Castelli della Loira e Normandia

Finalmente siamo riusciti a realizzare uno dei viaggi che non avremmo voluto mancare : la visita ad alcuni Castelli della Loira ( Chambord – Chenonceau –Amboise ) l’ imperdibile Mont St. Michel e i luoghi dello sbarco in Normandia degli alleati durante il “ D – Day “ del 6 giugno 1944 .

Per non farci mancare nulla non abbiamo tralasciato St. Malò, Rouen, la cattedrale di Chartres e, da non dimenticare per chi vorrà effettuare questo viaggio, la visita al Museo della Manifattura di Sevres ( periferia sud di Parigi ) dove si vedono le più belle ceramiche al mondo, opere d’arte regalate o commissionate da re , regine , potenti d’ Europa e oltre.

Il nostro equipaggio, su “ Laika Ecovip 2.1” detto “ Camillo “ è composto da :
Graziano, driver e ideatore del viaggio, Rosella – cuoca e navigatore umano/satellitare
Antonio – DJ e addetto ai rifornimenti,
Sakhi – amico di Antonio e al primo viaggio in camper,
Petia – la piccola della compagnia .

Giorno 24/6 ore 18.00 tutti a bordo e si parte per la Francia .

Rinunciamo a passare attraverso il tunnel del Monte Bianco in quanto € 50,00 per il transito ( solo andata ) ci sembrano un po’ troppi e optiamo per il Moncenisio . Scelta azzeccatissima in quanto la strada è ottima e sul colle si può sostare comodamente in riva al lago, cosa che noi facciamo .

Il mattino successivo partenza molto presto per percorrere tutti d’un fiato i km che ci separano da BOURGES, antica capitale di Francia ai tempi di Carlo VII oggi città d’arte con una stupenda cattedrale .

Cattedrale di Bourges

Cattedrale di Bourges

Iniziata nel 1195 fu completata nel 1260 . Nell’imponente facciata si aprono ben 5 portali, di cui il più maestoso è quello centrale che reca nel timpano il Giudizio finale ; gli altri sono dedicato a personaggi illustri di Bourges .

La lunghezza della navata è di 117 metri, la larghezza di 41 m e l’ altezza di 37 m per una superficie totale di 5.900 metri.

All’ interno risaltano le splendide vetrate del ‘ 200 : quelle delle finestre altre sono state realizzate fra il XIII ed il XVI secolo mentre quelle delle cappelle laterali risalgono al XV – XVI secolo . Le più belle sono certamente quelle del deambulatorio .

All’ inizio della navata destra vi è un orologio astronomico del 1424 . L’esterno della cattedrale è veramente imponente con i suoi 30 contrafforti dai quali partono, per congiungersi con il corpo centrale, gli archi rampanti a duplice volta .

La facciata orientale è molto ampia – 55 metri di lunghezza – ed è compresa fra due torri campanarie asimmetriche che risalgono al XII secolo .

Dopo la visita a questa splendida cittadina ci rimettiamo in marcia per avvicinarci alla zona dei Castelli della Loira e la nostra prima tappa è il più vasto di tutti i castelli, CHAMBORD .

Castello di Chambord

Castello di Chambord

Costruito fra il 1519 ed il 1547 nei pressi di una curva del fiume Cosson, il castello di Chambord, uno tra i più eleganti dei Castelli della Loira, possiede una silhouette molto particolare .

E’ formato da un recinto rettangolare con torri cilindriche angolari e da un maschio centrale quadrato dotato di 4 torrioni cilindrici . Le decine di abbaini, guglie, camini, capitelli e torricelle posti sui tetti gli conferiscono un aspetto molto particolare .

All’interno del maschio si può ammirare la maestosa scalinata a duplice rampa a spirale tramite la quale si accede al piano superiore . Qui si visitano gli appartamenti di  Francesco I e Luigi XIV .

Da non dimenticare una visita alla terrazza del castello che offre uno spettacolo unico per raffinatezza : lanterne, camini,  scale e lucernari tutti minuziosamente lavorati .

Uno dei padiglioni della terrazza ospita una esposizione permanente di 61 quadri intitolata “ Comprendere Chambord “ , grazie alla quale si può conoscere in dettaglio la storia del castello .

Inoltre lungo i camini corre una specie di mosaico, formato da pezzi di ardesia tagliati a losanghe, cerchi o quadri, del tutto simili ai rivestimenti in marmo italiani .

Sopra la terrazza la scala a chiocciola prosegue con una sola rampa che si snoda all’ interno di una stupenda lanterna di 32 metri .

Da CHAMBORD ci spostiamo di soli 20 km e giungiamo nella cittadina di BLOIS, posta sulla riva destra della Loira e residenza preferita dai sovrani di Francia fino  al XVII secolo . Il suo castello ne domina l’ abitato .

Castello di Blois

Castello di Blois

La visita inizia con la  “ Place du Chateau “, prosegue con il” cortile interno “, la “ Chapelle St. Calais “ , la “ Galerie C. d’ Orleans “ l’ “ Aile Francois I “ . Prezioso gioiello rinascimentale è la bella torre poligonale con all’ interno una scala a spirale .

