Argomenti   Nuovi messaggi   Ultimo giorno   Ultima settimana   Cerca   Vista ad albero   Per iniziare Problemi?   Profilo Utente   Contatta Moderatori   Program Credits

Burstner

Forum di Turismo Itinerante: Tecnica: CAMPER. Tutte le Marche: Burstner


   By Ugo Battisti on giovedý 19 ago 2004 - 15:22: Edit

Dino

grazie, adesso magari mi vedo sul sito come è la disposizione del tuo mezzo. Sto cercando un mezzo con il lettone in coda che abbia pure gli accessori, per me irrinunciabili, che ora ho sull'Icaro Mobilvetta con letto a castello posteriore/gavone volume variabile. Se il tuo mezzo è molto più piccolo, come disposizione non ci siamo, magari ...però...ti posso chiedere degli optional che hai.
Magari ti riscrvo qui sul forum

Ciaougo!

   By Dino Roman on martedý 17 ago 2004 - 17:45: Edit

Per Ugo Battisti
Spero di esserti utile anche se non ho il 647 ma il più piccolo a576-2 (telaio Alko e doppio pavimento). Chiedi pure se vuoi dei pareri
ciao
Dino

   By Ugo Battisti on mercoledý 11 ago 2004 - 13:46: Edit

Cercasi felice (spero) proprietario di un A647 che per una serie di motivi mi potrebbe interessare. Grazie!

   By Ale & Gian - Roma on martedý 18 mag 2004 - 09:00: Edit

Per Alberto:
prova a contattare il rappresentante per l'Italia, ovvero il sig. Zorzi 335/5926103.

Ciao
Gianluca

   By alberto del capitano on lunedý 17 mag 2004 - 18:47: Edit

TextTextTextPer favore un'informazione.
Ho una roulotte Burstner che monta ruote da 12" difficilissime da reperire. Vorrei chiedere autorizzaione alla casa per modificare nel libretto di circolazione ed aggiungere le ruote da 13" ma non so a chi rivolgermi....AVETE QUALCHE INDIRIZZO ?.... IMPORTATORE.. CASA MADRE..

grazie

   By Stefano Palmieri on venerdý 20 feb 2004 - 02:32: Edit

Ringrazio Vincenzo per le cortesi delucidazioni. Ho purtroppo rifatto la Roma Caserta altre 2 volte e, ahimè, tiro la IV a 3000 giri (praticamente a tavoletta in IV), passo in V e schiaccio ancora: il motore si siede: i giri calano e la velocità scende inesorabile.Nulla da fare, alla fine mi trovo a tavoletta a 80-70-60 Km/h, finchè ricomincia la discesa.
Il camper è vuoto: senza acqua, solo con me a bordo. Concordo che nel Ducato la coppia è elevata, ma il problema , secondo me, è che in V non sono MAI riuscito a superare i 2000 giri, a tavoletta, con lunghe rincorse, su una autostrada piana come la Bologna Rimini. Ho letto che la Hymer fornisce sui suoi camper come optional una modifica all'iniezione che porta la coppia a 360Nm ed aumenta i Cv a cica 150, più che la velocità sarebbe interessante per la facilità nella guida. Ma quello che mi fa più rabbia è vedere camper più vecchi dei miei che mi sorpassano agevolmente in salita mentre io arranco a fatica!!!!!

Ora purtroppo il camper è di nuovo in officina: si è allagata la mansarda cn occasione dell'ultima nevicata perchè l'oblò non era stato montato correttamente. Smontato le reti, ho 'sgottato' circa 35 litri d'acqua. Poi il carro attrezzi ha portato il Ducato in Fiat: il motore non voleva saperne di partire, hanno detto per colpa dell'umidità interna. Adesso è in Burstner in attesa di tanti pezzi nuovi.
Si, c'è la garanzia: per ottenere il traino previsto dalla garanzia Fiat, ho impegato 6 ore di telefonate tra Fiat Customer Care, servizio ACI, Targa, EuropeAssistance ..... alla fine ho chiamato Monaco, il numero verde Fiat (grazie ad un amico di madre lingua tedesca) e da li si è risolto il problema. Ridicolo che per l'assistenza della Fiat debba chiamare Monaco di Baviera!! Fortuna che mi hanno portato in Fiat a Bologna e non in Germania!
Mah, speriamo bene!

   By Vincenzo on mercoledý 17 dic 2003 - 10:38: Edit

x Stefano Palmieri
premesso che non sono un possessore di Burstner ma di un Knaus 708G con meccanica ducato 2800 JTD immatricolato a giugno 2003. Quello che dici devo dire che mi sgomenta non poco. Molti purtroppo, credono che entrare in un camper o meglio guidarare un camper, sia come guidare un'auto. Sono possessore di patente D con cap IV e posso assicurarti che ho guidato svariati mezzi da parecchi quintali. E' risaputo che la quinta del Ducato è lunga ma a dire che sull'A1 tra Napoli e Roma non c'è la fa mi sembra veramente grossa. Non puoi pretendere di affrontare una salita partendo a 60 KM orari senza schiacciare l'accelleratore. Prova ad affrontarla ad 80 Km ora quando il motore è a circa 2000 giri schiacciando un tantino l'accelleratore e vedrai (se non hai paura innanzitutto) che il mezzo sale tranquillamente a 110 di contachilometro senza troppo sforzo. Tu parli di 127 CV, dicendo che siano pochi per un peso tale, ma evidentemente non hai letto la coppia che sviluppa a 1800 giri ovvero 300 Nm e ti posso assicurare che per un mezzo simile è una coppia piu che soddisfacente. Credo che tu debba fare un po la mano al mezzo ed alla meccanica Ducato, senza pensare al consumo, altrimenti anche passando ad un Iveco hai gli stessi problemi con la sesta. Prova, se nel caso ti trovi sulla A1, dove ci sono quei saliscendi a tirare la quarta fino a 3000 giri (90Km orari) e poi inserisci la quinta, vedrai che il mezzo sale tranquillamente se schiacci sull'accelleratore a circa 1/2 o 3/4 della sua corsa. Ricorda che 3200 Kg per un ducato Maxi non sono niente, ma non pretendere di avere una Golf con 140 CV ed un peso di 1300 Kg. il camper è tutt'altra storia. Ciao Enzo

