Beats By Dre Black Friday North Face Jackets Black Friday Beats By Dre Cyber Monday Lululemon Black Friday Michael Kors Cyber Monday Michael Kors Cyber Monday Michael Kors Black Friday

McLouis, Elnagh e Mobilvetta 2015: tutte le novità tecnologiche e di gamma

Nuova tecnologia costruttiva e una nuova gamma di mansardato che verrà presentato in anteprima in fiera a Parma.

Sono tante le novità che il Gruppo SEA ha pronte per la prossima stagione e che presenterà in anteprima al prossimo Salone del Camper di Parma. Tra queste spicca sicuramente il  nuovo frontale dei mezzi completamente rivisto grazie all’adozione del nuovissimo Fiat Ducato, modifica adottata da tutto il comparto dei veicoli ricreazionali.
Ma le novità non finiscono qua!

Dopo le pareti totalmente in vetroresina e senza alcun impiego del legno che prevedono il riempimento in styrofoam, accorgimenti tecnici che hanno reso la fiancata completamente stagna e con una coibentazione maggiore, il Gruppo SEA è intervenuto anche sul pavimento che da questa stagione sarà totalmente in vetroresina.

Praticamente per la parte inferiore e superiore del pavimento è previsto l’utilizzo della vetroresina mentre il riempimento rimane in styrofoam con i regoli di speciale estruso che gli danno una solidità maggiore. Trae vantaggio da questa soluzione tecnica la misura del pavimento stesso che passa da 70 mm a 50 mm, dando così, anche se di poco, maggiore altezza e vivibilità all’interno del veicolo.

Per il raccordo tetto-parete è stato previsto un rinforzo dei profili in alluminio con coibentazione e raggio da 160 mm; questa soluzione aumenta notevolmente l’ irrobustimento della cellula, una maggiore impermeabilità e la massima stabilità del mezzo.

Con questa nuova applicazione fiancata e pavimento, adottata dai tre marchi McLouis, Elnagh e Mobilvetta, è stata applicata la nuova terminologia ITECH 3.0 per indicare proprio l’evoluzione tecnologica del Gruppo SEA.

Riassumendo, le caratteristiche salienti di queste migliorie tecnologiche prevedono:
- assenza totale di legno;
- massima impermeabilità ed isolamento perfetto che garantiscono una migliore coibentazione;
- massima rigidità delle torsioni e maggiore stabilità;
- maggiore resistenza all’usura e riparabilità più semplice;
- struttura più leggera e più resistente grazie all’utilizzo di resine bi-composite termoindurenti;

tetto-parete-sea

Parete e pavimento SEA

Ora guardiamo assieme nel dettaglio le tre gamme del Gruppo SEA: McLouis, Elnagh e Mobilvetta.

La gamma McLouis

Il celebre marchio toscano presenta al pubblico una gamma che parte innanzi tutto dall’adozione del nuovo Ducato dove è prevista, nella parte frontale, una piccola differenza estetica per diversificare le due tipologie della gamma entry level Glamys e MC2 dal medio di gamma MC4 e TWID, il nuovo modello di cui parleremo tra poco.
La differenza estetica consiste nell’inserimento dello Skid Plate in alluminio che va così a differenziare già al primo sguardo la tipologia della gamma. Tutti i McLouis hanno come dotazione di serie i paraurti in tinta e DLR integrati.

L’evoluzione interna di questi McLouis si nota subito già dalla cabina con i nuovi sedili ergonomici che adottano il doppio bracciolo di serie e con una colorazione più soft (marrone e beige) che meglio si abbina agli interni dei camper.
Nei nuovi McLouis dove sono previsti già come pacchetto base l’implementazione dell’air bag passeggero, dell’ASR, del paraurti verniciato, del quale dicevamo poco fa, del sedile passeggero regolabile in altezza e dello Skid Plate in alluminio per MC4 e Twid. Il climatizzatore rimane come optional.

Per chi vuole nel mezzo maggior controllo e sicurezza nella guida, sul catalogo è presente anche il Safety Pack con ESP, Traction plus, Hill Holder (controllo in salita e discesa della trazione), Hill Descent e per ultimo il Cruise control (Speed limiter per il 180cv).