La facciata è stata abbellita con una stupenda scala semi-incassata al suo interno ed inglobata in una torre ottagonale ( la sua posizione risulta non centrale rispetto alla facciata ) .

Il viaggio prosegue per altri 45 Km e giungiamo, a mio parere, al più fiabesco dei castelli, CHENONCEAU .

Castello di Chenonceau

Castello di Chenonceau

Edificato nel XVI secolo sulle rive della Cher, questo squisito castello è circondato da un bel giardino alla francese e la sua caratteristica che lo distingue dagli altri è l’ originale galleria a due piani che, sorretta da un ponte a cinque arcate, congiunge le due rive del fiume .

Il castello è composto da un corpo principale rettangolare con torrette agli angoli mentre la galleria a due piani di Caterina dé Medici si trova invece sul ponte a cavallo del fiume . Questa galleria, lunga 60 metri ed abbellita da un pavimento bianco e nero, conserva inoltre, incastonato nel soffitto, il soffitto originario della camera di Luisa di Lorena . Anche l’ arrivo al castello lascia stupefatti : vi si giunge attraversando uno stupendo viale di platani e, tenendosi sulla sinistra è possibile scorgere in fondo ad un viale le antiche cariatidi della facciata .

Dopo aver attraversato il ponte levatoio si giunge ad una terrazza circondata da fossati ; a sinistra si stende il giardino di Diana Poitiers, a destra quello di Caterina dé Medici fiancheggiato dai grandi alberi del parco .

Gli interni gareggiano in bellezza con l’ esterno del castello .

Interrompiamo momentaneamente la visita dei castelli e, dopo 25 Km, arriviamo nella città di TOURS, posta in splendida posizione tra la Loira e la Cher . Qui merita una visita la Cattedrale di St. Gatien, capolavoro d’ arte gotica .

Iniziata nel XIII secolo e portata a termine solo nel ‘500 presenta una bella facciata con tre portali . L’ interno della cattedrale è molto lineare ma il tesoro più prezioso è costituito dalle vetrate del XIII e XIV secolo .

La visita alla città prosegue inoltre con la visita alla “ Tours vecchia “ con case a graticcio, ponti ad archi e palazzi storici di notevole bellezza .

Si visitano Place Pluerau, il Ponte Wilson, la Place des Turones ed il Museo delle Belle arti di Tours che ospita al suo interno una grande collazione di dipinti di Rubens, Rembrant e Mantegna .

Partenza da TOURS per dirigerci verso uno dei Castelli della Loira,  secondo noi con CHENONCEAU, più belli della Loira : il castello di AZAY-LE-RIDEAU .

Castello di AZAY-LE-RIDEAU

Castello di AZAY-LE-RIDEAU

Costruito su un’ isola in mezzo alle acque dell’ Indre, è posto in un cuore di verde nel quale il castello si nasconde e riflette le sue facciate nelle acque del fiume . Classificato monumento storico, il castello esprime tutta la perfezione dei manieri del primo Rinascimento francese.

I due corpi del castello sono relativamente piccoli, l’ ingresso è a forma di arco di trionfo e l’ attuale parco, in stile inglese, è stato creato nel XIX secolo .

L’ interno del castello è veramente bello e interessante : sale con soffitto a cassettoni, arazzi di ogni epoca alle pareti, magnifici mobili e quadri raffiguranti re francesi e personaggi famosi .

La biblioteca ha le pareti ricoperte di legno e di tela dipinta .

Lasciamo ora i castelli e dopo 50 Km giungiamo all’ ABBAZIA di FONTEVRAUD, eretta nel XII secolo . Occupa un’ area di 14 ettari ed all’ epoca divenne il maggior complesso monastico.

ABBAZIA di FONTEVRAUD

ABBAZIA di FONTEVRAUD

La chiesa abbaziale risale al XII secolo ed accoglie il mausoleo reale con i sarcofagi di Enrico II, di Riccardo cuor di Leone e di Eleonora di Aquitania .La chiesa è un superbo edificio romanico e le grandi colonne della navata sono dominate da capitelli scolpiti in forme misteriose . La magnifica sala Capitolare ha volte molto belle, portali intagliati ed affreschi del XVI secolo . I chioschi sono anche loro rinascimentali come il vasto Refettorio con mura romaniche e volte gotiche .

L’edificio più affascinante è la Sala della Cucina, romanica e perfettamente restaurata ;    di pianta ottagonale, ha un alto tetto centrale contornato da un gruppo di comignoli . All’interno ci sono ben 6 camini, nei quali venivano preparati i pasti per le centinaia di membri della chiesa .

Lasciata l’Abbazia arriviamo ad ANGERS per visitarne la fortezza .Questa si trova su uno scosceso promontorio che domina la valle . Gli imponenti contrafforti, fatti costruire nel 1230, presentano un’ estensione di circa 950 metri e sono interrotti da 17 torri alte da 40 a 50 metri . Dal lato nord la pendenza è talmente scoscesa che non vennero edificate difese fortificate .

La Fortezza di Angers

La Fortezza di Angers

La Torre del Mulino è la più alta e nel XVI secolo sorreggeva un mulino a vento. Un tempo le torri erano più alte di 12 metri e coperte da una garitta di ardesia .  In città sono degni di nota anche l’ Hotel de Chemellier ed il Municipio, il bel Jardin du Mail ed il vicino Palazzo di Giustizia .

