PDA

Mostra versione intera : Collegamento 2^ batteria


murphie
16/11/2005, 19.58
Ho installato sotto il sedile passeggero (meccanica Ducato) una 2^ batteria da avviamento da 100/800 A che utilizzo solitamente per l'inverter e per un eventuale avviamento di emmergenza mediante la presa che si trova appunto sotta al sedile (ovviamente modificata) e vorrei collegarla alla batteria dei servizi in caso di bisogno mediante pinze adatte e cavi da 6mmq, ci sono problemi dovuti al fatto che una è al gel e l'altra no ? che una è scarica e l'altra no ?

Un saluto.

Alberto-LC
16/11/2005, 23.23
vorrei collegarla alla batteria dei servizi in caso di bisogno mediante pinze adatte e cavi da 6mmq, ci sono problemi dovuti al fatto che una è al gel e l'altra no ? che una è scarica e l'altra no ?
Da quanto dici e se ho capito bene io, i problemi che vedo in quello che vuoi fare sono ben altri :eek:

- Se non usi un collegamento fisso ma i cavi con le pinze, se per caso si stacca una delle pinze del polo positivo e questa finisce su una parte metallica (e quindi a massa) fai un botto che non finisce più con relativo rischio (molto elevato) di incendio !!! :eek: E basta inciampare un attimo nel cavo o tirarlo leggermente per far staccare una di quelle pinze !

- Collegherai la seconda batteria alla prima al bisogno, cioè quando la prima è scarica !! Ma in questo modo la batteria scarica tentarà di ricaricarsi assorbendo corrente dal quella carica e scaricandola in breve tempo !!!

In sostanza mi sembra che quello che vuoi fare non sia molto utile ed abbia notevoli rischi per voi e per il camper.
O magari non ho capito niente io dalla tua spiegazione un po' sintentica ?? :confused:

murphie
17/11/2005, 10.13
Hai capito benissimo ed effettivamente hai ragione, quindi la cosa migliore da fare sarebbe un collegamento fisso in parallelo con eventualmente uno e due (1 per batteria) interruttori bipolari da 20 A.
Ti ringrazio per l'aiuto ma sai con questo tipo di collegamento ho sempre avuto dei dubbi.

Un saluto.

Alberto-LC
17/11/2005, 10.55
uno e due (1 per batteria) interruttori bipolari da 20 A.
Si, questa è una soluzione. Altrimenti puoi usare un commutatore a zero centrale (quelli con la scritta 1-0-2) con cui selezionare la batteria da usare (e anche da ricaricare). Forse costa meno dei due interruttori separati.
In ogni caso metti un fusibile da 20A sul cavo del positivo di ogni batteria, molto vicino al polo positivo della batteria.

murphie
21/11/2005, 16.34
Ieri mi accingevo a fare i collegamenti delle datterie e mi è venuto lo scrupolo di guardare i livelli dei liquidi :eek: e ho avuto alcune sorprese. A parte il livello che ho dovuto rabboccare ( alla faccia del "senza manutenzione" ) sia nella batteria motore che in quella della cellula, la seconda era posizionata in modo vergognoso, con una differenza di livello dx/sx di 5 cm e fronte/retro di 3 cm con lo spigolo più alto che non permetteva il libero scorrimento del sedile. Ho dovuto smontare il sedile, togliere la piastra messa come basamento (gia rovinata dalla fuoriuscita di acido), pulire le ossidazioni sparse sotto il sedile e fissare "a modo mio" la batteria in posizione corretta. Non avrei mai creduto che un allestitore potesse fare una porcheria del genere un quanto ho rischiato di ritrovarmi un "sedile elettrico" con i poli che sfiorafano i supporti elle molle. Ero inoltre convinto di avere una batteria a scarica lenta (o perlomeno dedicata) mentre me ne sono ritrovata una da avviamento 100/640 A. Totale del rabbocco Lt. 1.