   By Dino Roman on venerdý 12 dic 2003 - 23:54: Edit

Visto che i Burstner non sono molti in Italia, racconto anche la mia.
Possiedo un A 576-2 su ducato 2,8jtd e telaio ribassato Al-Ko. 6 posti letto, 4 omologati. Versione con doppio pavimento, tutti i serbatoi interni, letti a castello trasversali in coda (e garage).
Immatricolato a fine luglio 2003, prodotto da Burstner nel giugno, meccanica realizzata da Fiat a Marzo.
8.100 km percorsi.

PUNTI DI FORZA
Meccanica: nulla da eccepire, gran motorizzazione, full optional (godibilissimo il clima d'estate); consumo medio 8,70 Km/l. Niente problema per la 5 corta/lunga: a 90 all'ora, in quinta, a 2000 giri. Meglio a 100, 110, tra i 2.000 e i 3.000 giri.
Telaio ribassato: ottimo, stabile, morbido alle asperità del terreno. Sensibile ai colpi di vento laterali (alto 3,15m, lungo 6,29) soprattutto nei sorpassi.
Cellula: serbatoi di recupero in posizione antigelo (a -12, tutto OK);
dimensione letti a castello ottima (2,20*0.84) e mansarda (2,20*1,70), reti a doghe e materasso in lattice;
Dinette 4 posti comoda, tavolo largo.
Bagno senza doccia separata (questo è il nostro terzo camper, non ci interessa la doccia separata perché in doccia si passa qualche minuto al giorno mentre a letto si passano 7-10 ore).
Oblò panoramico, porta cellula con vetro, oblò piccolo trasparente.
GRANDISSIMO GAVONE NEL DOPPIOPAVIMENTO (contiene un windsurf completo e un sacco di altre cose! FANTASTICO).

PROBLEMI
sostituzione pneumatici anteriori in garanzia per mancata convergenza Fiat dopo 6.000 km;
installazione di una delle due guarnizioni tra porta e cabina del Fiat, "dimenticata" in fabbrica, fonte di forti spifferi;
coibentazione supplementare angolo anteriore mansarda dx e sx per condensa interna (si smontano le pareti anticondensa, si toglie la resina da un cm originale, si attacca uno spessore di 4 cm e sembra che vada bene così);
tavolo più grande di un cm rispetto alla sagoma per la trasformazione notturna. Sto ancora aspettando quello in sostituzione (ahi, ahi, ahi!!);
sostituzione di alcune ante perché non curate in fabbrica (graffi mal ritoccati) e una porta gavone (ritocco esterno visibile);
miscelatore lavandino bagno da sostituire perché l'originale è assurdo: regola da chiuso al massimo l'acqua fredda e poi di seguito, solo al massimo, l'acqua calda.
dimensione lavandino del bagno errata (è difficile lavarsi la faccia senza bagnare in giro e lo spazio per metterne uno più adeguato c'è).
Qualche cigolio in marcia, ma accetabile. Gli indicatori a lancetta dei serbatoi indicano pieno, 3/4, 1/2, 1/4 o riserva. Non sono con indicazione precisa. La centralina è predisposta per termometro interno/esterno non installato. Perché? In un mezzo di questo prezzo, LO DOVEVANO METTERE!

Abbiamo installato il portabici con saliscendi: altissimo in marcia, comodo quando si devono scaricare le bici;
Il tubo di scarico è stato fissato (da me) con delle fascette ad un traverso. Per scaricare, apro il gavone e raggiungo facilmente la
valvola interna.
Nessuna luce nei gavoni (caduta di stile!), alcune finiture fatte con noncuranza.
SINTESI:
OTTIMO MEZZO, CON ALCUNE CADUTE DI STILE DEI PROGETTISTI NELLA DIMENSIONE DEL LAVANDINO BAGNO E NELLA SCELTA ERRATA DEL MISCELATORE. INOLTRE, UN MEZZO NATO PER L'INVERNO PER IL QUALE NON E' STATO PREVISTO UN ISOLAMENTO TRA CELLULA E CABINA QUANDO SI E' IN SOSTA

COMMENTO:
usiamo il mezzo tutto l'anno. Camperisti dal 1995, primo mezzo un Elnagh Marlin del 1994; poi un Mobilvetta Driver del 1997; ora il Burstner A 576-2 da luglio 2003. Mezzi provati da -24 a +40 gradi, in tutta Europa.
Il nostro mezzo ideale ha:
- ampia mansarda (la camera sempre pronta);
- ampi letti a castello per lettura-riposo pomeridiano (trasversali in coda);
- dimensione 6 metri;
- serbatoi coibentati e riscaldati, funzionanti anche a temperature rigidissime (e, quindi, necessario il doppio pavimento);
- ampio gavone per il windsurf, senza doversi arrampicare sopra il mezzo.