McLouis si presenta ai blocchi di partenza della nuova stagione con un’altra grande novità: è stata infatti tolta completamente la gamma Tendy (fascia sui 55mila Euro) ed è stata introdotta una nuova gamma, il TWID che si va a collocare sulla parifascia dell’MC4  intorno ai 48/59mila Euro

MCLOUIS GLAMYS

Il GLAMYS  esternamente è rimasto lo stesso veicolo già rinnovato la scorsa stagione, naturalmente con l’implementazione del nuovo ducato che di per se gli da una configurazione tutta nuova. Un veicolo entry level con requisiti che normalmente si trovano su fasce di gran lunga superiori.

E’ entrando nel Glamys che si notano subito gli interventi fatti rispetto al modello  della scorsa stagione. Internamente è stata tolta la parte di colorazione del mobilio bicolore (porta chiara e mobilio scuro, cassetti chiari..) preferendo ad essa  una colorazione unica, con l’aggiunta di pensili laccato lucido, piano cucina beige lucido pre-graffiato ed il nuovo tavolo dinette con inserto in cromo.

McLouis-Glamys McLouis-Glamys-interno

Il mobilio è in rovere graffiato chiaro e gli sportelli sono beige con maniglie in cromo. interventi importanti da classe superiore come dicevamo.

Le altre novità introdotte sulla linea Glamys sono l’adozione delle luci a led sotto il piano cucina, con la presenza anche qui delle cromature come sul tavolo, l’inserimento del tapiflex sul pavimento naturalmente in tonalità con il mobilio. Da segnalare le tre tipologie di tappezzerie disponibili, gli interruttori anche questi cromati e la centralina con comando digitale.

Mantenute le tre gamme: il Gamys 22, un 7 posti omologato che da quest’anno può usufruire di un nuovo comodo optional, la possibilità dell’abbassamento del garage (prima non presente); il Glamys 40, un 6 posti omologato con porta di ingresso centrale, e il Glamys 26 garage, un  mansardato da 6 posti omologato.

MCLOUIS MC2

Passando all’ MC2, i camperisti più attenti amanti del marchio toscano noteranno subito l’intervento esterno sul nuovo cupolino che richiama ora quello dell ‘MC4 donando al mezzo un aspetto più importante e sicuramente più aggressivo.
Sempre esternamente l’azienda è intervenuta con il nuovo disegno della fiancata che si va ad alzare un po’ di più sulla parte anteriore per poi scendere sulla parte posteriore: un plus valore importante che ha fatto guadagnare 10 cm di altezza utile interna passando da 1 metro e 80 a 1 metro e 90. Da evidenziare il fatto che ora, con questa nuova forma che scende sul posteriore, si evita  in caso di pioggia qualsiasi forma di ristagno d’acqua sul tetto.
Il nuovo cupolino ha permesso anche la possibilità di inserimento dello Sky Dome apribile (opzionale nell’MC2).

McLouis MC2 - anteprima 2015

McLouis MC2 60G – anteprima 2015

Internamente anche per l’ MC2, come per il Glamys, è stato mantenuto il mobilio in rovere graffiato con sportelli lucidi con l’interessante gioco di cromature tra tavolo, maniglie e luci a led.

Intervento comune a tutti i Brand del Gruppo SEA è poi quello che ritroviamo anche in questi nuovi MC2 e cioè le nuove testate letto posteriori. Questa soluzione è stata dettato dal fatto che la vetroresina, che ha sostituito il legno, in quella zona è molto visibile e rende l’ambiente troppo freddo e metallico.

Sempre per la zona notte si evidenzia che per tutti i leggi gemelli (e questo vale anche per Elnagh) è stato modificato l’accesso allo spazio sotto i letti che ora sono provvisti di alzata a pistone, cosa molto comoda e che ne facilita l’accesso anche quando si è in piedi. L’accesso è possibile anche tramite un unico sportello a tutta altezza fino al materasso apribile tramite push-lock.