Un saluto.

francato
21/11/2005, 22.34
Ciao Luca
quanto dice è davvero sconcertante!
Non ho problemi a crederti ma, la batteria, era fissata su un supporto piano o si è mossa perchè libera di farlo? La quantità di liquido immessa è tantissima e vuol dire che la batteria era praticamente secca e, quanto fuoriuscito, avrà intaccato anche la zona di fissaggio del sedile sul piano cabina. Penso sia meglio smontare tutto e fare un'accurata indagine al fine di non trovarti seduto sull'asfalto. Se poi, sempre la batteria, è stata a secco pr lungo tempo preparati a sostituirla.
Ma che mezzo hai?
Auguri

murphie
22/11/2005, 10.42
Grazie Alessandro per gli auguri, senza saperlo stavo facendo il collegamento con la 2^ batteria (pensavo ...non si sa mai...). La batteria era fissata su di un supporto metallico ma l'installatore non ha tenuto conto della differenza di livello del telaio al quale si è attaccato. Il liquido aggiunto è stato di 1/2 Lt. per ogni batteria (1 Lt. totale) e la quantità fuoriuscita non ha intaccato altro che il supporto e sporcato la gomma sottostante, non è finito sotto in quanto le viti che lo fissavano al telaio erano ben strette e hanno fatto tenuta con la gomma. In ogni caso dovrò creare uno sfiato esterno collegato alle batterie: appena ho un attimo sondo le aperture.
Ma che mezzo hai? Ho un CI Carioca 15 che anche se "economico" non dovrebbe avere questo tipo di lacune, spero di non trovarne altre.

Un saluto.

FRANCO69
22/11/2005, 12.29
SOS
ho da pochissimo acquistato il mio primo camper (usato) un auto roller 7.
Questo ha la batteria dei servizi sotto il sedile lato passeggero; visto che la batteria ha già 5 anni, volevo sostituirla con una nuova da 100A. la sostituzione non dovrebbe crearmi problemi, perchè basta togliere la vecchia e mettere la nuova, ma con l'occasione volevo mettere la seconda batteria.
questa la metterei sotto il sedile DEL LATO GUIDATORE.
il collegamento lo fare direttamente in parallelo, collegando il polo - della IIa batteria con il - della Ia batteria, ed idem con il +.
Tutto qui? posso fermarmi? oppure conviene mettere qualche commutatore? ho letto di qualcosa tipo 1 0 2 ..... ma in questo caso come è fatto il commutatore, e dove lo collego?
scusate ma in materia di camper sono assolutamente un neofita.
grazie
franco

murphie
22/11/2005, 14.03
Franco, le batterie vanno collegate in parallelo cioè + con + e - con - in modo da aumentare gli ampere e dovrebbero per sicurezza essere divise da un commutatore/deviatore o interruttore in modo che se te ne guasta 1 hai sempre l'altra disponibile. Puoi trovare questi commutatori nei negozi di accessori per camper e nautica.
Personalmente sto intallando 2 interruttori magnetotermici da 20 A, quelli che si usano nei quadri elettrici (7,50 E. cad) che sostituiscono anche l'uso del fusibile.

Un saluto.

FRANCO69
22/11/2005, 15.44
Ciao luca,
quindi posso procedere all'installazione. Il discorso dei magnetotermici come funziona? qual'è il loro scopo? non ne so molto di queste cose.....in pratica mi spieghi come li monti? forse si interpongono al cavo del + della batteria?
ciao e grazie

Alberto-LC
22/11/2005, 16.10
Il discorso dei magnetotermici come funziona? qual'è il loro scopo? non ne so molto di queste cose
Come ho già consigliato più volte, state molto attenti a giocare con le batterie, se non sapete esattamente quello che state facendo può essere molto pericoloso :eek: :cry:
E' vero che anche alcuni elettrauto (o sedicenti tali) possono fare dei lavori peggiori dei nostri, ma almeno in quel caso i danni li pagano loro (o almeno dovrebbero...) :cool:

murphie
22/11/2005, 17.30
Franco, siccome ho letto solo ora l'altro messaggio
Re: GPL e freddo
...non penso proprio di riuscire ad installarlo da solo, perchè sono assolutamente impedito in lavori manuali.
ti sconsiglio di cimentarti in quest'opera perchè se sbagli i collegamenti fai un bel botto:eek:, meglio andare da chi se ne intende un pochino, il lavoro è abbastanza rapido per un elettrauto e se gli compri 2 batterie da 100A ti può fare un buon prezzo, chiedi un paio di preventivi in giro e vedrai che alla fine non risparmi più di tanto ( 1 ora di tempo costa 35-40 euro ).

Un saluto.