MI PIACEREBBE FARE DUE CHIACCHIERE CON IL PROGETTISTA DEL VEICOLO.

buoni viaggi
Dino

   By Massimo Mauri on domenica 07 set 2003 - 17:30: Edit

Anchio sono rimasto meravigliato e dispiaciuto da quanto dice Stefano Palmieri, da parte mia con un camper Burstner, ho percorso 25000 km senza rilevare tutti i difetti che ci sono stati descritti.Quello che però emerge è che al momento dell'acquisto, non si valuta quello che il mezzo può dare :
Letto a castello non penso che si sia ridotto nel corso dell'uso, ma sia stato così sin dall'acquisto
Posizione gavone
Posizione portabici
Un altro punto è il motore, anchio ho avuto problemi (risolti con la V corta) ma ho viaggiato tranquillamente e più volte sulla A1 a velocità di 100-105 Km (da GPS) e fortunatamente nessuna carrozella mi ha mai superato.Saluti a tutti Massimo Mauri

   By Alberto Gottardis on venerdý 05 set 2003 - 08:40: Edit

Hai fatto un elenco da catastrofe nucleare! Tante lamentele tutte asieme non mi era ancora mai capitato di sentirle o di leggerle. Ma c'è qualcosa di buono nel camper che hai comprato? Non è ironia, ma constatazione dopo la lettura.
Partendo dal Ducato 2.8, sappiamo oramai tutti dei problemi diffusi della V° marcia, ma nessuno finora si era lamentato della mancanza di potenza a marce basse.
Per quanto concerne il mezzo, se è nuovo, e visto quanto lamenti, io lo venderei subito. Ma d'altra parte certe cose dovrebbero saltare all'occhio prima di un acquisto; intendo, la posizione dello scarico è risaputa, il portabici va da se ed inoltre l'interferenza con la cassetta wc, doveva essere valutata prima dell'installazione. Gli altri intoppi, vedi segnalatori, doccia e crepe, vanno fatti presente immediatamente al concessionario che dovrà provvede visto che tali mezzi sono in garanzia.
Auguri, Alberto TS

   By Stefano Palmieri on giovedý 04 set 2003 - 17:11: Edit

Salve a tutti! Sono tornato oggi dalle ferie e adesso ho 2500 km di camper in più.
Il Ducato, di cui tanto temevo, si è comportato onestamente: non mi ha appiedato. Per il resto la definizione più azzeccata è che consuma come una Ferrari (10km con un litro, tipo Alfa Romeo 164 2000 TwinSpark), ma in compenso va come un trattore.
Un esempio: autostrada A1, tratto Roma Napoli: una serie di salite discese. Le salite solo in quarta ai 60km, in V non ce la fa proprio. Però in discesa ai 100 l'aria che sibilando entra dalle portiere pone interrogativi sulla solidità della struttura. Per fortuna una robusta serie di scricchiolii, sommessi crac crac, cigolii e simili rendono prudente il guidatore che si attesta ai 90km.
Non parliamo poi delle salite delle spiagge lucane sullo Jonio. Infatti non ci sono salite, le spiagge sono assolutamente piatte, ma le 'ripide' salite dei ponticelli dei fiumi sono percorse dal potente camper in II, superato di slancio da biciclette, invalidi in carrozzella, bambini in passeggino, mutilati di guerra con stampelle.
Ho maturato la convinzione che 3300 Kg siano troppi per i 127 Hp del 2800 Jtd. Quindi o aumenta la potenza o diminuisca il peso.
Dell'assemblaggio ho già detto (rumori a tutto spiano). L'accessibilità al gavone sottopavimento è problematica. Lo sportello posteriore obbliga ad inginocchiarsi in terra (tenere un telo per i fondi ghiaiosi è stato un colpo di genio !). Se poi sdraio o sctlini vari scivolano verso il muso del camper l'unica possibilità per recuperarli è sdraiarsi nel gavone, trattenere il fiato ed entrare nel doppio pavimento. Consigliato a chi soffre di claustrofobia (o pesa più di 84kg).
Il tubo per lo scarico delle acque grige è posizionato sopra lo scarico del motore, usare guanti usa e getta per maneggiarlo o la pasta lavamani dei meccanici per togliere il nero del diesel dalle mani.
La leva di comando della valvola di scarico delle acque grigie è circondata da un tubo dell'aria calda, per aprire la valvola occorre deformare il tubo.
Lo sportellino per estrarre la cassettina del WC non si apre completamente perchè interferisce con il portabici. La parola magica per estrarre il contenitore è: tira che ce la fai.
Il portabici ha le canaline per le ruote a 170cm da terra, la barra per il fissaggio del braccetto bloccabici è a 270cm da terra. Se ci si dimentica a casa la scaletta, anche se io sono alto 180cm, non c'è verso di arrivarci (ho ordinato un paio di ali, ovviamente non alla Burstner!!)
L'attacco della doccia spruzza acqua dappertutto, all'apparenza sembra di acciaio, in realtà è plastica ed è crepato per tutta la sua lunghezza. Per fare la doccia fasciare con nastro adesivo argentato.
Gli indicatori dell'acqua (sia chiara che scura) sono inaffidabili: segnano vuoto il serbatoio pieno a metà, ma segnano pieno quando è vuoto.
Sono stato costretto a dormire durante i viaggi nel letto a castello superiore: un supplizio! Corto corto, stretto stretto, duro, scomodo. Letti piccoli persino per un sacco a pelo! Ho rimpianto i sedili della Economy Class Alitalia!

La veranda non chiude, è una Fiamma F1 e per bloccarla devo salire sulla scala e prendere a manate la 'robusta barra in plastica' finchè si blocca nella sua sede. E' stata usata UNA volta.

Concordo con Gianluca sulla solo apparente qualità dell'assemblaggio, in realtà i pannelli sono avvitati con decine di viti che spesso crepano il legno, per cui il tutto si presenta con crepe e fessure.
La medesima qualità contraddistingue le finestre e l'oblo. Zanzariere che escono dalle guide, oscurante dell'oblo in carta. Basta un alito di vento per scompigliare le zanzariere.