Sono state mantenute le tre piante: MC2 73MC2 22MC2 72. Alcune di queste sono previste senza basculante anteriore.

Si va ad affiancare ai modelli appena citati anche il nuovo MC2 60 G derivato dall’MC4 60 cavallo di battaglia McLouis per il mercato italiano.

MCLOUIS MC4

Si sale un gradino più in alto con gli MC4 per i quali McLouis ha deciso di sottolineare il passaggio di qualità dai due modelli entry-level precedenti adottando per i mezzi della prossima stagione tutti i plus che avevamo trovato qualche mese fa nella Limited Edition con alcune migliorie e modifiche interne ed esterne come il nuovo posteriore che impreziosisce molto l’estetica del veicolo.

L’interno, già di suo molto accogliente, gioca sui contrasti di colore tra il mobilio bicolore chiaro/scuro e l’effetto creato tra cromature e luci a led facendo capire subito a chi entra per la prima volta in questo camper che si tratta di un veicolo di prestigio e di fascia superiore.

McLouis-  interno MC4 2015

Il piano cottura di serie è in laminato e prevede luci a led di cortesia sotto la cornice della cucina. Ne esiste anche una versione con piano laminato rigato opaco con inserto in cromo che sarà esposto sempre a Parma.

Nella zona living, sempre molto accogliente, è’ stato messo un inserto in cromo sul tavolo come per il  piano cucina. Hanno beneficiato di queste migliorie cromatiche anche le maniglie dei pensili; nuovo il tapiflex e nuova la testata letto (in eco-pelle nei top gamma) arricchita di inserti in cromo e logo intarsiato; quattro le varianti di tappezzerie con eco-pelle in optional.

Tutte le piante dell’MC4 sono state  riconfermate: MC4 32 da 5 metri e 99; l’ MC4 60 da 6 metri e 99 (cavallo di battaglia); l’ MC4 69 da 6 metri e 99 (con letto traslabile); l’ MC4 73  e l’ MC4 74  che presenta la possibilità di accedere alla toilette sia dalla zona giorno che dalla zona notte tramite due porte scorrevoli.

MCLOUIS TWID

Novità assoluta 2015  è il nuovo TWID che si presenta con 3 tipologie di mansardati che si attesteranno sotto i 50mila Euro: il primo un mansardato con letti gemelli, garage, toilette e bagno separati; il secondo modello prevede letto centrale posteriore alto con garage, toilette e bagno separati; il terzo è un 7 posti con letti a castello, maxi salone con una esclusiva cameretta bimbi.

McLouis-Twid-piante

Il Twid 73G è un mansardato di 7 metri e 34 con 5 posti omologati e letti gemelli in coda. Tra le caratteristiche principali il grande garage, la novità della nuova tipologia dell’accesso agli armadi che dicevamo sopra e la particolarità della chiusura con il plissettato rigido anzichè la porta scorrevole con doppia separazione giorno/notte.

Il Twid 74G è un mansardato di 7 metri e 34 con letto centrale nautico alto fisso che lascia molto posto all’ampio garage 1120 x 900 mm di larghezza.

Il terzo modello, il Twid 22 è un veicolo nuovo, funzionale, innovativo, con la pianta che introduce questo particolare concetto di veicolo per la famiglia. Un 5 posti omologati con in coda letti a castello e possibilità di ribassamento per un totale di 7 posti letto che, come per i due modelli precedenti, ripete l’impostazione della cucina a L, il frigo da 150 litri, la toilette con box doccia separati e la doppia separazione giorno/notte. Ma la grande novità che introduce la casa su questo modello è l’esclusiva zona bimbi posteriore. Ma di cosa si tratta?

In questa nuova pianta, accedendo dal bagno, troviamo i due armadi laterali e le due dinette con tavolo centrale, dinette poste alla stessa altezza del letto a castello inferiore in modo da poter ospitare comodamente anche altre persone. Questo allineamento tra la dinette ed il letto posteriore basso, da il vantaggio di poter creare un letto matrimoniale sotto, lasciando il letto singolo sopra. L’accesso al letto superiore avviene tramite scaletta, una volta ruotato il tavolo con gamba a L.
Internamente i nuovi TWID saranno allestiti sul taglio dell’ MC4.

