I nuovi Diari (da Gennaio 2011)   <<    >> Pagina dei Diari di viaggio (fino a dicembre 2010)

Sicilia 2006

di Mariottini Raffaello

Periodo: dal 17 Giugno al 01 Luglio (15 giorni).
Mezzo: Kentucky Corral 2, su Ford Transit 2.4 tdci del 2005.
Equipaggio: Raffaello (35), Barbara (28) e Marta (2,5).
Km totali percorsi: quasi 3.000
Spesa Gasolio: &euro 560,00
Spesa Autostrade: &euro 40,00
Spesa Traghetti: &euro 52,00
Spesa a/a, parcheggi: &euro 153,00
Ingressi vari: &euro 45,00
Spesa supermercati: &euro 150,00
Totale spese: &euro 1000,00 +/-

Sabato 17/06: Grosseto/Villa S. Giovanni/Taormina (Km857+48)

Partenza ore 2:30 da Grosseto (abbiamo deciso di partire in nottata per non evitare il caldo, ma soprattutto per viaggiare il più possibile la notte mentre Marta dorme!). Sosta ore 5:30 a Frosinone per circa mezz’ora (Marta si è svegliata: facciamo tutti colazione!).
La piccola si è riaddormentata e quindi facciamo tutta una tirata fino alla sosta per il pranzo a Rogliano (Cosenza), ( 2 ore, così Raffa si riposa un pò). Senza trovare traffico, arriviamo alle ore 15:50 a Villa San Giovanni e prendiamo subito il traghetto delle 16:00 (con le Ferrovie dello Stato, &euro 52 a/r). Sbarco alle ore 17:00 a Messina. Arriviamo a Taormina alle ore 17:40 e, dopo un giro informativo tra le tante AA dei Giardini Naxos, decidiamo di sostare per la notte c/o l’AA “Parking Lagani”, zona Recanati (&euro 15,00 x 24h).
E’ senza dubbio la migliore che abbiamo trovato in Sicilia, ben tenuta e con tutti i confort : unica pecca (se proprio la vogliamo trovare) la vicina discoteca all’aperto con musica alta fino a mattina nel week-end (ma con quanto siamo stanchi, neanche la sentiamo!).

Domenica 18/06: Taormina

Prendiamo il bus (&euro 2,70 a/r a p.) davanti all’AA per salire a Taormina e visitiamo il Teatro Greco (&euro 6 a p. con le impalcature per lo spettacolo!), il Corso Umberto I e il centro (Bellissima, ma che caldo!). Nel pomeriggio decidiamo di andare al mare per rilassarci e rinfrescarci.

Lunedì 19/06: Taormina/Gole Alcantara/Etna/Siracusa (Km 12+55+100)

Ripartiamo in mattinata per visitare con il fresco le Gole di Alcantara (vicino a Francavilla di Sicilia, P. gratis, ingresso &euro 3 a p., per scendere e salire ci sono le scale e l’ascensore): scenario bellissimo, acqua a dir poco gelida, ma rimaniamo poco perché il caldo ci assale.
Passiamo per Giarre ma non ci fermiamo a vedere i Pupi, perché c’è molto traffico ed è impossibile parcheggiare. Quindi prendiamo la Zafferana Etnea per salire sull’Etna e arriviamo al Rifugio La Sapienza (P. 2&euro al gg, volendo anche la notte, ma neanche qui troviamo un po’ di fresco!), dove ci fermiamo per il pranzo: la strada per salire è lunga e noiosa ma vale la pena ammirare il paesaggio lunare del vulcano e raccogliere un po’ di pietra lavica come ricordo.
Nel pomeriggio, scendiamo per Nicolosi e ci dirigiamo a Siracusa dove sostiamo nell’Area Camper Von Platen (&euro 13 x 24h, in centro, a 600 mt dalla zona arch. e 1,2 Km da Ortigia con bus che passa davanti all’AA): grande, buona e molto gentile i proprietario.

Martedì 20/06: Siracusa

In mattinata ci rechiamo all’Ortigia (l’isolotto collegato da 2 ponti: P.za Archimede e del Duomo, Fontana di Danla) dove ci hanno detto che c’è un grande mercato dove possiamo acquistare del pesce fresco a prezzi ottimi (ne prendiamo un bel po’ per fare una “sbracerata”).
Nel pomeriggio andiamo a visitare la zona archeologica (&euro 4,5 a p.: Orecchio di Dionisio, Teatro Greco, Anfiteatro Romano e Latomie), ma causa il gran caldo, arriviamo in orario di chiusura e non riusciamo a vedere tutto. Bella da vedere in questa zona è anche l’Oasi Faunistica di Vendicari (prima di Capo Passero, occhio alle zanzare!) ma, presi dalla morsa del gran caldo, decidiamo di non visitare neanche Piazza Armerina con la Villa Romana del Casale e i suoi mosaici (che si trovanono nel cuore della Sicilia) e di spostarci direttamente sul mare per trovare refrigerio (in effetti ci sono voluti 4/5 gg per abituarsi alle temperature elevate: soprattutto x Marta!).