Inoltre da vedere l’ Abbazia di Ronceray e la Chiesa La Trinité, del XII secolo . Per finire il Logis Barrault ( XVsecolo ), la Laison d’ Adam, la Chiesa di St. Serge, il Roseto ed il Parco della Garenne .

Ma più importante di tutto è l’ Arazzo dell’ Apocalisse, ovvero un ciclo di arazzi realizzato alla fine del XIV secolo che si ispira all’ Apocalisse di S. Giovanni .

Fu commissariato tra il 1373 ed il 1377 per il duca d’ Angiò al mercante Nicolas Bataille che lo fece tessere nel suo laboratorio di Parigi dall’ arazziere Poisson .

Oggi l’ arazzo è esposto in una sala del castello le cui dimensioni permettono di ammirare l’ opera nella sua interezza .

Composto inizialmente da 7 pezzi, ne sono giunti a noi solo 6 . Misura complessivamente 103 metri di lunghezza e 4,5 di altezza .

All’ inizio di ogni pannello un personaggio a tutt’ altezza, seduto su un baldacchino introduce alla lettura allegorica delle visioni di S. Giovanni ; la narrazione è divisa in due fasce sovrapposte, suddivise in sette riquadri ognuna, che hanno il fondo alternativamente rosso o blu .

Oltre che una rappresentazione dell’ Apocalisse, gli arazzi contengono una preziosa quantità di informazioni sulla vita e costumi del XIV secolo .

Dopo aver visto questo splendido arazzo affrontiamo la tappa di trasferimento più lunga, circa 180 km, per arrivare in NORMADIA e facciamo sosta nella bellissima                

SAINT MALO’ . Posta sopra un promontorio roccioso nell’ estuario del fiume Rance, la città è circondata da mura e bastioni .

Sant Malo' sul fiume Rance

Sant Malo' sul fiume Rance

I Bastioni di Saint Malò, iniziati nel sec. XII ma ingranditi e rimaneggiati fino al XVIII secolo, costituiscono una piacevolissima passeggiata che permette di cogliere scorci dell’ abitato e ampi panorami sul mare .

Principale accesso alla città è oggi la Porte St. Vincent, eretta nel 1708 e sovrastata da due scudi in legno con gli stemmi di Saint Malò e della Bretagna ; da questa si accede a Place Chateubriant con il Castello e si sale sul cammino di ronda .

Nel XVI secolo, per impedire gli attacchi inglesi, venne progettato un esteso complesso militare con diverse fortezze sulla costa e sulle isole di fronte . Parte di questo sistema è il Fort National eretto nel 1689 su uno scoglio di fronte alla spiaggia dell’ Eventail e raggiungibile a piedi con la bassa marea .

Dalla fortezza bellissimo è il panorama sulle mura cittadine, la costa e le sue isole .

Tra queste la più vicina è la piatta Ile du Grand-Bé – anche questa raggiungibile a piedi con la bassa marea – dove una semplice lastra rivolta al mare e sormontata da una croce in granito è la tomba di F. René de Chatobriant .

Lasciamo SAINT MALO’ e dopo soli 60 Km raggiungiamo una delle tappe  fondamentali del nostro tour, MONT SAINT MICHEL, ovvero ” il castello incantato in mezzo al mare “ .

Il Castello di MONT SAINT MICHEL

Il Castello di MONT SAINT MICHEL

L’arrivo a Mont Saint Michel è uno dei momenti più entusiasmanti per chi affronta un viaggio in Normandia : il profilo in lontananza dell’ isola è davvero inconfondibile .

Ma sono le maree che contribuiscono a formare il paesaggio così peculiare di quest’ isola ; qui le escursioni giornaliere del mare possono raggiungere i 15 metri fra livello minimo e massimo e durante i periodi di luna piena o luna nuova si raggiungono le escursioni più ampie .

Vi è un solo ingresso ufficiale a Mont St. Michel, con tre successive porte rinforzate : la Porta de l’ Avanzata, XVI secolo – Porta del Boulevard con i suoi cannoni – la Porta del Re con il ponte levatoio ed il suo erpice del XV secolo .

Ci sono due grandi cannoni sulla piazzetta che segue la porta ; da lì si può salire per l’ abbazia sia dalla strada principale sia dal percorso delle mura e dei suoi giardini che si diparte dal ponte levatoio .

La Grand Rue, la strada principale che conduce all’abbazia è fittissima di negozi e gli stretti vicoli sono sempre molto affollati .

Non mi dilungo oltre nella spiegazione dell’ Abbazia in quanto su internet o riviste specializzate si trovano numerose notizie ; ricordo solo di non perdere lo spettacolo di Mont St. Michel di notte : una visione incredibile vedere tutta l’isola e l’ abbazia illuminate a giorno ! Sembra che l’ intera isola galleggi sospesa nella notte !                                    

Siamo in Normandia . Questa regione è fortemente legata agli eventi che la videro coinvolta durante la Seconda Guerra Mondiale e musei e cimiteri militari disseminati lungo la costa permettono di approfondire tutti gli aspetti legati al grande sbarco .