MCLOUIS NEVIS

I motorhome di casa McLouis si presentano al pubblico con importanti interventi esterni; in particolare l’azienda di Poggibonsi è intervenuta sulla parte della maschera anteriore dove troviamo il nuovo frontale con inserti cromati e, sempre esternamente la nuova grafica, la nuova testata posteriore e gli specchietti bus.

Tante novità riguardano anche gli interni. Appena si sale sul mezzo si nota subito la ricercatezza nei particolari  già dal laccato lucido del fianco sulla sinistra della porta di ingresso che si va ad abbinare poi agli sportelli della cucina e al piano del tavolo. Quest’ultimo è stato ulteriormente migliorato dalla precedente versione grazie all’inserimento delle cromature sul bordo e sulla gamba, ora illuminata a led.

La testata posteriore del letto è realizzata in eco-pelle con tre righe cromate ed il logo in rilievo di McLouis. Sono tre le tappezzerie disponibili: Lola, Cosmos grigio e Prestige (opzionale).
Per il modello con la pianta a letti gemelli è stato adottata la novità dell’accesso agli armadi dall’alto.

McLouis Nevis 2015

McLouis Nevis 2015

7 le piante disponibili per i modelli Nevis 860, 862, 868, 873, 876, 878/880:

- Letto posteriore garage con gradini nella parte bassa per facilitare la salita
- Letto posteriore centrale sotto i 7 metri e cucina a L all’ ingresso
- Letto posteriore centrale sotto i 7 metri e toilette con doppio ingresso
- Letti gemelli su garage con letti posteriori completamente separati
- Letto posteriore su garage sali-scendi manuale
- Letto posteriore centrale  con toilette passante
- Letto posteriore centrale garage saliscendi manuale e toilette passante

Da segnalare la nuova pianta del Nevis 868 con letto nautico posteriore  centrale e l’opportunità del sali-scendi; la doppia entrata nel bagno sia dalla zona notte che dalla zona giorno che piacerà sicuramente ai camperisti più attenti ed esigenti; la porta separazione giorno/notte, la cucina a L all’ingresso, il frigo 150 litri,  il tutto in 6metri e 99.

La gamma Elnagh

Tutta la gamma Elnagh beneficia, come per McLouis, dei plus che diventano comuni a tutte le gamme, quindi nuovo pavimento in vetroresina con tutti i vantaggi derivati, l’adozione del nuovo Fiat Ducato, con la particolarità del paraurti in tinta con Skid Plate in alluminio per T-Loft e King. Da segnalare il congelamento della produzione per i mansardati DUKE, scelta aziendale fatta per permettere alla casa di Poggibonsi di dedicarsi maggiormente ai mansardati entry level Baron e ai mansardati di fascia alta, i King.

ELNAGH BARON

Gli Elnagh Baron mansardati internamente rimangono gli stessi mezzi della scorsa stagione con i tanti plus già presenti nella precedente versione come la zanzariera plissettata con luce esterna per la porta di ingresso, un ampio garage, una dinette molto funzionale ed accogliente, maniglie cromate nei pensili a pistone, illuminazione totalmente a led, e, nella zona bagno, la comoda possibilità di traslare il lavello per avere uno spazio più ampio quando non si adopera la doccia. Due le varianti di tappezzeria per i Baron sono ilTrend e il Brown.

Vengono mantenute le tre piante. Il Baron 14, un mansardato omologato 6 posti di 6 metri e 30 con letti a castello; Il Baron 26 garage di 6 metri e 99 con 6 posti omologati; il Baron 22 di 6 metri e 99 metri con 7 posti letto e 7 posti omologati con la possibilità anche per questo modello dell’abbassamento sul garage per aumentarne l’ampiezza.

Il primo nuovo modello introdotto è il Baron 45, un mansardato di 6 metri e 99, con letto trasversale in coda, ampio garage, dinette a L, cucina a penisola e capiente frigo da 150 litri.

