PDA

Mostra versione intera : Dubbioso e incerto inesperto


Luigi1941
26/03/2008, 20.14
Appunto per questo chiedo consiglio al Signor Norcia che ringrazio per tutto quello che finora ho potuto apprendere attraverso i Suoi preziosi interventi.
Sul mio Laika del 1998 la batteria di servizio è Pb/acido a scarica lenta da 110 Ah che ha un anno di vita.
Per averla sempre ben carica, quando sono in viaggio e in sosta libera per più giorni, ho deciso di montare il Booster F.P. da 25A della ProelKom.
Se dovessi un giorno, montare una seconda batteria , sarà sufficiente o preferibile il modello da 50A (ammesso che il mio alternatore abbia i 120 A di potenza necessari) ?

Spero così di avere più riserva di energia nei periodi di sosta libera.

Quando il mezzo è in rimessaggio ,per fortuna a casa mia , e collegato alla rete 220,l'alimentatore di serie si stacca tramite un relè , quando avverte la batteria come carica, ma attualmente la batteria a riposo arriva al massimo a
12,15V, ben lontana dai 12,8/13 suggeriti come ottimali.

Ingenuamente domando se non è possibile cambiare questo relè in modo che lo stacco avvenga quando la b. sia effettivamente carica.

Convinto dalla pubblicità, ho montato un Solver che rimane acceso finchè la batteria è sotto carica ,ma poi quando il carica batterie si stacca ,porta la b. a circa 12,48V e si spegne ; successivamente la b. si porta sui 12,55 circa e lì rimane.
Allora penso che quando avrò il booster montato tornerò a casa con la batteria ben carica , ma poi il solver me la riporterà a 12,55V e l'alimentatore di
più non carica e la b rimarrà nuovamente poco carica.
Cosa ne pensa signor Norcia ?..... qui ci vuole anche un carica batterie "intelligente"che faccia il mantenimeto.
Per ora non intendo spendere oltre , caso mai ,in rimessaggio, stacco il solver , se non è possibile cambiare il relè.
Spero di essere stato chiaro e non aver annoiato troppo .chiedo scusa e ringrazio anticipatamente per quanto vorrà suggerirmi .
Luigi

Andrea Norscia
27/03/2008, 15.54
Appunto per questo chiedo consiglio al Signor Norcia che ringrazio per tutto quello che finora ho potuto apprendere attraverso i Suoi preziosi interventi.
Spero di essere stato chiaro e non aver annoiato troppo .chiedo scusa e ringrazio anticipatamente per quanto vorrà suggerirmi .
Luigi

Buongiorno,

ringrazio Voi tutti e lo staff del forum, inoltre sono molto contento che questa iniziativa sia di Vostro gradimento.

Attualmente per rispettare la massima corrente di ricarica della sua batteria da 110AH, consiglierei di orientare la scelta sulla versione di Booster da 25A, in alternativa potrebbe prima installare e collegare due batterie della stessa tipologia e capacità in parallelo, per poi acquistare la versione di booster da 50A per avere una ricarica più veloce; in caso di installazione del Booster da 25A con due batterie da 100/110AH tutto sarebbe ok, ma con tempi di ricarica più lunghi rispetto alla versione da 50A.

La tensione a vuoto di una batteria deve essere di 12,8/13V, in caso contrario la batteria potrebbe essere scarica o danneggiata.
Cambiare o sostituire il relais, non porterebbe alcun beneficio, visto che il sistema a monte è un alimentatore e non un carica batterie in grado di ricaricare al 100% e con parametri adeguati la batteria di servizio; quello che posso consigliarLe è l'acquisto di un carica batterie automatico che gestisca correttamente la fase di carica; non voglio fare pubblicità ma mi permetto di divulgare che il nostro FP-15A che ha incorporato un tester per batterie; collegandolo alla batteria, attraverso la segnalazione di tre Led, esso legge la corrente assorbita dalla stessa indicandone all'utente il reale stato mettendo in condizioni chi opera con la batteria di sapere realmente se la stessa ha bisogno solo di essere ricaricata o cambiata.

Attenzione: La solfatazione nelle batterie è naturale e fisiologica, ovverosia più scarichiamo la batteria, più il processo di solfatazione sarà veloce; per eliminare questo processo dobbiamo semplicemente ricaricare la batteria con parametri corretti.

Il processo di riequalizzazione, (la batteria viene portata a 16,5V per due ore circa) che può essere effettuato solo nelle batterie ad acido liquido serve ad eliminare il residuo di un eventuale solfatazione.

Questo principio ha inizio con una tensione di 14,8V, infatti il Booster oltre a ricaricare al 100% la batteria di servizio elimina anche la solfatazione.

Saluti,
Andrea Norscia
Proelkom
www.proelkom.com (http://www.proelkom.com/)

Luigi1941
28/03/2008, 02.12
Ringrazio il signor Norcia per la sollecita risposta
Allora con il booster installato il solver diventa meno importate.
Decidendo di montare il caricabatterie che Lei cita, chiedo se sarà sufficiente
utilizzare un deviatore che lo colleghi alla rete 220 alternativamente allo
alimentatore esistente e poi collegare in modo permanente i cavi di uscita
+ e - ai morsetti della batteria,lasciando stare tutto il resto dell'impianto,
booster compreso.
Così facendo ci sarebbe il rischio di danneggiare il carica batterie quando funziona il booster e viceversa ?

Nuovamente ringrazio e saluto.

PS. Il booster funziona anche con batterie al gel senza bisogno di regolazioni ?