->Tecnica

Piccolo vademecum sulle Assicurazioni
per conoscere le definizioni, il glossario giuridico e il modo di comportarsi in caso di sinistro
a cura di Mosè Banfi


Definizioni - Glossario giuridico - Consigli utili in casi di sinistro


Definizioni

Accessori di serie:
installazioni stabilmente fissate al veicolo costituenti normale dotazione di serie senza supplemento al prezzo base di listino. Sono compresi i sistemi di navigazione satellitare.

Apparecchi Audio-Fono-Visivi:
si intendono esclusivamente radio-registratori - mangianastri compact disk players - televisori - radiotelefoni ed altre apparecchiatura del genere, purché stabilmente fissati al veicolo.
Sono esclusi i telefoni cellulari.

Assicurato:
il soggetto il cui interesse è protetto dall'assicurazione o la persona fisica o giuridica la cui responsabilità civile è coperta dall'assicurazione.
Per alcune garanzie aggiuntive: Il conducente del veicolo e le persone autorizzate all'uso dello stesso, nonché, per le prestazioni previste in particolari articoli le persone trasportate a bordo del veicolo stesso.

Assicurazione:
garanzia prestata con il contratto di assicurazione.

Classe di merito:
è la classe di merito assegnata al contratto; con l'indicazione per le autovetture anche della "classe di merito ex delibera CIP", risultante dall'Attestazione dello stato di rischio (Attestato di rischio) rilasciata dal precedente Assicuratore o dalla Compagnia in occasione di ogni scadenza annuale.

Compagnia:
l'impresa Assicuratrice.

Contraente:
persona fisica o giuridica che stipula il contratto di assicurazione.

Decorrenza e durata:
dalla data di decorrenza della polizza e per tutta la durata della stessa.

Degrado d'uso:
rapporto fra il valore commerciale del veicolo al momento del sinistro e il prezzo di listino a nuovo dello stesso rapportato a 100.

Estensione Territoriale:
Italia, Repubblica di San Marino, Città del Vaticano, Stati dell'Unione Europea, Finlandia, Svezia, Islanda, Repubblica Ceca e Slovacca, Ungheria, Principato di Monaco, Slovenia, Svizzera, Stati dell'exURSS europea (fino agli Urali), Gibilterra, Andorra, Liechtenstein e tutti gli altri Stati indicati nella Carta Verde.

Franchigia:
l'importo prestabilito che in caso di sinistro l'Assicurato tiene a suo carico e per il quale la Compagnia non riconosce l'indennizzo.

Furto:
impossessamento di cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene al fine di trarne ingiusto profitto per sé o per altri.

Guasti accidentali:
danni diretti e materiali subiti dal veicolo a seguito di urto, collisione, ribaltamento e uscita di strada.

Guasto:
danno subito dal veicolo per usura, difetto, rottura, mancato funzionamento di sue parti, tale da rendere impossibile per l'Assicurato l'utilizzo dello stesso in condizioni normali.

Incidente:
il sinistro, subito dal veicolo in circolazione, non voluto, dovuto a: imperizia, negligenza, inosservanza di norme e regolamenti o a caso fortuito connesso alla circolazione stradale, che provoca danni al veicolo tali da rendere impossibile all'assicurato l'utilizzo dello stesso in condizioni normali.

Incendio:
combustione con sviluppo di fiamma di beni materiali al di fuori di appropriato focolare, che può autoestendersi e propagarsi.
Non sono da considerarsi a nessun fine come incendio le bruciature non accompagnate da sviluppo di fiamma.

Infortunio:
evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna che produce lesioni corporali obiettivamente constatabili, connesso con la circolazione del veicolo.

Indennizzo:
la somma dovuta dalla Compagnia in caso di sinistro.

In viaggio:
qualunque località al di fuori del comune di residenza dell'Assicurato ad oltre 25 chilometri dal luogo di residenza dello stesso.

Legge:
la legge 24 dicembre 1969, n°990, sull'assicurazione obbligatoria della Responsabilità Civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti e successive modificazioni.

Massimali:
somme sino a concorrenza delle quali la Compagnia presta l'assicurazione.

Optional e accessori non di serie:
installazioni stabilmente fissate al veicolo non rientranti nel novero degli accessori di serie.
Sono compresi i sistemi di navigazione satellitare.

Polizza:
il documento che prova l'assicurazione.

Premio:
la somma dovuta dal Contraente alla Compagnia, comprensiva di imposte ed eventuali oneri di legge.

Rapina:
sottrazione di cosa mobile a chi la detiene, mediante violenza o minaccia alla persona stessa.

Regolamento:
il regolamento di esecuzione della predetta legge n° 990 e successive modificazioni.

Risarcimento:
somma spettante al terzo danneggiato a seguito di sinistro.