Nuovo anche il Baron 53, sempre mansardato ma con letti gemelli in coda che usufruiscono del nuovo sistema di alzata a pistoni per l’ accesso all’ampio  garage di 1200 x 900 mm, frigo anche qui di 150 litri e possibilità del 5° posto omologato.

Baron-45-pianta Baron-53-pianta

Per i Baron Profilati, come per l’MC2, da segnalare i due interventi esterni, il primo sul cupolino con possibilità di inserimento dello Sky Dome apribile con oscurante e zanzariera ed il secondo sulla scocca che diventa a discesa. I letti basculanti sono tutti ad azionamento elettrico, il letto posteriore con saliscendi è manuale per il Baron 54.

Confermate le due piante del Baron 54 con matrimoniale trasversale, un veicolo “corto” di 6 metri e 30 e del Baron profilato 73 con basculante e con letti gemelli in coda, quest’ultimo disponibile anche nella versione senza letto basculante.

Vengono introdotte due nuove piante.
Il nuovo Baron 450, un 6 metri e 99 con garage e letto trasversale in coda, letto basculante elettrico, possibilità del 5° posto omologato, cucina a penisola con l’ampio frigo di 150 litri.
La seconda nuova pianta è quella del Baron 581 che prevede invece il letto nautico fisso alto in coda, garage di 900 x 1050 mm e per il resto le stesse caratteristiche del 450.

ELNAGH  T-LOFT

Il T-LOFT è la gamma che quest’anno ha subito il restyling maggiore da parte di Elnagh. Le piante sono state riconfermate tutte. L’azienda è però intervenuta esternamente sulle grafiche e sulle bandelle che diventano ora più scure per riportare la gamma sul family feeling del Baron e del King; sono state inoltre introdotte anche le finestre Seitz.

E’ appunto negli interni del T-LOFT che Elnagh si è adoperata maggiormente, con un restyling importante ma al tempo stesso soft, lavorando sulle cromature, sull’illuminazione a led, sulle lucidità del mobilio, sui contrasti dei colori riprendendo alcune migliorie che abbiamo appena elencato per altri modelli del Gruppo SEA.

elnagh-anteprima-2015

Nuovo è il colore del mobilio e del nuovo tapiflex, nuova testata letto, nuova forma delle tappezzerie, dove alla tinta unita della stessa viene abbinata una cuscineria colorata con numerose varianti.

Molto bella la porta scorrevole intagliata con luce a led superiore che separa la zona notte dalla zona giorno dove troviamo la nuova cucina con sportelli in laccato lucido e nella quale spicca il ripiano in simil marmo retroilluminato ed il nuovo sistema con doppio ripiano di appoggio. Buono lo stivaggio anche grazie al nuovo sistema sotto lavello che prevede un cestello a due ripiani estraibile per tutta la sua profondità.

Il passaggio tra cucina e dinette è evidenziato da una rifinitura con luci a led su base specchiata, dinette caratterizzata da un piano tavolo laminato bianco con inserto in cromo. Le tende sono a pacchetto e l’illuminazione è garantita dall’aggiunta di una finestra scorrevole sopra la dinette singola di fianco alla porta di ingresso. Per i letti gemelli l’accesso al vano sottostante è diretto anche stando in piedi grazie al letto con alzata tramite pistone. Da segnalare il letto basculante è elettrico e la comoda funzione del letto posteriore sali/scendi manuale su T-LOFT 450 e T-LOFT 581.
Il cupolino del T-Loft è allestito con Sky Dome apribile di serie e pensili laterali con sportello.

Per l’arredamento interno abbiamo tre tipologie di cuscini su basi di partenza chiara o più scura della tappezzeria,

E’ stata adottata su tutta la gamma Elnagh la nuova centralina CBE sulla quale SEA ha l’esclusiva per un anno.

Le piante sono riconfermate quelle attuali: T-LOFT 450 con letto in coda trasversale, T-LOFT 581 con letto posteriore centrale nautico, T-LOFT 530 con gemelli in coda (anche in versione senza basculante) e T-LOFT 531 con letti gemelli e bagno posteriore.