FRANCO69
22/11/2005, 17.33
Alberto, ti ringrazio per il consiglio, ma il fatto di non sapere se il collegamento in parallelo sia sufficente e/o si debba utilizzare qualche altro accessorio, non significa non sapere le nozioni base per operare in assoluta sicurezza. Personalmente quando lavoro con le batterie stacco il polo negativo dalla batteria e lo isolo con un apposito "cappello" in plastica.... idem poi per il positivo. I collegamenti tra + e + fra le 2 batterie vengono effettuati con tutte le precauzioni del caso: compresi la scelta dei cavi e le modalità di fissaggio. L'unica cosa che non so, è appunto se basta collegarli in parallelo o se si debba inserire altri apparecchi...ed in quel caso come inserirli.
Ciò nonostante se mi dovessi rendere conto che l'operazione non è alla mia portata mollo tutto. Non mi è mai successo di "provare" e poi rompere qualche cosa....ma mi è successo di "provare" e non riuscire...in quel caso affido il tutto a personale del mestiere.

Alberto-LC
22/11/2005, 18.24
Personalmente quando lavoro con le batterie stacco il polo negativo dalla batteria e lo isolo con un apposito "cappello" in plastica.... idem poi per il positivo.
Bravo ! :pace: Questo è il metodo giusto, sei sulla buona strada :proud:

murphie
22/11/2005, 20.45
Franco, l'uso del magnetotermico da 20A (indipendentemente da chi lo monta) impedisce sovraccarichi e cortocircuiti (salta) evitando di sostituire il fusibile.
Detto interruttore è un bipolare e stacca/attacca entambi i poli (+ e -) e va posizionato il più vicino possibile alla batteria in modo da proteggere tutta la "linea".
L'uso del magnetotermico non è una regola, ci sono altri sistemi tecnologicamente più avanzati e con cambio batteria automatico sia nell'uso che nella ricarica, questa è solo la mia esperienza. Spero di esserti stato utile.

Un saluto.

FRANCO69
23/11/2005, 12.49
luca,
ottimo, grazie...sei stato esauriente.....penso seguirò la medesima strada, anche perchè ho sentito altri che hanno fatto allo stesso modo.
ciao

FRANCO69
23/11/2005, 17.37
Ho appena sentito un mio cliente che dice di potermi procurare il magnetotermico da 20 A ad euro 10,00.
ok, in settimana acquisto le 2 batterie da 100A e le monto......sul camper ovviamente! :hyper:
ciaooooo

murphie
23/11/2005, 20.24
... si aggiunga due piccoli particolari...

i magnetotermici sono 2 ( 1 per batteria)
ho acquistato i sopraindicati da 20A a 7.50 cad. in negozio e senza sconto
sei sicuro che sia un tuo cliente e non tu il suo ?:D
A titolo informativo ho acquistato l'anno scorso 1 batteria da 100A da avviamento non di marca a 80 euro.

Un saluto.

francato
24/11/2005, 09.24
Ho montato anch'io i due magnetotermici bipolari per sezionare le due batterie ma non credo siano la migliore soluzione. I magnetotermici normalmente in commercio sono adatti a lavorare in corrente alternata e non continua come serve a noi e, in certi casi di effettiva emergenza, non intervengono. Bisognerebbe utilizzare quelli specifici per correnti continue e usati, per esempio, nella nautica; difficilini da trovare e più costosi. Si possono comunque ordinare o aggiungere anche un adeguato fusibile.

X Franco: se hai bisogno di vedere e visto che siamo concittadini potremmo incontrarci!

Saluti a tutti

FRANCO69
24/11/2005, 10.09
luca,
effettivamente è strano che tu li abbia pagati meno..... forse però sono diversi... può essere che ci siano di diversi tipi?

Alberto-LC
24/11/2005, 10.53
I prezzi dei magnetotermici possono essere anche abbastanza differenti da una marca all'altra appunto per la differente qualità costruttiva.

Come ha sottolineato francato, fate attenzione ad usare magnetotermici previsti per l'uso in alternata su carichi in continua. Avevo scritto un posto nel vecchio forum per questo fatto, se volete leggerlo lo trovate qui. (http://www.turismoitinerante.com/forum/messages/23/53354.html?mercoled19mag200413 10#POST47769)

FRANCO69
24/11/2005, 15.42
Francato,
grazie 1000 della proposta, ma devo portare il camper a far revisionare la stufa e con l'occasione porto anche le 2 batterie da chi mi fa il lavoro. Questi si occuperà di montarmi anche il megnotermico ed un interruttore che se non ho capito male ha la funzione 1 0 2.
Lunedi prossimo gli consegno il camper.
grazie ancora dell'offerta....molto gentile.