In conclusione mi aspettavo un livello qualitativo decisamente superiore, una cura diversa nell'assemblaggio. Si ha l'impressione di un qualcosa costruito lì per lì, andando a comperare i pezzi ed attaccandoli a caso con trapano ed avvitatore. La delusione nasce da una aspettativa di prodotto che non è stata soddisfatta. La qualità richiesta e pagata si è rivelta effimera, la cura nella progettazione, vanto della ingegneria tedesca, assente; la realizzazione approssimativa (alcuni pannelli non sono in squadro, ci sono almeno 4mm di differenza tra vari fissaggi). I siliconi usati in abbondanza sono sbavati, mal rifiniti e tendono a sporcare cose e mani. I gavoni difficilmente accessibili, non illuminati, non rivestiti.
Tutto sommato si tratta, a mio avviso, di un prodotto sovrastimato, spacciato come 'tedesco'. Provate ad aprire il cofano di una Wolksvagen, o di una Mercedes. Almeno si accende una lucina!!!
Saluti a tutti,
Stefano

   By Antonio Piscopo on giovedý 21 ago 2003 - 07:48: Edit

Ignazio Brusca,Bentornato dalle ferie,riguardo la Snav C. e esattamente come pensavo,grazie dell informazione.
Saluti Antonio Piscopo , Haugesund (N)

   By Ignazio Brusca . Agrigento prov. on martedý 19 ago 2003 - 17:44: Edit

Per Antonio Piscopo.
Ho effettuato entrambi i tragitti con la SNAV Campania. Nelle cuccette per i cani vi era ancora scritto a mano con un gessetto la precedente denominazione inglese. La nave è ancora registrata ad Hull. L'equipaggio è italiano, almeno negli addetti che vengono a contato con il pubblico. Degli ufficiali ti posso dire che almeno uno di essi non era sicuramente italiano, non conosceva la nostra lingua, e parlava un ottimo inglese.
Saluti Ignazio

   By Gianluca F - RM on venerdý 11 lug 2003 - 16:00: Edit

Per Massimo Mauri:
per quanto mi riguarda, nulla di trascendentale, ma mettendoci le mani per montare altri accessori, mi sono reso conto che non c'e' molta cura costruttiva e progettuale.
Riconosco che non ho molta esperienza con le case italiane (ho noleggiato un Rimor e un AR3 senza subire particolari problemi) e quindi magari c'e' di molto peggio in giro.

Per quanto mi riguarda ho riscontrato una cura dei particolari molto "apparente", quando vai a smontare, appena arrivi in parti non proprio alla vista, la cura scende parecchio.

In particolare, per ora, ho notato la mancanza del connettore del galleggiante delle grigie (il filo penzolava sotto la scocca) e per accorgersene bastava testare i galleggianti.
Un tubo dell'aria della truma combi infilato malamente, e non c'e' verso di farlo stare in sede.
Un metodo molto rozzo per fissare varie paretine in legno, con una quantita' elevatissima di viti (e relativi coperchietti in plastica) che complicano, se non rendono impossibile, lo smontaggio di intere parti. Tutto cio' non impedisce che il mezzo, con soli 1500 km, sia gia' abbastanza scricchiolante in marcia.
Sistema di ribaltamento del lettino inferiore del castello molto scomodo, peraltro senza prevedere un qualsivoglia accesso an gavone sottostante dall'interno dell'abitacolo.
Serrature di chiusura del gavone posteriore(dietro al paraurti, non e' lo stesso sistema dei "doppio pianale") molto inefficaci, al punto che basta un cacciavitone per fare leva ed aprire, oppure una pinza per girare tutto il nottolino ed aprire lo sportello.
Poggiatesta della dinette regolabili in altezza ma non estraibili completamente (il che limita parecchio la visibilita' in marcia, se si e' seduti in due nella dinette).
Posizione della batteria servizi molto infelice, chiusa con un tappo sul pavimento senza uno straccio di maniglia per aprirla (bisogna far leva con un coltello) e sicura fonte di spifferi in inverno.
Viti che legano la cellula alla scocca a vista sul pavimento.
Scelta del tipo di rivestimento del pavimento molto poroso, tende a trattenere lo sporco ed a macchiarsi con facilita' incredibile.
Lampada sopra la dinette dalla forma quantomeno originale, munita di un faretto da 35w che illumina a giorno la dinette ma scarsamente il resto (non ci sono altre luci grandi nella cellula) che gia' si e' persa il pezzo inferiore (sembrava assemblata con barrette di alluminio che invece sono di plastica cromata).
Finestra del bagno impossibile da aprire per piu' di 10cm a causa del portabici originale (montato in fabbrica).
Mancanza di scaletta nel castello post. e di alcun attacco per utilizzare la scaletta anteriore (il concessionario aveva detto il contrario).
Riscaldamento in mansarda che necessita di multivent aggiuntivo (data la via supercontorta che seguono i tubi) per far circolare l'aria che cmq lassu' arriva fredda.
Portellone del volume variabile che non chiude perfettamente, anche questo sicura fonte di aria fredda in inverno. Nota bene, queste disattenzioni agli spifferi, al percorso del riscaldamento ecc. proprio non me le aspettavo da un mezzo tedesco.

Tutti i libretti del Ducato in tedesco, e la Fiat, giustamente, vuole dei soldi per darmeli in italiano.
Riguardo le istruzioni, sono riuscito a reperirle, per la garanzia, semmai la avro' in Italiano solo grazie alla cortesia di Stefano.

Se consideri che tutto cio' l'ho notato in due uscite e un mese di possesso, unito al fatto che l'assistenza a RM e' affidata ad un conce che, tra quelli della Pontina, mi pare tra i peggiori, puoi immaginare che non sia proprio esaltatissimo per il prodotto, sopratutto in considerazione della fascia di prezzo in cui colloca i propri mezzi, anche quelli a pianale singolo.

Detto questo, cmq spero di farmi le mie sospirate vacanze itineranti con soddisfazione. Partiamo venerdi prox per la Francia, e spero che il mio Burstnerino non legga questo mex, altrimenti me la fara' pagare :-)))

ciao!
Gianluca

   By Massimo Mauri on venerdý 11 lug 2003 - 10:14: Edit

Scusate ma quali sono le imperfezioni di montaggio?La mancata assistenza è la mancanza del libretto di istruzioni in italiano (che io ho trovato sul camper) o la non riparazione di un difetto costruttivo?.Ho scelto questa marca dopo diversi anni di noleggio con marche italiane, li si occorreva l'assistenza perchè il mezzo usciva nuovo ( 2 noleggi con il mezzo con 150 km) con una serie di difetti notevoli. Ho contattato vie email la società produttrice e per due volte ho avuto risposte veloci (in Italiano). La mia domanda è questa : queste lamentele dipendono dal fatto che la scelta del mezzo non rispecchia le proprie effettive esigenze o quest'azienda nei due anni trascorsi da quando ho acquistato il mezzo ha avuto un tracollo? Ad oggi se io dovessi cambiare mezzo tornerei sulla stessa marca. Saluti a tutti Massimo Mauri

   By Gianluca F - RM on giovedý 10 lug 2003 - 13:18: Edit

Per Stefano,
mi dispiace leggere dei tuoi problemi, concordo anche io sul servizio post-vendita burstner. Inoltre ho trovato, analizzando bene il "coso", imperfezioni di finitura e montaggio che non mi sarei aspettato in un mezzo di questa fascia di prezzo.

Per quanto riguarda il ducato, purtroppo non si smentisce mai, a me in autostrada si sono sfilati i manicotti dell'intercooler (appro', portati appresso una chiave da 7, cosi' potrai riattaccarli prontamente, come non ho potuto fare io...), ho gia' una fioritura di ruggine dietro la porta sx (mezzo nuovo!!!), il problema dei semiassi (pezzo modificato fiat a fine luglio, peccato che io sia in partenza), e anche io V ingestibile. Inutile dire, fiat non sta mandando i ricambi per montare la V corta. Senza contare il rumoroso spiffero dalla porta sx quando si superano i 100 orari.
Per quanto riguarda l'aria condizionata, io invece ho fatto la cretinata di prendere un mezzo non dotato in origine di A/C (l'ho preso pronta consegna, e non se ne trovavano) ma mi pare che non cambi molto con quelli che ce l'hanno, scusami, ma si fa per sdrammatizzare :-)

Da quello che ho letto anche il Mercedes non e' esente da difetti, con l'aggiunta che ti obbliga a comprare cellule oltremodo costose. Purtroppo dovremmo avere la possibilita', visto il costo dei nostri mezzi, di poter scegliere liberamente la combinazione mezzo-cellula, per poter fare una scelta oculata.

Ti ringrazio moltissimo per il libretto di garanzia, non mi pare il caso che ti disturbi a mandarlo per posta, se riesci a farne un pdf, lo puoi mandare al webmaster che me lo inoltrerà.

Grazie e in bocca al lupo!

ciao
Gianluca

   By Andrea Hoffmann on mercoledý 09 lug 2003 - 20:55: Edit

Cari amici,
Sono in fase di decisione per l' acquisto di un mezzo Burstner o eventualmente un Rapido.
Ho avuto modo di apprezzare la qualità dei mezzi, ma sinceramente dopo tutto quello che ho letto in questa sezione sono un po timoroso per i servizi che la casa offre sul nostro mercato.
Alla fine non so se è più giusto rischiare per un post-vendita inadeguato oppure per un mezzo che si presenti con dei problemi ma che la casa madre si dia comunque da fare per arrecare il meno possibile dei disagi al cliente. In poche parole cari costruttori sveglia perchè ad un cliente che spende un bel po di quattrini lo potete fregare una sola volta.
Ciao Andrea

   By Stefano Palmieri on mercoledý 09 lug 2003 - 12:11: Edit

Per Gianluca.
Scusa il ritardo ma ero immerso in bagordi indescrivibili: è arrivato anche a me il manuale in Burstner (quello con gli anelli)
in ITALIANO !
Per quanto riguarda la garanzia Burstner non ci sono problemi: è già stato fotocopiato, devi solo dirmi dove spedirlo (via posta
prioritaria) o via e-mail; in questo caso tenterei di trasformarlo in PDF.
La FIAT invece ha colpito ancora: l'aria condizionata nella cabina proprio non funziona ! Una gioia guidare sulla A14 senza aria
condizionata. E' poi comparso un simbolo sotto l'orologio: una chiave inglese. L'officina ha detto che è il check-control, come
da manuale (ovviamente in tedesco). Credevo di avere finito di soffrire con la Fiat, ma ho commesso questo l'errore di comperare
questo camper su Ducato e sembra prorio che debba scontarlo.
La guida è una vera schifezza: fino alla IV il motore 'tira'; in V si 'siede'. E questo in autostrade di pianura, non sulla
BO-FI !!!! E questo è un 2800 common-rail ? sembra un 1400 perkins, quello montato sulla 124 !!!
Vado a leggere le news sul Mercedes Sprinter e comincio a cercare un produttore serio, che abbia cura dei clienti italiani.
Ciao,
Stefano

   By Gianluca F - RM on lunedý 30 giu 2003 - 12:18: Edit

Per Stefano e per tutti i burstneristi:
io invece, tramite il conce, sono riuscito (mi e' arrivato oggi) ad ottenere il librone (quello con gli anelli) in italiano!

In pratica se ci mettiamo insieme ne facciamo uno sano :-(

Non e' che saresti cosi' gentile da fotocopiarmi (o scannerizzarmi) le clausole della garanzia?

Ti offrirei volentieri in cambio le scansioni del mio manuale, ma sono centinaia di pagine, penso che con il mio scanner ti arriverebbero quando cambiarai il mezzo per la vecchiaia.

Anche io non ho le copie degli schemi elettrici in italiano, e pare non esistano proprio :-(

Per quanto riguarda il ducato, non so sulla reperibilita', quello che e' sicuro, e' che bisogna andare al magazzino ricambi e pagarli!! alla faccia di quello che abbiamo gia' speso :/ (ovviamente la fiat non c'entra nulla in cio')

COncludo anche io dicendo che l'interesse che la casa madre dsedica al mercato italiano e' vicina a zero, al punto che sarebbe piu' corretto non importarli neanche. Ma evidentemente per loro, ad un costo minimo (organizzazione inesistente), ogni mezzo venduto e' tutto guadagno :(

Anche per quanto mi riguarda, il prox mezzo non sara' burstner, non tanto per il mezzo in se, quanto per la sensazione di sentirsi soli.

ciao
Gianluca

   By Stefano Palmieri on venerdý 27 giu 2003 - 17:34: Edit

Alla fine ho interessato la federconsumatori al problema manuali e garanzie: e voila', come per magia, un bel paccone di carta con tanti fogli: tra cui LA GARANZIA BURSTNER (modi e tempi) IN ITALIANO. Tutti i manuali dei vari componenti (Thetford, Dometic, Truma,...) in varie lingue, COMPRESO l'ITALIANO. Unico grande assente in questa orgia di manuali Burstner con il suo libro in tedesco. Pure in tedesco gli schemi dell'impianto elettrico con tutte le specifiche del caso.
Caso a parte la Fiat che come ha giustamente notato Mac (grazie !) ha venduto il pianale in Germania e quindi ha correttamente fornito il manuale in tedesco, manuale che comunque è facilmente ottenibile in italiano presso una concessionaria Fiat (sul facilmente vedremo).
(piccola perfidia personale: se è così facile perchè non è stato fatto, che so, dal concessionario o dall'importatore ?)

E' obbligatorio il tagliando Fiat ai 30000Km o 12 mesi.

CONCLUSIONE: penso di potere affermare che l'interesse di Burstner per il mercato italiano sia ... modesto. Non ho avuto MAI una risposta da Burstner. A questo punto penso sia meglio così, mi avrebbe messo in imbarazzo ulteriori pagine in tedesco !
Non credo che Burstner sia riuscita a conquistarsi un cliente, ha semplicemente venduto un mezzo, ma farà fatica a venderne un altro.

Non vorrei che qualche lettore di lingua tedesca possa sentirsi offeso, la mia ritrosia verso il tedesco è dovuto esclusivamente alla mia profonda ignoranza di questa lingua.
Grazie a tutti per i preziosi consigli.
Stefano

   By Massimo Mauri on venerdý 20 giu 2003 - 09:36: Edit

per Gianluca
scusa il ritardo, ma il lavoro è tanto.Dunque i manuali in italiano sono prodotti direttamente da Burstner.Saluti Massimo Mauri

   By Mac on venerdý 20 giu 2003 - 10:32: Edit

Stefano, l'unico che non c'entra, non ci crederai, è la FIAT: mi spiego.
Il tuo Ducato è stato venduto in Germania da FIAT all'allestitore; Fiat non sa che quel prodotto potrebbe essere esportato chissà dove, quindi manuali e garanzia in tedesco! Se il costruttore Burstner esporta un prodotto all'estero è lui che si deve fare carico di produrre tutta la documentazione per il mercato di riferimento, ma non solo per la meccanica, per TUTTO (cesso, stufa, centralina, etc...) Ed è la concessionaria, cioè il venditore, responsabile verso il cliente finale, cioè l'utente; DEVE farsi carico di produrre tutta la documentazione in Italiano.
Comunque hai recepito bene: se salti i controlli, a pagamento, salta anche la garanzia sulla cellula, così come decadrebbe la garanzia sulla meccanica se non facessi i tagliandi previsti da mamma FIAT

   By Stefano Palmieri on giovedý 19 giu 2003 - 19:08: Edit

Per Gianluca e Mac
Grazie per risposte, è di conforto non trovarsi proprio soli!
Anche il mio manualone aveva sulla copertina molte lingue compreso l'italiano, ma ahimè, l'interno solo in tedesco.
Lo scaricabarile tra Fiat ed importatore mi sembra veramente scontato (ed oltremodo squallido). Non l'ho neanche citato. C'è solo un modo per smuovere la Fiat: minacciare di fare pubblicità negativa (e farla).
Su tutti gli argomenti che ho posto (manuali incomprensibili,impossibilità di conoscere i propri diritti) avrei intenzione di interpellare la FederConsumatori. Difficilmente andrò a 'Mi manda Rai3', ma almeno un qualche parere legale sarebbe di conforto. Se interessa cercherò di tenervi informati.
Attenzione ! Mi sembra che ci sia molta differenza tra le caravan i camper. Altri amici confermano che le caravan Burstner sono tutte con manuali in italiano (tre casi censiti ad ora).

Penso che sia molto importante conoscere bene le modalità della garanzia: dallo studio del manuale Burstner (dizionario, grammatica tedesca, e tanta pazienza) sembra che sia obbligatorio un intervento a pagamento dopo il primo anno per potere usufruire della garanzia sulla cellula. Il costo è indicato in DM (marchi tedeschi). Ma l'Euro in Germania....???
E se non faccio questo intervento vuoi vedere che la garanzia sulla cellula non vale 5 anni ?

Il concessionario da cui ho acquistato il camper:
io l'ho comperato a Carpi, sono tre giovani soci, lavorano bene e si danno veramente da fare. Li ho trovati onesti, di parola, competenti.
Davanti alle mie rimostranze si stanno dando da fare, mi hanno spiegato la struttura Bustner in Italia: non c'è. C'è solo un ufficio in Germania dedicato al mercato italiano.
Loro stessi mi hanno informato della non esistenza dei manuali in Italiano e mi stanno cercando quelli in Inglese.
Li cito volentieri perchè sono competenti e molto disponibili.
Il concessionario che ha fornito il camper è il venditore Burstner di Bologna.
Tra l'altro è a 400m da casa mia.
Se poi sono andato fino a Carpi per comperare un camper che vendono a 400m da casa mia qualche motivo ha da esserci.
Grazie per la considerazione, saluti cordiali a tutti,

Stefano

   By Gianluca F - RM on mercoledý 18 giu 2003 - 14:39: Edit

Per Stefano Palmieri:
dove hai acquistato il tuo? Io alla Corbar di MI, il manualone che avevo in dotazione era in tedesco, ma sulla copertina ci sono molte lingue, compreso l'italiano.
Per telefono mi hanno dello che li stanno aspettando dalla Germania, ed appena arrivano me li mandano, mi stanno prendendo in giro?

Concordo con te sull'impossibilita' di leggere le clausole della garanzia, aggiungo anche il libretto uso & manutenzione e quello di garanzia del Ducato, sempre in tedesco!! Non so neanche se va fatto il tagliando a 1000 km! :-(

Per questo aspetto gia' mi hanno detto di rivolgermi alla Fiat, anche se gia' immagino la risposta, e' una responsabilita' di chi ha importato il mezzo, non della Fiat!

Teniamoci informati per eventuali novita'...

ciao
Gianluca

   By Mac on martedý 17 giu 2003 - 21:31: Edit

Per Stefano: è tuo diritto avere tutte le informazioni, garanzia e manuali d'uso, in Italiano. La mia caravan Buerstner li aveva, così come tutta la documentazione riguardante Truma, Tethford, Cramer, etc.
Mezzo acquistato da un concessionario poco attento al post-vendita.

   By Stefano Palmieri on martedý 17 giu 2003 - 18:41: Edit

Per Massimo Mauri.

Ho insistito parecchio con il concessionario che ha chiamato anche in Germania: i manuali sono solo in tedesco. Alla fine sono riuscito a strappare la promessa di averli in inglese! (Almeno lo capisco meglio del tedesco !).
Non so effettivamente di chi sia la colpa, io penso in ogni caso che dovrei essere messo in grado di conoscere i miei diritti: ad esempio tempi e modalità della garanzia. Tempi e modalità 'chiaramente' scritti in tedesco.
E per il mercato italiano ?. Da chi sono prestate?
Il concessionario dice che non ci sono problemi, ma se poi il prossimo anno non vende più Burstner che faccio ??
A proposito del sito Internet Burstner (http://www.buerstner.com/): è ovviamente in tedesco. Lingue disponibili: deutch | nederland | francais | espanol | english
Ho inviato due richieste (gentili, in italiano ed in inglese) per la documentazione del 535-2 (fornendo anche il numero del telaio): nessuna risposta.
I manuali Burstner in italiano erano stati tradotti dal concessionario od erano 'originali' Burstner ?
Ciao, e grazie
Stefano

   By Gianluca F - Roma Eur on mercoledý 11 giu 2003 - 09:20: Edit

Per Massimo Mauri:
sicuramente la vicinanza e' fondamentale, me ne sono reso conto a mie spese. Ho fatto la scelta di allontanarmi cosi' tanto un po' alla leggera, anche perche' e' la prima volta che compro un camper, ed ora mi rendo conto che e' ben diverso che comprare un'automobile, dove le componenti sono decisamente meno variegate, e i controlli di preconsegna piu' esili.

Spero di non avere ulteriori grane, intanto ho appena scoperto che la modifica per la V corta e' diaponibile solo per i ducato con la retro dopo la V. Per quelli con la retro a siringa affianco alla prima (come il mio) a RM sono in attesa del kit da 40gg e non si sa se e quando arrivera' :( Mi sa che passero' le ferie a cavallo tra la IV e la V...

ciao!
Gianluca

   By Massimo Mauri on martedý 10 giu 2003 - 17:12: Edit

per Gianluca F.
Per contattare Bustner entra nel sito www.corbar.it clicca su Bustner e da li puoi contattarli via email (anche in italiano).
Mi dispiace molto per quella che ti è successo dal concessionario, forse sono stato trattato in maniera diversa anche perchè, in attesa dell'immatricolazione avevo fatto montare degli accessori e passavo spesso per controllare lo stato dei lavori ( pensa che sabato mattina alle 10 ci sono passato davanti).
Ciao Massimo Mauri

   By Gianluca F - Roma Eur on martedý 10 giu 2003 - 15:36: Edit

Per Massimo Mauri:
sotto il letto a castello superiore non c'era nulla, bisogna telefonare direttamente in germania? Sai se parlano italiano??

Per quanto riguarda le prime impressioni:
dal ducato 2.8 mi aspettavo decisamente di piu', ha il classico difetto della V lunga che dovro' far rimediare a mie spese.

La cellula e' buona, anche se ho notato inevitabilmente alcune pecche di progettazione/realizzazione che non mi aspettavo su un mezzo di questo prezzo. La Corbar mi ha deluso come controlli di preconsegna, aggravati dal fatto che mi ero molto raccomandato non potendo riportarlo per piccole aggiustature.
Morale: antifurto mal montato (fili sensori perimetrali che ppassano sotto la cellula) e con delle segnalazioni di malfunzioni da parte della centralina; connettore del galleggiante serbatoio acque grigie mancante, quindi senza segnale, indicatore sempre a zero.

Di sabato l'officina era chiusa, insomma dovro' ripararmelo da solo.

Impressione generale della corbar, non molto positiva, mi aspettavo di meglio.

ciao!
Gianluca

   By Massimo Mauri on martedý 10 giu 2003 - 15:07: Edit

Per Gianluca F.
Guarda che il materiale era chiaramente fornito direttamente dalla Burstner ( identico come fattura a quello in lingua tedesca ) e nascosto nel ripostiglio sotto il letto a castello superiore.
Prova a contattare direttamente Burstner.
Saluti Massimo Mauri

ps che te ne pare del mezzo dopo il primo viaggio?