ELNAGH KING

Per la gamma King rimane invariata la parte dei basculanti per i quali vengono riconfermate le tre piante King 450King 530King 580 con quinto posto omologato. Da segnalare sono l’aggiunta della possibilità dello Sky Dome apribile, fino ad ora fisso, il tetto  di 33 mm in vetroresina antigrandine e calpestabile a struttura portante, il letto su garage posteriore saliscendi elettrico su King 450 e King 580. Gli interni rimango i medesimi della scorsa stagione.

 

L’azienda toscana è invece intervenuta sui mansardati introducendo due nuove piante: il King 53 e il King 81 mentre viene riconfermata la pianta del King 55 con il letto trasversale in coda.

Mantenuti i plus che hanno caratterizzato il successo dei modelli della scorsa stagione come la porta attrezzata con chiusura a 2 punti, finestra, pattumiera e zanzariera plissettata; le finestre con vetri oscurati; l’ampio garage illuminato con l’interno dei portelloni in VTR. Riproposto l’elegante arredamento interno con le tre varianti di tappezzeria: Heart, Club e la nuova opzionale Diamond.

Il nuovo mansardato King 53, un 7 metri e 38, che si presenta con la sempre più richiesta pianta a letti gemelli su garage e con la possibilità di trasformazione in letto matrimoniale, turbovent, porta separazione giorno/notte, box doccia con toilette separata, oblò Heki e frigorifero da 150 litri.

La seconda nuova pianta che sarà presentata sempre a Parma è quella del nuovo King 81, un mansardato con letto nautico centrale in coda con la comoda possibilità di sali/scendi elettronico.

king-81-pianta king-53-pianta

ELNAGH MAGNUM

Il motorhome Elnagh Magnum si presenta per la prossima stagione con interessanti novità. Per quanto riguarda l’esterno, come per il Nevis, è da segnalare l’introduzione di serie  degli specchietti bus elettrici riscaldati e la possibilità della chiusura centralizzata della porta cellula e cabina (opzionale). Riconfermati anche per il Magnum tutti i plus presenti la scorsa stagione con l’aggiunta anche qui della nuova centralina CBE.
elnagh-magnum-29 elnagh-magnum-55
Ritroviamo le due piante del Magnum 30 e del Magnum 81, il primo con letti gemelli in coda e il secondo con matrimoniale nautico, entrambi motorhome da 7 metri e 40.
La prima novità del motorhome toscano marchiato Elnagh è il Magnum 55, un motorhome garage da 6 metri e 99 pensato e sviluppato sulla tipologia del King mansardato 55, quindi con letto trasversale con scaletta laterale in fondo al letto (il materasso infatti misura 190 e 215 mm nella parte senza scaletta). Una tenda rigida plissettata da la possibilità di separare la parte giorno da quelle notte; il box doccia e la toilette sono contrapposti, l’ armadio è a vista,  e tra le altre caratteristiche da segnalare troviamo il frigo da 150 litri, il turbovent, l’oblò Heki e l’ampio garage:  820 x 1200 mm.
La seconda novità  che troveremo al Salone del Camper di settembre è il nuovo Magnum 29, un motorhome di 6 metri e 99, con letti gemelli, la comoda alzata tramite pistone per accedere all’armadio sistemato sotto ed un  doppio cassetto più un cassettino basso sul lato sinistro. Il nuovo frigo è un Thetford da 130 litri (più stretto e più lungo).
Interessante il sistema di prolungamento della cucina a L che avviene con l’estrazione del cestello laterale e il posizionamento di un ripiano a mezzaluna che si va a sistemare per creare appunto una cucina a L che non ostacola il passaggio zona giorno/notte, provvista di divisorio grazie alla porta rigida. Come per il Magnum 55 da segnalare l’ampio garage con porta di accesso di  820 x 1200 mm.

La gamma Mobilvetta

Anche per quanto riguarda il marchio Mobilvetta, la stagione 2015 si presenta con importanti novità, con un’ampia gamma di prodotti pronti a soddisfare le richieste della varie tipologie degli amanti del turismo itinerante, dalla famiglia con figli alla coppia.

mobilvetta-sea-anteprime-2015

Piccoli mutamenti, anno dopo anno, miglioramenti e non trasformazioni radicali, tutto all’insegna di una scelta di stile ed eleganza. Questa la politica di sviluppo della celebre azienda toscana che sta riscuotendo sempre più conferme dagli amanti del turismo all’aria aperta grazie anche al suo design italiano, vero e proprio punto di forza Mobilvetta. A dirlo sono i dati e le quote in aumento sia su base stagionale che su base annua, in controtendenza rispetto al mercato in Italia, sempre in calo sia sulla stagione che sull’anno solare.

Naturalmente anche la gamma Mobilvetta beneficia dell’introduzione del nuovo Fiat Ducato, del nuovo pavimento e delle già collaudate pareti. Tanti i plus all’insegna di stile, eleganza, linearità, e comfort assoluto, caratteristiche fondamentali dei mezzi Mobilvetta.
Ma vediamo insieme i vari modelli.

MOBILVETTA KEA

Le motorizzazioni per il KEA e per il K.YACHT sono il Fiat Ducato X250 35/36,5 Light  da 130-150-180 cv multijet.

Caratterizzato da cornice e griglia nera lucida nella parte anteriore, il nuovo muso Fiat su KEA ha paraurti in tinta con la carrozzeria, Skid Plate nero lucido, fanaleria anteriore in puro stile automotive con Day Lights integrati.

Mobilvetta-Kea-2015Lo stile Mobilvetta si ritrova anche nella personalizzazione della cabina che prevede di serie chiusura centralizzata (cabina e cellula), doppio bracciolo, sedili ergonomici girevoli (ove previsto), e adozione dei nuovi sedili cabina guida modello CAPTAIN CHAIR, il top della scelta.

Riconfermate le gamme mansardati KEA M71 7 posti letto, KEA M71D con divanetto posteriore, KEA M74 con letto trasversale ed il KEA M76 con gemelli in coda.

La novità sta nel KEA M69 con letto posteriore centrale in stile nautico fisso con generose possibilità di stivaggio, la Truma Combi 6 con aria canalizzata, il frigo da 150 litri, il bagno con toilette e doccia separati, l’illuminazione a led 100%, 6 scelte di tappezzerie con finiture in eco-pelle e vera pelle e serbatoio acque grigie coibentato con resistenza antigelo.

Riconfermati i basculanti KEA P 63 con letto centrale e saliscendi elettrico, il KEA P 65 con letti gemelli e il KEA P 67 con trasversale in coda. Su richiesta dei mercati esteri sono state poi introdotte delle piante che prevedono sia il P 63 che il P 65 senza basculante.

Tre le novità presentate da Mobilvetta per i profilati.

Il KEA P 64 è un 6 metri e 99 con letti gemelli dove è presente la nuova prestigiosa testa, letti sempre trasformabili in caso di bisogno in matrimoniale, armadio e cassettoni sotto i letti di generose dimensioni e facile accesso con illuminazione automatica, letto basculante elettrico, riscaldamento affidato alla Combi 6 con aria canalizzata, frigo da 150 litri, bagno con toilette e doccia con elegante porta pieghevole in metacrilato, illuminazione led 100%, 6 scelte di tappezzerie con finiture in eco-pelle e vera pelle, serbatoio acque grigie coibentato con resistenza antigelo come per gli altri modelli.

Il secondo mezzo presentato è il Mobilvetta KEA P 62, un basculante sempre sotto i 7 metri ma con letto centrale sali/scendi di serie in stile nautico con generose possibilità di stivaggio e  garage a volume variabile. I plus sono gli stessi appena presentati per l’altro nuovo modello.

La terza novità è il KEA P 69, un profilato di 7 metri e 38 con letto posteriore nautico diviso dalla zona living anteriore da una zona centrale passante dove si trovano i vari servizi con il lavabo posto centralmente e doccia e toilette rispettivamente una a sinistra e l’altra a destra.

