di quelli piezoelettrici (tipo quelli che si trovano sulle schede dei computer) il suo assorbimento è molto basso, quindi puoi metterlo tranquillamente in parallelo al gruppo, come indicato nello schema, perchè il driver del LED dovrebbe reggere anche i pochi mA aggiuntivi del cicalino.
Se invece dovesse assorbire di più dei classici 8-10 mA allora hai effettivamente bisogno di un transistor, però collegarlo è abbastanza complicato perchè bisogna capire come viene pilotato il LED (se viene collegato verso massa per accenderlo o se viene fornito il +12V): magari prova a misurare con LED spento la tensione di ogni piedino (separatamente) verso massa, così ci capiamo qualcosa in più.
Ciao.

walter1
29/06/2005, 10.35
grazie , sei stato chiarissimo.

il punto focale è proprio che le misure che ho fatto sono a led spento verso massa, quindi non c'è la connessione, come hai disegnato tu, tra massa e piedino positivo del led.
In effetti non ho pensato a cercare la resistenza a valle del led, lo farò.
(quando dici di misurare separatamente intendi dire dissaldando il led ? .... no vero :crazy: )

il cicalino è già modulato, se lo collego ad uno dei piedini led ( acceso o spento non fa differenza) e a massa suona, quindi bastano pochi volt e mA per attivarlo, viceversa (rispondendo a Murphy) non penso che ci sia corrente sufficiente ad attivare un relais per quello l'ho scartato a priori.

tra le altre cose sono convinto che il sensore troppo pieno sia anche posizionato troppo alto, possibile che bastano 2 L perchè mi fuoriesca acqua dallo scarico doccia ?
proverò a stendemi sotto e vedere se si riesce a modificare la posizione senza smotare il serbatoio, ma dubito :cry:
qualcuno ne sa di + ?

grazie ancora

Alberto-LC
29/06/2005, 11.01
il punto focale è proprio che le misure che ho fatto sono a led spento verso massa
Oppss ... come mio solito ho letto velocemente e avevo visto la prima riga in cui dicevi led acceso e ho riferito anche le altre misure a quella condizione. Come valori sono un po' strani, probabilmente c'è qualche transistor (o porta logica) che pilota il - (catodo) del LED. Solo che misurando con un tester digitale che ha un'impedenza d'ingresso molto alta, probabilmente quelle tensioni misurate sono falsate dalle correnti di fuga del transistor o della porta di pilotaggio del LED.

quindi non c'è la connessione, come hai disegnato tu, tra massa e piedino positivo del led.
Infatti ci dovrebbe essere la porta logica o il transistor che "pilota il LED".

quando dici di misurare separatamente intendi dire dissaldando il led ? .... no vero
No, assolutamente!:proud: Intendevo proprio le misure che hai già fatto, ogni pin verso massa. (e non tra un pin e l'altro)

se lo collego ad uno dei piedini led ( acceso o spento non fa differenza) e a massa suona,
Quindi se lo colleghi tra l'altro capo della R e l'altro capo del LED (cioè quelli NON connessi tra di loro, come indicato sullo schema) dovresti essere a posto. Fai solo attenzione alla polarità del segnale (+ e -) che colleghi al cicalino altrimenti, se la inverti, di solito bruciano :eek:

proverò a stendemi sotto e vedere se si riesce a modificare la posizione senza smotare il serbatoio
Di solito ci sono delle viti autofilettanti, avvitate nella plastica, a cui è collegato il filo. Basta metterne un'altra più in basso e collegare il filo lì (oppure lasciare collegata anche quella superiore, tanto sono in parallelo e fanno da sicurezza una con l'altra :happy: )

Facci sapere come va a finire :proud:
Ciao

murphie
29/06/2005, 12.12
per quanto riguarda ingegneria elettronica sono a 0 ma mi arrangio con soluzioni empiriche e in una modifica all'impianto d'allarme ho utilizzato un microrealis da 6v che eccita gia a 3 e ho ottenuto il risultato desiderato. Io di solito vado per tentativi e la fortuna aiuta gli audaci ma visto che Alberto se ne intende, meglio che ascolti i suoi consigli :).