Rischio:
la probabilità che si verifichi il sinistro.

Scoperto:
percentuale della somma liquidabile a termini di polizza che rimane a carico dell'Assicurato/Contraente per ciascun sinistro, con il minimo indicato in polizza.

Scoppio:
repentino dirompersi o cedere del serbatoio o dell'impianto di alimentazione.

Sinistro:
l'evento dannoso per il quale è prestata l'assicurazione, o il singolo fatto o avvenimento che renda impossibile l'utilizzo del veicolo assicurato, dipendente da guasto, incidente, incendio, furto (anche parziale o tentato), rapina (anche tentata) e che determina la richiesta di assistenza.

Tariffa:
la tariffa della Compagnia in vigore al momento della stipulazione del contratto o del suo rinnovo.

Valore a nuovo:
è il prezzo di listino a nuovo del veicolo oggetto dell'Assicurazione al momento del sinistro, con il limite della somma assicurata.

Valore assicurato:
è il valore dichiarato in polizza. Lo stesso deve corrispondere al valore commerciale o a nuovo al momento della stipulazione del contratto.

Valore commerciale:
è il valore del veicolo corrispondente a quello del corrente mercato dell'usato, riportato da Quattroruote per le sole autovetture e dall"'Eurotax Giallo" per tutti gli altri veicoli.

Veicolo:
autovettura ad uso privato, autoveicolo per trasporto di cose e/o persone, camper, roulotte, rimorchio campeggio, motocarrozzetta, che non superino il peso complessivo a pieno carico di 35 q.li; motociclo di oltre 50 cc., regolarmente assicurato con polizza RCA/ARD.
Sono esclusi i veicoli adibiti a noleggio o locazione.


Glossario giuridico

Assistenza stragiudiziale:
è quell'attività che viene svolta al fine di comporre qualsiasi vertenza prima del ricorso al giudice e per evitarlo.

Delitto colposo:
è solo quello espressamente previsto come tale (e a tale titolo contestato) dalla legge penale, commesso per negligenza, imperizia, imprudenza o inosservanza di leggi, ma senza volontà né intenzione di causare l'evento lesivo.

Delitto doloso:
è doloso, o secondo l'intenzione, qualsiasi delitto all'infuori di quelli espressamente previsti dalla legge come colposi o preterintenzionali.

Danno extracontrattuale:
è il danno ingiusto conseguente al fatto illecito: quello del derubato, dell'ospite che scivola sulle scale sdrucciolevoli o, tipicamente, i danni da incidenti stradali.
Tra danneggiato e responsabile non esiste alcun rapporto contrattuale o, se esiste, non ha alcun nesso con l'evento dannoso.

Delitto preterintenzionale:
si ha delitto preterintenzionale, o oltre l'intenzione, quando l'evento dannoso risulta più grave di quello dovuto.

Fatto illecito:
non è inadempimento, ossia violazione di un obbligo contrattuale assunto nei confronti di soggetti particolari.
Il fatto illecito consiste nella inosservanza di una norma di legge posta a tutela della collettività o in un comportamento che violi un diritto assoluto del singolo.

Insorgenza (del sinistro):
coincide con il momento in cui viene violata la norma di legge o si verifica la lesione del diritto che dà origine alla controversia.
Tale momento deve essere successivo a quello di decorrenza della polizza e - per le controversie contrattuali - deve collocarsi oltre 90 giorni da detta decorrenza:

nel Penale (garanzia immediata):

giorno in cui è stato commesso il reato; si ricava dalla informazione di garanzia e non ha nulla a che fare con la data di notificazione di quest'ultima;

nell'Extracontrattuale (garanzia immediata):

giorno in cui si verifica l'evento dannoso, indipendentemente dalla data di richiesta del risarcimento;

nel Contrattuale (carenza di 90 giorni):

momento in cui una delle Parti ha posto in essere il primo comportamento non conforme ai patti concordati.

Lesioni personali colpose:
commette reato di lesioni personali colpose chi, senza volontà, provoca lesioni ad una persona (art. 590 C.P).

Omicidio colposo:
commette reato di omicidio colposo chi, senza volontà ed intenzione, provoca la morte di una persona (art. 589 C.P).

Procedimento penale:
inizia con la contestazione di presunta violazione di norme penali che viene notificata alla persona mediante informazione di garanzia. Questa contiene l'indicazione della norma violata ed il titolo (colposo - doloso - preterintenzionale) del reato ascritto. Per la garanzia di polizza, è essenziale la contestazione iniziale (prima del giudizio vero e proprio).

Reato:
violazione di norme penali.
I reati si distinguono in delitti e contravvenzioni e comportano pene diverse, detentive e/o pecuniarie (Per delitti: reclusione, multa; per contravvenzioni: arresto, ammenda).
I delitti si dividono poi, in base all'elemento psicologico, in dolosi, preterintenzionali e colposi, mentre nelle contravvenzioni la volontà è irrilevante.

Spese di giustizia:
sono le spese del processo che, in un procedimento penale, il condannato deve pagare allo Stato.
Nel giudizio civile invece le spese della procedura vengono pagate dalle Parti, contemporaneamente allo svolgimento degli atti processuali e, a conclusione dei giudizio, il soccombente è condannato a rifonderle.

Transazione:
accordo col quale le Parti, facendosi reciproche concessioni, pongono fine ad una lite tra di loro insorta o la prevengono.

Vertenza contrattuale:
controversia insorta in merito ad esistenza, validità, esecuzione di patti, accordi, contratti precedentemente conclusi tra le Parti, anche oralmente, con inadempimento delle relative obbligazioni.


Consigli utili in casi di sinistro

Incidente da circolazione
Per la denuncia dei sinistri, è indispensabile utilizzare il "Modulo di Constatazione Amichevole".
Detto modulo, sottoscritto anche dalla controparte, consente di usufruire dei vantaggi previsti dalla Convenzione Indennizzo Diretto (C.I.D.), fra i quali la possibilità di essere risarciti tempestivamente e direttamente dalla propria Compagnia.
Il modulo, completato con chiarezza in ogni sua parte, deve essere trasmesso con la massima sollecitudine all'Agenzia cui è assegnato il contratto.
Ove è possibile, è di fondamentale importanza raccogliere il nome e l'indirizzo di eventuali testimoni presenti al fatto e di fare intervenire immediatamente la Polizia, i Carabinieri o i Vigili Urbani.
I sinistri che hanno causato lesioni mortali devono essere denunciati con telegramma entro 24 ore.

Denuncia di sinistro
In caso di sinistro, il Codice Civile stabilisce che l'Assicurato ne debba dare comunicazione alla Compagnia entro 3 giorni dall'avvenimento o dal momento in cui ne è venuto a conoscenza.
E' comunque di comune interesse che la denuncia venga presentata il più presto possibile.

Atti giudiziari
La legge 26.11.1990 n. 353 "Provvedimenti urgenti per il processo civile" ha ristretto i tempi necessari per la preparazione delle difese e la costituzione in causa del convenuto, per cui, ad evitare pregiudizi, occorre rimettere alla Compagnia, senza indugi, gli atti giudiziari firmati per il mandato alla difesa, con tutti gli elementi utili (nominativi dei testi, foto, certificazioni, ecc.) che il difensore deve subito rappresentare a pena di decadenza nell'atto di costituzione".

Incendio, furto o evento socio-politico
In caso di sinistro derivante da questi fatti occorre presentare all'Autorità competente (Polizia, Carabinieri) la relativa denuncia.
Nel caso in cui il sinistro avvenga all'Estero, sarà necessario presentare denuncia all'Autorità straniera competente e - al rientro in Italia - reiterare la denuncia presso le succitate Autorità italiane.
Una copia delle denunce deve essere consegnata all'Agenzia cui è assegnato il contratto.

Eventi naturali
In caso di sinistro è necessario presentare una dichiarazione rilasciata dall'Autorità del luogo competente in materia; ovvero la comunicazione di sinistro dovrà trovare riscontro nelle rilevazioni effettuate dall'osservatorio meteorologico più vicino.

Ritiro della patente
E' necessario allegare alla denuncia il documento ufficiale comprovante il provvedimento adottato dalle Autorità.

Europ Assistance
Ogni intervento di assistenza deve essere richiesto alla Centrale Operativa di Europ Assistance e da questa preventivamente autorizzato.

Carta verde
E' il documento che dimostra la copertura assicurativa nei paesi extra CEE indicati sulla Carta Verde stessa.
Deve essere richiesto all'Agenzia cui è assegnato il contratto.
All'estero:
in caso di incidente compilare il modello di "Constatazione Amichevole di Incidente" come già detto. In mancanza di tale modulo è indispensabile scambiare i relativi dati incluso il nome della Compagnia di assicurazione. Il modulo compilato deve essere inviato o consegnato tempestivamente all'Agenzia o alla Compagnia intestataria del contratto. In caso di incidente grave è indispensabile contattare l'ufficio corrispondente all'estero della vostra Compagnia, oppure rivolgersi all'Ufficio Centrale della nazione riportata sulla "Carta Verde". In ogni caso, per gli incidenti con veicoli stranieri, è preferibile prendere direttamente contatto con gli uffici della vostra Compagnia. Abbiate sempre a portata di mano il numero telefonico dell'agenzia in cui avete stipulato il contratto oppure di uno degli ispettorati sinistri.





Turismo Itinerante
     


E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2005 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - SiteMap