MOBILVETTA K.YACHT

Per il K.YACHT viene riconfermata tutta la gamma. L’MH 85 con gemelli in coda, l’MH 89 con centrale nautico posteriore con sali/scendi elettrico di serie, l’MH 87 con letto trasversale e l’MH 78/79 con letto centrale  con la zona servizi passante, quella con il lavabo al centro per intenderci; il 78 con letto basso destinato principalmente al mercato francese, il 79 con letto sali/scendi elettrico.

Le novità  Mobilvetta  per la stagione 2015 del K.YACHT sono dettate dalla necessità di avere dei motorhome più corti, sotto i 7 metri. Viene presentato così al mercato il nuovo K.YACHT MH 80 nel quale viene riproposto i living posteriore, una vera e propria “chicca”, un veicolo per la coppia che vuole magari ospitare amici o un altra coppia comodamente seduti sulla dinette posteriore. Living ampiamente illuminato dalle tre grandi finestre.

Mobilvetta MH 80 - anteprima 2015

Mobilvetta MH 80 – anteprima 2015

La prima particolarità è il basculante posteriore sali/scendi  elettrico che scende sulla dinette senza bisogno di smontarla, lasciando agibili anche le tre finestre. Altra particolarità è quella del tavolo basso con la possibilità di alzare il piano del tavolo tramite una cerniera (bloccabile durante il trasporto tramite calamite che si incontrano sulla cassapanca).

Sempre un 6 metri e 99 il K.YACHT MH 82 con letto posteriore centrale fisso basso è caratterizzato come nel P 62 dall’accesso alla toilette sia dalla zona living che dalla zona notte. Fanno parte dell’allestimento di serie anche la Truma Combi 6 con aria canalizzata, il frigo da 150 litri, l’illuminazione LED 100%, le 6 tipologie di tappezzerie con finiture in eco-pelle e vera pelle, il serbatoio delle acque grigie coibentato con resistenza antigelo. Tuuti i plus elencati sono comuni sia per l’MH 82 che per l’MH 80.

Di grande rilievo gli interventi fatti all’interno del K.YACHT, interventi comuni anche per i KEA P e mansardati. Nuova forgia e dimensione delle sellerie ora più stondate con sedili Aguti e non Fiat, nuovo rivestimento sotto-cielo che riprende fatture e materiali pregiati delle testate letto posteriori. Da segnalare poi il coperchio del lavello che funge anche da tagliere: è infatti realizzato in teflon alimentare. Quando non serve può essere comodamente posizionato nel comparto a scomparsa che si sovrappone al cassetto delle posate; tutti i cassetti sono a ritorno frizionato.

Altri particolari che ci sentiamo di segnalarvi sono: il forno di serie, il bagno con lavabo in acciaio inossidabile lucidato a specchio e piano in tetracrilico, accessori in ceramica e non in plastica con molta attenzione nei dettagli, bagno attrezzato con asta porta asciugamani e stendino in doccia.

basculante-chiace-project

Particolari comuni a tutta la gamma Mobilvetta sono poi i portelloni esterni con chiusura a gas, le bandelle in alluminio e non in termoformato, la presa esterna dell’acqua con miscelatore caldo/freddo, le finestre Seitz in nero opaco con la parte vetrata fumè, centralina Truma Combi CP Plus, porta TV con attacchi anche posteriori, Midi Heky di serie (ove possibile), reti a doghe con materassi con spugne a conformazione interna più ergonomica e tessuto in trattamento antiachero sfoderabile e lavabile.

Tutti i veicoli Mobilvetta sono dotati sempre di serie di condizionatore manuale, doppio airbag, ABS, ASR, traction plus, ESP, ausilio alla guida in discesa e ripartenza in salita, retrovisori elettrici con sbrinatore, antenna incorporata, predisposizione agli altoparlanti, tutti i basculanti o posteriori ove previsti elettrici, chiusura centralizzata cabina cellula con telecomando, Truma Combi 6 e serbatoi esterni coibentati.

La produzione del Cross è stata momentaneamente congelata in attesa di una rivisitazione che verrà presentata durante l’ inverno.

Potrete toccare con mano tutte queste novità ai prossimi saloni dedicati al turismo all’aria aperta.

Testo e foto di Paolo Peli

 

Comments are closed.