Un saluto.

walter1
29/06/2005, 12.23
Come valori sono un po' strani, probabilmente c'è qualche transistor (o porta logica) che pilota il - (catodo) del LED. Solo che misurando con un tester digitale che ha un'impedenza d'ingresso molto alta, probabilmente quelle tensioni misurate sono falsate dalle correnti di fuga del transistor o della porta di pilotaggio del LED.


Infatti ci dovrebbe essere la porta logica o il transistor che "pilota il LED".

infatti c'è una porta logica e altri ammenicoli, il pannellino è complesso :(



Quindi se lo colleghi tra l'altro capo della R e l'altro capo del LED (cioè quelli NON connessi tra di loro, come indicato sullo schema) dovresti essere a posto. Fai solo attenzione alla polarità del segnale (+ e -) che colleghi al cicalino altrimenti, se la inverti, di solito bruciano :eek:

stasera riprovo



Di solito ci sono delle viti autofilettanti, avvitate nella plastica, a cui è collegato il filo. Basta metterne un'altra più in basso e collegare il filo lì (oppure lasciare collegata anche quella superiore, tanto sono in parallelo e fanno da sicurezza una con l'altra :happy: )

non vorrei forare malamente il serbatoio e ritrovarmi alla fine uno spandente, avrei così risolto ogni problema di troppo pieno, ma fa brutto andare in giro con la "traccia" :D



Facci sapere come va a finire :proud:
Ciao

certamente, se "va a finire" ...

Alberto-LC
29/06/2005, 12.37
non vorrei forare malamente il serbatoio e ritrovarmi alla fine uno spandente, avrei così risolto ogni problema di troppo pieno, ma fa brutto andare in giro con la "traccia"
Tranquillo ! :D Fai un piccolo forellino con il trapano, in modo che ci entri solo la punta della vite autofilettante e poi ce l'avviti dentro a forza e vedrai che non perde niente, nemmeno se si dovesse smollare leggermente la vite stessa per le vibrazioni.
Magari sulla vite, prima di avvitarla, dai una spruzzatina di spray al silicone (quello per le guarnizioni), così farai molta meno fatica ad avvitarla :proud:

walter1
29/06/2005, 14.01
per quanto riguarda ingegneria elettronica sono a 0 ma mi arrangio con soluzioni empiriche e in una modifica all'impianto d'allarme ho utilizzato un microrealis da 6v che eccita gia a 3 e ho ottenuto il risultato desiderato. Io di solito vado per tentativi e la fortuna aiuta gli audaci ma visto che Alberto se ne intende, meglio che ascolti i suoi consigli :).

Un saluto.

considerata la gentilezza e l'esperienza di Alberto preferisco seguire le sue dritte ...

non oso immaginare quanto possa costare quel pannellino se si dovesse fumare durante gli esperimenti empirici ... :cry:
sai comè ... devo pur difendere la reputazione dei genovesi :proud:

walter1
06/07/2005, 13.04
Facci sapere come va a finire :proud:
Ciao

è "andata a finire" che non sono riuscito a cavare il ragno dal buco :mad:

dopo altre misure, controlli, anche con la lente, per capire come dievolo è fatto il circuito del pannello, non sono riuscito ad ottenere nulla di utile, ho rinunciato, per ora.

invece, per quanto riguarda il "sensore" a vite del pieno nel serbatoio, nulla di fatto :mad:

essendo il serbatoio coibentato per l'inverno è totalmente rivestito di isolante spesso 3cm ogni tanto spunta uno o due fili elettrici ma dove siano collegati è un mistero, non sto certo a togliere l'isolamento per vedere ....

ma a sto punto "la domanda sorge spontanea", sul vecchio camper il serbatoio aveva una grande apertura a vite per ispezionarlo internamente ( e pulirlo, era riscaldato ma non so se isolato) , questo qui ha anch'esso una apertura , ma dove diavolo sarà :confused: :rolleyes:
e già ... :cry: