PDA

Mostra versione intera : pannelli solari promiscui


hycla
14/09/2006, 15.14
:(Ho un dubbio che mi piacerebbe risolvere con il vostro aiuto.
:proud: Ho una mega batteria dei servizi da 220 Ah (perch sono contrario alle doppie batterie e non mi piacciono i generatori) che ovviamente tende a scaricarsi per l'uso, (devo dire per che senza nessun tipo di carica tiene per circa una settimana).
Ho installato un pannello monocristallino da 100 W che pu solo rallentare la scarica.
Visto che mi regalerebbero 2 pannelli da 50 W/cad. Vi chiedo: questi si possono collegare in parallelo al primo anche se hanno caratteristiche diverse?
se si, i collegamenti come vanno fatti? dal 1 si entra sulla scatola del 2 ed infine dal 2 all'ultimo?
Vi ringrazio fin d'ora
Claudio

gigi47
15/09/2006, 12.05
X Hycla,
la prima cosa che devi fare controllare se il regolatore di tensione sopporta 200 W. credo di si ma in ogni caso controlla.
Il collegamento DEVE essere fatto in parallelo e possibilmente con un cavo di almeno 2,5 mm di diametro.
Il cavo rosso lo colleghi al "+" del I pannello da 50 W, lo colleghi al "+" del secondo pannello da 50 W. e sempre dal "+" con il cavo rosso, lo colleghi al "+" del pannello che hai senza staccare il cavo che esiste e va alla batteria.
Fai lo stesso col cavo nero ma sui terminali "-" (meno).
Se non sono stato chiaro fammelo sapere.

Roberto B.
15/09/2006, 13.47
Per mettere in parallelo i pannelli indispensabile mettere anche un diodo di potenza in serie al terminale del positivo.
SI perdono 0,7 volt ma si evita che vada a fluire tensione da un pannello all'altro se uno dei due rende meno.
Saluti Roberto

gigi47
15/09/2006, 16.27
Per mettere in parallelo i pannelli indispensabile mettere anche un diodo di potenza in serie al terminale del positivo.

Questo corretto se i pannelli ne sono sprovvisti, ma oggi tutti i pannelli fotovoltaici hanno un diodo di potenza per evitare questo inconveniente.
Quando smonti il coperchietto controlla se c' un diodo tra i morsetti, se non c' sarebbe meglio seguire il consiglio di Roberto.

hycla
18/09/2006, 14.11
Grazie a gigi47 e Roberto B. per la sollecita risposta, tutto molto chiaro, l'unico dubbio che avevo era sapere se si possono accoppiare pannelli fotovoltaici monocristallini con pannelli d'altro tipo. Ora non mi rimane che rimboccarmi le maniche...
Saluti Claudio

gigi47
18/09/2006, 16.20
.....l'unico dubbio che avevo era sapere se si possono accoppiare pannelli fotovoltaici monocristallini con pannelli d'altro tipo.

Ci sono due differenze tra i monocristallini e gi amorfi.

L'amorfo produce pi energia se in ombra o con poco sole, in compenso deperisce in max 20 anni.

Dal punto funzionale non cambia nulla tranne che vedrai la potenza diminuire del 20% ogni anno dopo il ventesimo.

Buon lavoro

hycla
19/09/2006, 14.57
Ciao gigi47, ho appena letto la tua precisazione e mi verrebbe voglia di affibbiarti un nomignolo tipo "gigi47 l'enciclopoedia tecnica..." :D

ma tornando all'argomento ti chiedo maggiori dettagli: il decadimento del 20% annuo parte da 20 compleanno di questo tipo di pannelli? o come forse intuibile inizia dopo qualche anno e si manifesta decisamente intorno ai 20 con quel 20%...?
P.S. quest'anno non sono voluto andare a Rimini proprio perch sono in netto contrasto con certe tendenze costruttive, condivido appieno le tue osservazioni in merito.
Saluti Caudio

bagnatozuppo
21/09/2006, 15.56
L'amorfo produce pi energia se in ombra o con poco sole, in compenso deperisce in max 20 anni.
Ma siccome tra vent'anni le pile a combustibile te le tireranno appresso o si saranno inventati chi sa che, o magari non ci sara' piu' una goccia di petrolio per fare andare i nostri barattoli:mad: .... KETTEFREGA :D
A me sti regali di pannelli solari non li fanno mai pero'... :rolleyes: :(
Tocca frequentare piu' gente

gigi47
21/09/2006, 23.01
ma tornando all'argomento ti chiedo maggiori dettagli: il decadimento del 20% annuo parte da 20 compleanno di questo tipo di pannelli? o come forse intuibile inizia dopo qualche anno e si manifesta decisamente intorno ai 20 con quel 20%...?

Il decadimento del 20% immediato (nei primi due mesi di vita), ma su questo non devi preoccuparti perch inizialmente la potenza maggiorata, per esempio: un pannello da 40 W dichiarati nasce con una potenza effettiva di 48 W.
Durante i primi 20 anni di vita sono garantiti per una perdita max di un'altro 20%, dopo i 20 anni il decadimento veloce ma oggi danno una vita di 30 anni, chiaramente dopo i 20 a potenza ridotta.

Il problema principale dei pannelli a cristalli amorfi la ridotta potenza, a parit di dimensioni producono la met di quelli poli o monocristallini, con l'attuale esigenza di corrente, devi mettere tre pannelli amorfi al posto di uno monocristallino da 120 W.

Il monocristallino produce per 30 anni senza perdere potenza, ma basta un quarto di area in ombra per vedere scendere la potenza del 50%.

Fai un esame di come pratichi il turismoitinerante e decidi cosa prendere.

Sul sito www.ecorete.it (http://www.ecorete.it) trovi tutte le spiegazioni che vuoi, ci sono i prezzi e puoi comperare on-line, a titolo informativo, un amorfo da 40 W costa 160 , mentre uno da 100W monocristallino ne costa 528.

Per chi ha spazio sul tetto e ama fare le settimane bianche consigliabile montare l'amorfo, con giornate nuvolose ha un rendimento maggiore del 15% rispetto agli altri.

Spero di esserti stato utile.