Mercoledì 21/06 : Siracusa/Lido di Noto/Punta Secca (Km 33+80)
Giovedì 22/06: Punta Secca

Ci dirigiamo in direzione del Lido di Noto dove ci hanno detto che ci sia una grande AA sul mare ma, quando arriviamo la delusione è tanta nel vedere che è tutta sotto il sole e il vento è praticamente inesistente. Chiediamo informazione a due camper di Verona che stanno uscendo e decidiamo di aggregarci a loro, visto che hanno anche un a bimba piccola come Marta (Letizia).
Ci spostiamo A Punta Secca, vicino a Marina di Ragusa, in un Agricamper “Capo Scalambri” (&euro12,00 x 24h, in pineta, sul mare, ventilato, accogliente ma pieno di mosche!). Rimaniamo due giorni a fare il mare in compagnia di persone allegre e divertenti (Roberto e ?, Flavio e Margherita) e i proprietari ci regalano frutta e verdura.

Venerdì 23/06: Punta Secca/Capo Rossello (Km 120)

Lasciamo un camper che fa rotta su Siracusa per ritrovare un fratello; mentre, con Margherita e Flavio ci diamo appuntamento alla Valle dei Templi. Partiamo in direzione Agrigento ma arriviamo con il caldo e quindi decidiamo di fermarci in un’AA a Realmonte - Capo Rossello (“La Playa” &euro 10 x 24h, sterrata, sotto il sole ma sul mare). Nel pomeriggio ci facciamo un bel bagno e Raffa va a pesca sub ma rompe ben due fucili (la solita fortuna!). Da qui si vede anche la Scala dei Turchi.

Sabato 24/06: Agrigento/Sciacca/SanVitoLoCapo (Km 60+110)

La mattina dopo, arrivati alla Valle dei Templi parcheggiamo nella zona archeologica, vicino al Museo (&euro 1 all’ora, custodito dall’abusivo, si può stare il giorno e non la notte). Davanti all’ingresso della Valle c’è un altro P. (“custodito”, ma con il camper si può stare solo di notte). Ingresso &euro 6 a p.: visita del Tempio della Concordia, di Giunone, di Ercole, di Giove sdraiato, di Castore e Polluce.
Bellissimi, peccato che siano in restauro e che dentro ai Templi non si possa entrare! Alle 11:30 fa troppo caldo e decidiamo di spostarsi a Sciacca per pranzare sul mare e riposarsi un po’.
Ripartiamo con l’intenzione di fermarci per la notte a Marsala ma quando arriviamo la città non ci piace e le AA sono tutte lontane sia dal mare che dal centro. Quindi percorriamo la “Via del Sale” che dall’Isola di Mozia arriva fino a Nubia (sotto Trapani), con le saline i mulini che sono sicuramente un bel vedere.
Arriviamo in serata a San Vito Lo Capo e ci fermiamo in un P. lungomare un po’ caro, con l’intenzione di andare in un’AA la mattina dopo. Ceniamo in un ristorante del centro (molto caro anche quello, pizza da schifo, pesce buono, servizio scarso!).

Domenica 25/06: San Vito lo Capo

In mattinata siamo andati con il camper alla Riserva dello Zingaro (circa 20 minuti, ingresso &euro3 a p.), dove c’è un P. gratis (bisogna arrivare presto perché è sempre tutto pieno): ci siamo fermati nella prima caletta, bellissima, ci sono i sassi per terra e l’acqua caldissima e limpidissima sembra quella dei Carabi (unico inconveniente la risalita molto irta sotto il sole a picco: da svenimento!).
Nel pomeriggio ci siamo sistemati nell’AA “Grasso Giovanni” (&euro 10 x 24h, con navetta gratis per il centro, la spiaggia e volendo anche per la Riserva dello Zingaro): ben tenuta, sterrata, alberata e con tutti i servizi (il proprietario molto gentile ci ha fatto vedere la partita dei Mondiali a casa sua!).

Lunedì 26/06: San Vito Lo Capo/Erice (Km 45)

Partenza da S. Vito, direzione Erice:ci avevano detto che questo paesino era molto carino e, infatti, valeva proprio la pena visitarlo. Si tratta di un borgo antico bellissimo, con una vista mozzafiato su Trapani e sulle Egadi. Abbiamo visitato le viuzze del centro con una splendida pavimentazione antica e il castello di Venere (molto bello, peccato che non sia possibile vederlo all’interno perché c’è un albergo…mah!?!). Qui mentre mangiavamo in camper abbiamo ritrovato Margherita e Flavio.
Nel pomeriggio siamo tornati nell’AA a San Vito e abbiamo conosciuto Remigio e Federica di Viterbo, che hanno una bambina (Sara) di tre anni e mezzo, che ha subito legato con Marta. Abbiamo allora deciso di proseguire il viaggio insieme!