E’ possibile seguire veri e propri itinerari di guerra che seguono, passo dopo passo,  le operazioni di sbarco e la battaglia di Normandia .

Il giorno successivo rivolgiamo pertanto un ultimo sguardo a Mont St. Michel e ci dirigiamo verso il punto più a nord del nostro tour :

I LUOGHI DELLO SBARCO IN NORMADIA .

Luoghi dello Sbarco in Normanda 1

Luoghi dello Sbarco in Normanda 1

Luoghi dello Sbarco in Normanda 2

Luoghi dello Sbarco in Normanda 2

Tocchiamo GRANDCAMP, PORT EN BESSIN, ARROMANCHES, BERNIERES e tutta la costa . Passeggiamo sulle spiagge dell’ “ operazione Overlord “ , ovvero il luogo dove è avvenuto lo sbarco del 6 giugno 1944 delle truppe alleate contro i nazisti .

E’ emozionante calpestare la sabbia delle spiagge denominate Omaha, Juno, Utah, Gold, Sword . Si vedono postazioni militari tedesche, bunker, cannoni, carri armati, mitragliatrici, targhe poste a ricordo di tutti coloro che hanno dato la vita per la libertà .

Il pensiero corre ovviamente alle migliaia di caduti che, con il loro sacrificio, hanno permesso a noi ed alle prossime generazioni di poter vivere in LIBERTA’ .

Questi luoghi dovrebbero essere fatti visitare a tutti i nostri ragazzi per capire che cosa significa sacrificio per la libertà . Guardando Antonio e Saky mentre si aggiravano per questi luoghi mi sono accorto dell’emozione che stavano provando vedendo tutto ciò che  li circondava .

Quando siamo saliti al cimitero americano di COLLEVILLE sur MER il magone ci ha travolto : 9387 croci bianche che ricordano altrettanti giovani soldati americani caduti, tutti rivolti verso ovest, verso la patria che non avrebbero più rivisto dopo essere arrivati in Europa pieni di belle speranze . Il cimitero è posto in alto a strapiombo sulla spiaggia e questo rende il luogo ancora più suggestivo .

Il Museé du Debarquement ( ore 9 – 18 ) di ARROMANCHES LE  BAINS è da visitare : espone fotografie, armi, oggetti militari e modelli in scala del gigantesco porto artificiale costruito per lo sbarco dei mezzi pesanti ; in un nuovo padiglione sulla falesia che domina l’ abitato si trova uno schermo circolare per la proiezione di filmati a 360° .

Prima di recarci verso Honfleur per vedere lo spettacolare Ponte di Normandia conviene fare una tappa a BAYEUX per vedere il celebre Arazzo .

Oggi è esposto al Centre Guillaume le Conquerant in Rue de Nesmond : anche se tutti lo chiamano arazzo in realtà si tratta di un preziosissimo ricamo con fili di lana largo da 50 a 55 cm ed eseguito su una tela di lino lunga circa 85 metri .

Come una sorta di film storico il lavoro racconta in 58 quadri diversi gli avvenimenti che portarono Guglielmo, duca di Normandia, alla conquista dell’ Inghilterra .

La ricchezza e la precisione dei particolari nei diversi quadri diventano anche uno straordinario ed irripetibile documento sulla vita quotidiana del secolo XI .

Questo arazzo è stato anche l’ argomento principale di una puntata di “ Passaggio a Nord Ovest “.

Puntiamo il camper in direzione PARIGI ma la nostra tappa è SEVRES, nella periferia della capitale francese, dove giungiamo dopo circa 130 Km .

La nostra meta è il Museé  National de Ceramique, ovvero il museo dove sono esposte le più belle ceramiche d’ Europa .

Opere al Museé  National de Ceramique

Opere al Museé National de Ceramique

Contiene ceramiche dal Medioevo al ‘700 ( 12.000 oggetti ) di ceramica islamica di Iznik, di ceramiche ispano-moresche, tutta la produzione italiana del Rinascimento ( Faenza, Firenze,Siena, Venezia ) e naturalmente una straordinaria collezione di ceramiche francesi da Nevers a Rouen, da quelle di Strasburgo a quelle di Marsiglia, la porcellana cinese e quella di Meissen ( tedesca ) e tutte le paste tenere francesi di Saint-Cluod, Chantilly, Vincennes, Sevres e Parigi .

Tra i piatti è da segnalare quello di Caterina II di Russia, uno dei più fastosi realizzati dalla manifattura : comprendeva 744 pezzi e fu pagato 14 anni dopo, salvando la manifattura dal fallimento .

Altre opere al Museé  National de Ceramique

Altre opere al Museé National de Ceramique

Il servizio detto di Buffon, del 1783, ed un pendolo-lira del 1786 in porcellana sono tra i molti capolavori del museo . La città della ceramica è costituita da un insieme di 25 edifici, situato in un enclave di 4 ettari nel parco più basso di Saint Cloud . Il Museé National de la Ceramique de Sevres è in Place de la Manifacture a Sevres  ( chiuso martedì e festivi – visita ore 10.00 / 17.15 ) .

Lasciamo il camper parcheggiato al campeggio del Bois de Boulogne e, con la  metro ci rechiamo a vedere la Tour Eiffel ( fermata Trocadero ) .