FRANCO69
02/12/2005, 17.08
Novità....allora,
ho acquistato 2 batterie da 100A della EXIDE (mi dicono essere un'ottima marca) inoltre ho acquistato un apparecchio elettronico che prende i 12V in entrata ed ha il compito di gestire la carica delle 2 batterie. Inoltre, se non ho capito male, dovrebbe occuparsi anche della gestione relativa ai consumi: cioè nel momento in cui una batteria scende sotto un determinato voltaggio, allora mette in uso l'altra.
Domani proverò a montare il tutto assieme ad un amico camperista da anni, che viene ad installarmi il II° serbatoio.

momo
02/12/2005, 18.36
Ciao a tutti. Io lavoro in BTicino e mi sono un pò informato sui magnetotemici-differenziali.
ATTENZIONE: la parte "differenziale" funziona solo con la corrente alternata poichè la continua non sarebbe in grado di generare il corretto campo magnetico nella bobina per farlo scattare. Può servire come interruttore manuale e come protezione termica (ma giustamente è tutto da vedere i tempi di intervento e le dimensioni dei cavi). Ci sono degli appositi apparecchi per il 12V continui, ma nella fattispecie và benissimo un banale fusibile. Ciao, Mauro

francato
02/12/2005, 19.20
Ciao Momo e grazie della tua testimonianza,
effettivamente un fusibile è più semplice, sicuro ed economico.
Mi sembra però che, in nautica, siano usati dei magnetotermici come sezionatori e/o disgiuntori termici e che siano prodotti dalle più importanti case del settore tra le quali anche la Ticino e omologati dal Rina. Ricordo che sono costosi e difficili da reperire.
Saluti

momo
05/12/2005, 00.48
Ciao Francato. Prometto che mi informerò e girerò per i vari cataloghi BTicino e poi farò sapere. Ciao

burki
08/12/2005, 22.40
ho acquistato 2 batterie da 100A della EXIDE

Per curiosità...quanto le hai pagate?

FRANCO69
12/12/2005, 11.13
Burki,
ho pagato euro 100,00 all'una.... ho potuto verificare 1 solo negozio, dove dandogli il modello esatto della batteria riusciva a procurarla ad euro 155,00...e sembrava mi facesse uno sconto esagerato!!!
cmq voglio informarmi meglio sul prezzo, per capire se c'è convenienza o meno ad acquistarla da questa persona...anche perchè dovrei prenderne altre 2 per altrettanti amici!!

FRANCO69
12/12/2005, 11.21
Domanda:
come già scritto, ho installato 2 batterie da 100A nuove (:hyper: ), assieme ad un apparecchio che ha la funzione di caricarle separatamente. Inoltre anche la scarica viene gestita separatamente, nel senso che appena una batteria stà per arrivare al di sotto di una particolare soglia, automaticamente le utenze passano all'altra batteria! Mi sono accorto che se controllo la carica della batteria dalla centralina del camper mi da 3/3...tutto ok....se però accendo 2 o 3 luci, subito scende a 2/3...e se accendo tutte le luci del camper, compresa la ventola della stufa, passa ad 1/3....è normale? Io pensavo che per un pò di tempo, pur con tutte le utenze accese, cmq dovesse rimanere ad 2/3, e non scendere ad 1/3....!!??:crazy: Nel caso in cui questo sia normale, senza pannelli solari, tenendo accesa la stufa + televisore + luce quanta utonomia (circa) ho ? Qualcuno ha idea?
ciao e grazie
p.s.
Ovviamente quando mi segna 1/3 si riferisce sempre ad una singola batteria, poichè l'apparecchio collegato pilota sempre il carico verso 1 batteria alla volta.....spero di essermi spiegato!

FRANCO69
22/12/2005, 18.27
Please...qualcuno ha letto il mio post :o ? Sa darmi una risposta? :hyper: ... pago caffè.... :pace:

miggi
22/12/2005, 19.30
Ciao Franco69 ,ho una disposizione come la tua e credo anche l'apparecchio che smista le batterie credo sia lo stesso .Non ho il televisore ,o meglio lo uso solo per il telegiornale e tuttavia ,pur partendo con 3/3 ,subito dopo aver acceso le luci e la stufa passa a 2/3 ma non scende mai sotto (ma forse non faccio testo perchè ho il pannello e mi muovo spesso).Tieni presente che gli indicatori si basano sulla differenza di potenziale ai morsetti delle batterie e ,a riposo ,è facile che diano 3/3 .Purtroppo ciò non è sufficiente a dare indicazioni reali sullo stato di carica .L'argomento in passato è stato dibattuto ampiamente su questo forum con riferimento al tipo di batterie ed al modo di caricarle .A proposito ,tu come le carichi ?Saluti Giuseppe

gigi47
22/12/2005, 19.57
Franco69, probabilmente nessuno ti ha risposto per due motivi:

ci vorrebbe un corso accellerato di elettrotecnica applicata;
la cosa è stata discussa per parecchio tempo nel forum precedente.

Cercherò di essere breve.
Alla prima domanda potrebbero esserci due motivi (se le batterie sono nuove), le batterie che non sono completamente cariche o il circuito che comanda l'accensione dei led che non funziona tanto bene.
In entrambi i casi la soluzione è "una taratura dei circuiti" nel senso che nel primo caso si deve tarare la tensione di soglia della max carica che fa scattare il relè per il cambio della batteria, (probabilmente è tarata ad una soglia inferiore) nell'altro caso si deve regolare la sensibilità del comparatore.
Come vedi sono cose alle quali serve attrezzatura e esperienza.

Per capire se dipende dal regolatore di tensione puoi fare questa prova:
ti procuri un tester e misuri la tensione della batteria che è appena stata caricata. Dovrebbe darti una tensione di ca. 12,6-12,7 V. se la tensione è inferiore vuol dire che il caricatore scatta prima del raggiungimento della max carica.

Seconda domanda.
C'è una legge matematica in elettrotecnica che è fondamentale, la legge di Ohm. Questa determina che in un circuito elettrico, ci passa 1 Ampere se si ha una resistenza di 1 ohm e una differenza di potenziale di 1 Volt.
Da questo epitaffio si ricava la famosa formula V=R*I da qui si ricava la formula della potenza che è W=V*I ovvero W=R*I2 (I al quadrato)

Cosa serve tutta questa epitaffiata? per farti fare due calcoli, hai una batteria che può fornire 100 Ampere in un'ora, questa batteria ha una tensione nominale di 12 V. , quindi tutte le utenze funzionano a 12 V.
Per capire quanto tempo può durare la batteria cosa devi fare?
Devi calcolare il max Wattaggio che vuoi utilizzare e dividerlo per 12V. ottieni in questo modo la corrente che la batteria deve erogare per far funzionare il tutto. Per esempio, se hai un utilizzatore che ti consuma 300 W vuol dire che hai bisogno di 300/12 = 25 A. Se la tua batteria può fornirtene 100 A/h vuol dire che 100/25=4 . Con quel tipo di carico la tua batteria durerà 4 ore.
Calcola quanti Watt ti servono per ciò che vuoi tenere acceso e ...........capirai che forse è meglio spegnere qualcosa.:D

Luigi_B
22/12/2005, 20.05
Per Franco69
Ciao quello che ti accade non è per niente giusto, sembrerebbe che ci sia qualche cosa in serie alle batterie che provoca una caduta di tensione e quindi al carico (cioè alle lampade e alla stufa arriva una tensione più bassa).
le cause secondo me possono essere le seguenti:
1-qualche collegamento lasco (es morsetti poco stretti) o filo che porta / preleva tensione dalle batterie troppo sottile
2-l'apparecchio che hai montato ha uno shunt di corrente di valore resistivo troppo elevato per i tuoi assorbimenti e quindi una parte della tensione cade su questo shunt
3-il rilevatore di carica è starato e non ti da un valore corretto.
se hai un testetr collegalo in parallelo ad un lampadina accesa e accendi altre lampade e anche la stufa e verifica per ogni accensione di quanto la tensione si abbassa.
l'apparecchio che effettua lo scambio delle batterie è appositamente progettato per l'utilizzo che gli fai fare o no? cioè può gestire anche grosse correnti?
infine per tagliare la testa al toro togli l'appareccio e verifica se con più carichi accesi la tensione delle batterie rimane stabile.
ciao e buone feste
Luigi_B

murphie
22/12/2005, 20.17
Il fatto è dovuto al calo di tensione che si ha accendendo le utenze, infatti se torni a spegnerle vedrai ritornare a 3/3 l'indicatore, è normale. E' anche possibile che le batterie non siano cariche al 100% e con il freddo perdano qualcosa, verifica quanto carica il caricabatterie dalla cellula leggendo la targhetta con le caratteristiche.

Un saluto.