Martedì 27/06: San Vito/ Monreale/Palermo/Cefalù (Km 90+60)

In mattinata ci siamo diretti a Monreale per vedere la Cattedrale: molto bella, rifinita in oro. Dopo mangiato però il caldo è insopportabile e ci spostiamo a Palermo (10 minuti). Anche qui il tempo di visitare la splendida Cattedrale e fuggiamo via per il caldo insopportabile.
Direzione Cefalù, dove arriviamo in serata e ci fermiamo in un grande parcheggio (&euro 10 x 24h) vicino al mare. Cefalù non è molto ospitale per i camper, non ci sono AA (se non 2 campeggia a 6 e 10 Km di distanza); ci sono solo 2 parcheggi assolati lungo mare senza servizi (meno male che c’è il vento!). La cittadina però merita di essere vista.

Mercoledì 28/06: Cefalù/Tindari (Km 90)

In mattinata siamo stati al mare a Cefalù e nel tardo pomeriggio ci siamo diretti a Tindari a vedere il Santuario della Madonna Nera: molto bello, con una splendida vista sulla costa. Abbiamo cenato in un ristorante con terrazza sul mare: buona la cena, giusto il prezzo (piccolo neo: abbiamo lottato mezza serata con le vespe!). Le bimbe si sono comportate come due signorine, hanno mangiato tutto e giocato fino allo sfinimento! Anche noi grandi siamo stati molto bene insieme a parlare fino a tardi!
Il dramma arriva la notte perché non abbiamo chiuso occhio dal caldo e la mattina alle 5 ci siamo ritrovati tutti fuori in cerca di un po’ d’aria (che non c’era!): abbiamo così deciso di incamminarci subito in direzione di Milazzo.

Giovedì 29/06: Tindari/Milazzo/Messina/Cirella di Diamante (Km 40+50+215)

Siamo arrivati prestissimo a Milazzo dove abbiamo acquistato del pesce per fare una grigliata tutti insieme una volta arrivati in Calabria. Poi ci siamo diretti a Messina per imbarcarci e lasciare la Sicilia. Imbarco ore 9:30 (sempre con le Ferrovie dello Stato), sbarco a Villa San Giovanni alle ore 10:30.
Ci siamo diretti in Calabria a Cirella di Diamante e, visto che le bimbe dormivano, abbiamo fatto tutta una tirata fino all’AA “Lido Tropical” (&euro 15 x24h). L’AA è sul bel mare della Calabria (tra l’altro ci sono toccati 2 posti proprio sulla spiaggia!), con tutti i servizi, giochi e piccola piscina per i bimbi, bar, ristorante e un bel venticello che di certo non guastava! In serata abbiamo fatto una mangiata di pesce tutti insieme!

Venerdì 30/06:Calabria: Cirella di Diamante

La mattina siamo stati al mare, poi abbiamo rimangiato il pesce ( mamma mia quanto ne avevamo comprato!), pomeriggio ancora mare e poi ci siamo preparati per la partenza perché la sera c’era la partita dei mondiali e non potevamo perdercela! Abbiamo tifato tutti insieme (anche le bimbe hanno imparato l’inno nazionale!) e poi di corsa a nanna perché in nottata dovevamo partire.

Sabato 01/07: Cirella di Diamante/Grosseto (Km 625)

Siamo partiti in nottata per evitare il caldo e fare un bel po’ di strada mentre le bimbe dormono. Ci siamo fermati a fare colazione e a salutarci con la promessa di rivederci presto. Siamo arrivati a Grosseto alle 11:30, felici di tornare a casa ma, allo stesso tempo, dispiaciuti di aver terminato la nostra vacanza. Sicuramente la Sicilia è una terra bellissima che merita di essere visitata a fondo in tutti i suoi aspetti.
Una regione molto ospitale per i camper, con gente gentilissima e disponibile, paesaggi mozzafiato e luoghi ricchi di cultura. Certamente un giorno torneremo a visitarla, perché tante sono le cose che, vuoi per il tempo, vuoi per il caldo, non abbiamo potuto vedere. Per ora ne conserviamo uno splendido ed incancellabile ricordo……!












     
 

E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2005 by Turismo Itinerante srl - P.IVA 02236440422
Turismo Itinerante è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Ancona, n. 18 del 30/12/2002 - SiteMap