Lasciamo Saky e Antonio e, mentre loro salgono sulla torre, io, Rosella e Petia andiamo a vedere la tomba di Napoleone Bonaparte nella cattedrale di Saint Luis des Invalides .

Il ritrovo è previsto per le ore 20.00 al campeggio . Per cui visitiamo il mausoleo e          con “ mooooolta “ calma ritorniamo verso il camper .

Ci fermiamo a Parigi due giorni e mentre i due ragazzi vanno a zonzo per la città noi approfittiamo per visitare il Louvre.

Penultima tappa prevista del nostro tour è CHARTRES, città famosa per il suo notevole valore artistico e dominata dalla meravigliosa Cattedrale gotica .

Cattedrale Gotica di CHARTRES

Cattedrale Gotica di CHARTRES

L’ edificio,costruito nei sec. XII – XIII presenta ai lati della facciata due campanili, il Clocher Vieux del 1142 ed il Clocher Neuf del 1506 .

Tra i due campanili si apre lo stupendo Portale Reale del XII secolo, ornato da bellissime opere scultoree rappresentanti la vita di Cristo e della Vergine, gli Apostoli e personaggi dell’ Antico Testamento . All’ interno, alto 37 metri,  si possono ammirare il pregevole recinto del coro, riccamente decorato da statue del XVI secolo e le splendide vetrate duecentesche .

Queste ultime presentano un colore blu inimitabile ed inimitato . Comprese le rosette, le 176 vetrate coprono una superficie di 2.600 mq e raffigurano principalmente santi e personaggi biblici fra cui Noè, Giuseppe, il buon samaritano, il figliol prodigo, ecc.  .      Le vetrate hanno due caratteristiche particolarissime : innanzitutto risplendono con la stessa intensità a qualsiasi ora del giorno, sia al crepuscolo che in pieno giorno, e inoltre, anche se di una policromia sorprendente, proiettano il proprio colore con una luminosità diffusa dando un colore sul blu all’ interno .

Nella Cattedrale è custodita anche una sacra reliquia, il velo della Vergine Maria, offerto nell’ 876 alla cattedrale dall’ imperatore del Sacro Romano Impero .

Secondo la tradizione questo velo è la camicia che portava Maria al momento dell’ Annunciazione . Il velo è sempre esposto nel deambulatorio, al lato nord, in una delle cappelle absidali .

Il Labirinto di Chartres – sec. XII – è una figura geometrica circolare iscritta in larghezza sul pavimento della navata centrale e rappresenta un percorso continuo lungo 261,5 metri che va dall’ esterno all’ interno del cerchio con una successione di curve e archi concentrici .

Una delle sue particolarità è che i percorsi sia dal centro che dal perimetro presentano la stessa successione di curve ed archi . Il labirinto rappresenta il cammino simbolico che porta l’ uomo dalla Terra a Dio ; il percorso non consiste solo nell’ andare verso il centro, ma anche a ripartire da lì .

Nei tempi passati percorrere il Labirinto a piedi nudi o in ginocchio doveva servire per ottenere l’ indulgenza oppure era una forma sostitutiva di un pellegrinaggio verso Gerusalemme . Ci avviamo ora a visitare l’ ultima tappa del nostro viaggio e dopo circa 150 Km giungiamo a BRIARE .

Cartolina di Briare

Cartolina di Briare

Tra i gioielli forse meno noti della Loira merita una menzione il  “ ponte – canale “ di Briare : capolavoro di ingegneria , il ponte in ferro e pietra scavalca a 20 metri di altezza la Loira collegando fra loro i bacini fluviali della Saonne e della Senna .

E’ percorso non da una strada ma, appunto, da un canale un tempo utilizzato per il trasporto via acqua di merci e persone .

Inaugurato nel 1896, con in suoi 662,69 metri di lunghezza, di cui 600 sospesi sulla Loira, è il ponte-canale più lungo d’ Europa .

Alla progettazione dei pilastri delle fondamenta partecipò in qualità di consulente anche Gustave Eiffel .

Sin dalla sua apertura il ponte-canale di Briare venne illuminato elettricamente grazie a due turbine alimentate dall’ acqua del canale laterale della Loira realizzato 7,5 metri più in basso.                                                                                                                                

Qui termina il nostro viaggio attraverso la Francia . Per il ritorno attraverseremo il confine Francia – Italia sempre dal Colle del Moncenisio e poi via verso la Valle Camonica .                                                                                                    Un viaggio lungo circa 3.000 Km che ci ha fatto toccare luoghi incredibili, maestosi, fiabeschi, emozionanti : i castelli di Chambord , Chenonceau e Azay le Rideau, Saint Malò, Mont Saint Michel, i luoghi dello sbarco .

Dobbiamo inoltre fare un applauso ai Francesi : ogni paese, ogni città, ovunque si trovano aree di sosta per i camper , la maggior parte con servizi, pulite, in ordine e non si riscontra mai nessun problema a parcheggiare .

Per quanto riguarda i campeggi sono funzionali, generalmente economici, presenti ovunque, probabilmente i migliori d’ Europa per l’ eccellente distribuzione sul territorio e per il buon rapporto qualità / prezzo dei servizi .

Noi abbiamo evitato “ in toto “ di utilizzare le carissime autostrade francesi . Memori di altri viaggi in territorio francese abbiamo optato per le comode e scorrevoli strade statali che, pur attraversando paesi e cittadine, permettono di viaggiare in assoluta tranquillità, sicurezza e consentono di utilizzare le numerose aree di sosta che si trovano lungo il percorso .

Unica raccomandazione : rispettare i limiti di velocità, soprattutto nei centri abitati .

La “ Police “ è sempre all’ erta con i multanova . Mettete però in preventivo di farvi una scorpacciata di rotonde . Alla fine, penso come a noi, le odierete!!!                                                                                                                               

Di seguito un elenco dei luoghi dove è possibile sostare con il camper per un viaggio in Normandia e per visitare i Castelli della Loira.                    

Moncenisio :

area sosta in riva al lago a 1900m di altitudine .                                        

Modane :

2 km prima del paese area sosta nel piazzale del castello che trovate sulla vostra destra scendendo dal passo . Solo sosta, no servizi ma silenzioso e alberato .                                      

Bourges :

1) area camper vicino al parking Serancourt sulla rue Jean Bouin ( direzione camping Municipal Robinson GPS N 47° 4’ 39,79”   e 2° 23’ 59” –  Boulevard de l’ Industrie 47 ) gratuito .                                                                                                          

2) Area di sosta in Espace de L’ Europe GPS N 47° 4’ 48”   E 2° 23’ 55”  .                                                                                      

Chambord :

parcheggio del castello – gratuito solo se si visita il maniero, altrimenti si  paga .                                                                                                                                

Blois :

parking P2 Jean Moulin per camper e bus – seguire le indicazioni “ Percorso parking “ nelle immediate vicinanze del castello – sbarre automatiche – solo diurna       GPS   N 47° 35’ 20,59”     E 1° 20’ 27,60” .                                                           

Chenonceau :

parcheggio accanto al viale d’ ingresso al castello ( fino ore 23.30 ) – per la sosta notturna area camper prima del castello vicino al PL senza superare i binari .

Amboise :

1) area per bus in riva alla Loira vicina al centro città ed al castello –               GPS   N 47° 24’ 39,59”    E 0° 59’ 18,02”                                                                            

2) area attrezzata a pagamento attigua al campeggio municipale subito dopo il ponte sulla destra -     GPS   N 47° 24’ 59,28”    E 0° 59’ 13,01”

Fra Chenonceau e Villandry :

area di sosta con CS a Le May comune di D’ Athee sur Cher – gratuita .

Villandry :

parcheggio a 200 metri dal castello in piazzale riservato ai camper – con toilette . GPS N 47.340917     E 0.513117                                                                                                                              

Azay-le-Rideau :

1) area camper nel parcheggio del castello – acqua al club canoisti      

2) area sosta al camping municipale, non grandissima, max 24 ore – CS a pagamento – conviene arrivare al massimo nel primo pomeriggio .                                                      GPS   N 47° 15’ 33,47”   E 0° 28’ 10,89”                                                                                                                          

Fontevraud :

area non attrezzata nel parcheggio a 200 metri dall’ abbazia – WC – accesso pedonale all’ abbazia .                                                                                                     

Angers :

1) area attrezzata + CS + elettricità con griglia di scarico a terra in             Boulevard Couffon, incrocio Rue Leon Pavot vicino al castello su viale alberato –        GPS    N 47,46636     W -0,58571 .                                                                                         

2) Parcheggio in Cale de la Savatte GPS   N 47.472808   W -0.562513                                                                                                                               

St. Malò :

seguire le indicazioni “ PORTO “ proseguire verso il centro passando vicino all’ Ippodromo, seguire le indicazioni “ intra muros ( non il cartello giallo dei bus ma quella bianco ) superare il ponte levatoio che vi porta sotto le mura della città vecchia . Dopo 200 metri vedete sulla destra l’ ufficio turistico : svoltare verso di lui e proseguire oltre la piccola rotonda per circa 200 metri , sulla destra possibilità di sosta camper.  

Mont St. Michel :

1) area di sosta a pagamento – pernottamento – vicino all’ abbazia

2) area di sosta – pernottamento – a 1 Km dall’ abbazia .

Arromanches :

1) parcheggio solo per camper nel paese – scarico, pernottamento,  gratuito – acqua a pagamento   -   GPS   N 49,33904   W -0,62553                                                         

2)parcheggio del cinema a 360° , a pagamento di giorno € 5.00.                                    GPS   N 49.342573   W -0.621071

Utah Beach :

parcheggio su autobloccanti presso il memoriale – tranquillo .      

Grandcamp Maisy :

area attrezzata gratuita, acqua, pozzetto di scarico a terra – 14 piazzole su terra battuta in prossimità porto e commerci – GPS   N 49.3862   W -1.03782

Longues sur Mer :

parcheggio lungo la strada di fronte al sito dell’ avamposto militare tedesco .                                                                                                                           

Colleville :

parcheggio presso il cimitero americano – i camper in zona autobus turistici .

Ouistreham :

sosta lungo la spiaggia fino all’ una di notte – pernottamento in tutti gli altri parcheggi .

Honfleur :

1) parcheggio vicino al Ponte di Normandia                                                  GPS   N 49° 25’ 7,73”    E 0° 14’ 26,72”                                                                                                                       

2) area attrezzata, pozzetto scarico, € 9.00 x 24 ore – 120 vicina al centro in Parking du Bassin de l’ Est vicina all’ ufficio del turismo                                                                          GPS   N 49,419687   E 0,24221                                                                                        

Pont Audemer :

sosta pernottamento nel parcheggio in Quai de Risle .                        

Rouen :

1) sosta lungo la riva della Senna fra i ponti Pont Boildieu e Pont Corbeille, di fronte alle guglie della cattedrale, dall’ altra parte del fiume – tranquilla e sicura .         GPS    N 49.437422    E  1.091123                                                                                        

2) sosta libera nel parcheggio sulla riva sinistra della Senna, opposta al centro storico, tra i ponti Jeanne d’ Arc ( quai de Moulin ) e Bolendeu .                                                          

Sevres :

No parcheggio camper , conviene il camping Municipal al Bois de Boulogne .

Chartres :

sosta pernottamento in Boulevard du Marechal  Foch .                                   GPS   N 48.44977   E 1.492231

Briare :

area attrezzata in Port du Commerc, in Quai de Mazoyer ( GPS   N 47° 38’ 6,25”   E 2° 44’ 24,57” ) , parcheggio del Port de Plaisance ( GPS   N 47.693126    E  2.743835 )  oppure sui bordi erbosi del vecchio canale sulla Loira . CS stazione di servizio Latoto Plus di fronte al supermercato Intermarche nella zona artigianale Moulin a  Vent .                       

UN CONSIGLIO :

Cercate su internet il sito www.robadacamper.com ; cliccando su “ aree di sosta” Italia o Estero  compare la cartina dell’ Europa . Cliccare sulla nazione che interessa ( esempio Francia ) e vengono evidenziate su una cartina di Google le aree di sosta della zona .

Cliccando 1 volta sulla cartina sul luogo prescelto ( es : Rouen ) si evidenzia l’area di sosta o parcheggio con le coordinate GPS, cliccando poi 2 volte sul segno rosso del luogo prescelto esce una schermata con notizie sull’area di sosta o parcheggio, le coordinate GPS e le foto del posto . Ottimo per capire dove si andrà a sostare .                                                                         

Notizie in generale :

( tutti i prezzi sono relativi al 2011 )                                                                                                      

MONT ST. MICHEL :

ingresso abbazia 2 maggio / 31 agosto ore 9.00 / 19.00 – ultimo ingresso ore 18.00 .     costo del biglietto : adulti € 8.00 – 18/25 anni € 5.00 – gratis sotto i 18 anni .

musei :  Museo Storico ( Museé Historique  ou Museé Grévin ) espone armi, dipinti, sculture, orologi ed un periscopio del sec. XIX – Archéoscope, museo multimediale che mostra le tecniche di costruzione dell’ abbazia e la sua storia – Museo Marittimo ( Museé Maritime ) museo audio visuale che spiega il fenomeno delle maree, le problematiche del sito e i lavori di ripristino che saranno fatti in futuro – Casa Tiphaine, antica casa del XIV secolo con mobili, dipinti e tappezzerie d’ epoca ; biglietti in vendita solo agli ingressi dei musei : cumulativo 4 musei € 15,00 intero, € 11,50 studenti – 1 museo € 7,00 .                                                                                                                       

CHAMBORD :

costo del biglietto : adulti € 9,50 – gratis per i minori di 18 anni ( documento identità ) se  accompagnati e per ragazzi fra i 18/25 anni se cittadini dell’ Unione Europea in possesso di carta d’ identità .

parcheggio : € 6,00 al giorno – € 20,00 a notte per  camper e  veicoli < 7.90 m – € 45,00 per  veicoli > 7,90 m .

AZAY-LE-RIDEAU:

orari : 1 aprile / 30 giugno ore 9.30 – 18.00 ; 1 luglio / 31 agosto ore 9.30 – 19.00 ;

1 settembre / 30 settembre ore 9.30 – 18.00

costo del biglietto : adulti € 8,00 – ridotti € 5,00 – gratis per minori 18 anni ( documento identità ) se accompagnati e per ragazzi fra i 18/25 anni se cittadini dell’ Unione Europea in possesso di carta d’ identità.

Email : chateau.azay-le-rideau@monuments-nationaux.fr

CHENONCEAU :

orari : aprile / maggio ore 9.00 – 19.00 ; 1/30giugno ore 9.00 – 19.30 ; luglio / agosto ore 9.00 20.00 ; settembre ore 9.00 – 19.30

costo del biglietto : Adulti € 10.50 – ragazzi dai 7 ai 18 anni e studenti € 8.50  con opuscolo anche in italiano gratuito e visita del castello, delle depandances, dei giardini e del parco . Con audio-guida  adulti € 14.50 ragazzi 7 / 18 anni e studenti € 10.50  ;    castello + museo ( con opuscolo ) adulti € 12.50 ragazzi 7 / 18 anni e studenti € 10.50 , con audio-guida Adulti € 15.50  ragazzi 7/18 e studenti € 14.00 – gli studenti devono presentare la tessera studenti  .

Servizi offerti : negozio, area picnic, caffetteria, buvette, salone del the, fast-food ristorante, spazio giochi per bambini, prestito di sedia a rotelle, cani al guinzaglio permessi, parcheggio gratuito . GPS   N 47° 19’ 46”    E 1° 4’ 0,87”

Sito internet : www.chenonceau.com – fax  33(0)247239778 -  ttel 33(0)820209090                                                                                                        

AMBOISE :

orari : 1 aprile / 30 giugno ore 9.00 – 18.30 ; 1 luglio / 31 agosto ore 9.00 – 19.00 ; 1 settembre / 1 novembre ore 9.00 – 18.00

costo del biglietto : adulti € 10,00 – studenti € 8,50 – ragazzi 7 / 14 anni € 6.50 – bambini under 7 anni gratuito . Supplemento audio-guida € 3,50 ; persona diversamente abili e accompagnatore : adulti € 7,50 – studenti € 6,40 – ragazzi 7 / 14 anni €5,80 – supplemento audio-guida € 2,50                                                                                                                    sito internet : www.chateau-amboise.com

Email : contact@chateau-amboise.com  – fax : 33 (0)2 47 57 00 98

sito per diversamente abili : www.chateau-amboise.com/francais/visite_hadicaps.html Possibilità di acquisto biglietto unico per i 4 castelli di Amboise – Clos Lucé, Chaumont e Chambord :

Formula PASS proposta da l’ OFFICE de TOURISME  DU VAL  D’ AMBOISE – tel +33 (0)2 47 57 09 28  -  E-mail : tourisme-amboise@wanadoo.fr

VILLANDRY :

costo del biglietto : castello e giardini : adulti €9,50 – ridotto € 5,50 – adulti con audio guida € 12,50 – ridotto con audio guida € 8,50  ; solo giardini : adulti € 6,50 – ridotti € 4,00 – adulti con audio guida € 9,50 – ridotto con audio guida € 7,00 ( ridotto : dagli 8 ai 18 anni e studenti sotto i 26 anni su presentazione del tesserino ) – gratis sotto gli 8 anni . Brochure e audio guide anche in italiano. Visite guidate solo in francese .                                                                               Cani al guinzaglio per tutta la visita dei giardini e ammessi nel castello se di piccola taglia e tenuti in una borsa / sacchetto per tutta la durata della visita .

Garage per biciclette, senza sorveglianza .

BLOIS :

costo del biglietto :  castello : adulti € 8,00 / 9,50* – ridotti € 6,50 / 7,00* – ragazzi 6/17 anni € 4,00  ; (*) prezzi alta stagione 1 giugno – 30 settembre ; ridotti : sconto per studenti con tesserino e famiglie .  tel. 02 54 90 33 33  -  fax 02 54 90 33 31  -  su internet digitare : Chateau  Royal  de Blois                                           

ARROMANCHES :

Museé du Débarquement – Place du 6 Juin

costo del biglietto : adulti € 6,50 – ragazzi € 4,50  – www.museé-arromanches.fr – E-mail : info@museé-arromanches.fr

Cinema 360°  – Chemin du Calvaire costo biglietto : adulti € 4,20 – ragazzi 10/18 anni € 3,70 – minori 10 anni gratis

www.arromaches360.com E-mail : contact@arromanches.com                                                                          

LONGUES SUR MER :

Batterie de Longues – Office de Tourisme Intercomunal Bayeux Bessin – fax  02 31512829 -  costo del biglietto € 4,00 -      E-mail : longues@bayeux-tourism.com

SAINT-MARCOUF-DE-L’ISLE :

Museé  de la Batterie de Crisbecq – Route des Manoirs

( si visita la + grande batteria di artiglieria costiera tedesca su Utah Beach con

21 Blockhouse collegate da oltre 1 km di trincee )

costo del biglietto € 6,00

www.memorial-quineville.com

E-mail : contact@batterie-marcouf.com

COLLEVILLE SUR MER :

Cimitero americano

www.abmc.gov                                                                                                            

BAYEUX :

Arazzo di Bayeux – Centre Guillaume Le Conquérant – rue de Nesmond 13 bis

costo biglietto : Adulti € 7,80 – studenti € 3,80                                                                                                                        

PER NOTIZIE  SULLA  NORMANDIA

visitare i siti internet :                                                                                                       

www.pro-normandie-tourisme.com - www.normandie-tourisme.frwww.normandiememoire.com

Ufficio turismo della comunità di Rouen – Place de la Cathedral 25 – Rouen cedex

tel. 02 – 32083240   fax 02 – 32083244

aperto maggio / settembre – feriali ore 9.00 / 19.00 , festivi ore 9.30 / 12.30 e 14.00 / 18.00      www.rouentourisme.com E-mail : accueil@rouentourisme.com

Ufficio del turismo di Bayeux www.bayeux-tourism.com                                                                                          

ULTIMA ANNOTAZIONE :

Se pianificate un viaggio in Francia e nei Castelli della Loira nel mese di Luglio prestare massima attenzione alle tappe del Tour de France !!!

Per i tuoi viaggi itineranti e le tue vacanze in Francia puoi consultare anche la pagina con le segnalazioni delle aree di sosta, di punti sosta e dei camper service in Francia

Comments are closed.