   By Gianluca F - Roma Eur on martedý 10 giu 2003 - 14:11: Edit

Per Massimo Mauri:
sabato scorso ho ritirato il mio Burstner 573 presso la corbacar di monza, tutti i manuali della cellula, impianto elettrico, centralina... tutto in tedesco! :-(((

ciao
Gianluca

   By Antonio Piscopo on lunedý 09 giu 2003 - 22:44: Edit

Ignazio, Il porto di registro e quello scritto a poppa sotto il nome della nave,
Saluti Antonio Piscopo Haugesund (n9

   By Massimo Mauri on lunedý 09 giu 2003 - 10:43: Edit

per Stefano Palmieri
Come hai forse letto precedentemente, anchio posseggo un 535 a2.
Al momento della consegna la Corbar di Monza mi ha fornito di tutti i manuali in italiano!!!!Dove hai acquistato il tuo ?
Cordiali saluti Massimo Mauri

   By Ignazio Brusca . Agrigento prov. on sabato 07 giu 2003 - 17:52: Edit

Per Antonio
Grazie mille delle tue notizie, ti farò sapere allora quello che mi hai chiesto. Ma dimmi,come faccio a sapere dove è registrata la nave?
Saluti Ignazio

   By Antonio Piscopo on sabato 07 giu 2003 - 16:31: Edit

Caro Ignazio Brusca, io ero a Napoli lo scorso dicembre e li in porto c`era ormeggiata La SNAV Campania ma mi incuriosii perche una compagnia Napoletana aveva la nave registrata a Hull Inghilterra.
Questo e un riassunto delle mie ricerche
SNAV CAMPANIA ex NORSTAR
varata in Germania per una compagnia Olandese messa in servizio tra Olanda e Inghilterra.
1987 prolungata di ca.20 metri
1994 ristrutturata per il regolamento SOLAS diminuisce la capacita di carico del 15 %
2000 dicembre scoppia un incendio in sala macchine, domato e messa in cantiere.
febraio 2001 messa in disarmo
Dicembre 2002 comprata dalla SNAV ALISCAFO di PANAMA
Mantiene Hull come porto di registro
Marzo 2002 in servizio tra Palermo e Napoli,
---------------------------------------------------------------------
SNAV SICILIA ex NORLAND
Varata in Germania nel 1973 per la compagnia North Sea Ferryes Hull
1982 requisita dal ministro della difesa per trasportare truppe alle isole FAlkland (malvinas per gli Argentini)poi messa in servizio tra Port Stanley e Ascension per trasportare a casa i soldati Argentini.
1983 di nuovo nel mare del nord
Luglio 1985 in Olanda per evitare un collisione con un altra nave in avaria finisce contro il molo, si apre una crepa di 15 piedi, si allaga la sala macchine, in cantiere per tre mesi per ripararla, tutti salvi nessun ferito.
1987 allungata di 20,5 metri
Febraio 2002 comprata dalla SNAV.
Ignazio io non commento solo mostro la storia di ogni unita,comunque vai tranquillo e di sicuro non devi fare testamento.
Ti chiedo un favore quando ritorni dalle ferie fammi sapere se le sudette navi sono ancora registrate a Hull e che tipo di equipaggio cè`a bordo.
Saluti Antonio Piscopo Haugesund (N)

   By Ignazio Brusca . Agrigento prov. on sabato 07 giu 2003 - 09:41: Edit

Per Antonio Piscopo.
So che sei un esperto di navi, ti chiedo hai qualche notizia del traghetto SNAV in servizio notturno sulla tratta Palermo Napoli? Ormai il biglietto è fatto ad un prezzo notevolmente inferiore al Tirrenia che espleta la stessa rotta, però mi piacerebbe comunque avere qualche notizia e se devo cominciare a fare testamento.
Ciao e grazie in anticipo Ignazio

   By Antonio Piscopo on sabato 07 giu 2003 - 00:18: Edit

Stefano Palmieri,Scusa ma la colpe non e mica della Burstner!!la Fiat esporta in Germania e mette le istuzioni in tedesco,il costruttore della cellula non tocca niente, se il camper viene esportato in Italia e l `importatore che deve provvedere a fare le traduzioni, tanto per farti un esempio io ho un camper Euramobil prodotto in Germania su Fiat Ducato il libretto era in Tedesco io chiesi all importatore di prucurarmelo in Italiano, lui ando in un Mirage di produzione Italiana e prelevo il libretto,qui tutti i Camper di Produzione Italiana hanno tutto scritto in Italiano e questo non aiuta mica a un aquirente Norvegese,ripeto e dovere dell importatore tradurre i documenti necessari, io per l importatore dei Mirage ho tradotto tutti i documenti di omologazione della cinture di sicurezza,ho perfinno tradotto il foglietto di uso per la lavatrice montata sul Elnagh Roxy.
Saluti Antonio Piscopo Haugesund (N)

   By Stefano Palmieri on venerdý 06 giu 2003 - 18:54: Edit

Nuovo del forum e dei camper. Possiedo da pochi mesi un Burstner 535-2 usato una volta sola. Qualcuno si è accorto che TUTTI i manuali sono in tedesco ? Compresi quelli del Ducato Fiat ? Come si fa ad usare un mezzo da 40,000 Euro con le istruzioni in tedesco ?
Come posso essere a conoscenza delle garanzie e delle modalità d'utilizzo ??
Oggi mi sentirei di sconsigliare assolutamente questo acquisto a chiunque, non serve un prodotto di buona qualità, sono indispensabili anche servizi ulteriori: pensiamo ad es. alle automobili, c'è qualche proprietario di Golf o Mercedes o Porsche con le istruzioni in tedesco???.
Per quanto riguarda le Golf posso rispondere io stesso: NO, non esiste.
Se trova conferma la revisione dopo due anni (non ho ancora il libretto) ...
Stefano

   By Massimo Mauri on martedý 03 giu 2003 - 08:57: Edit

Per Gianluca
Il motivo non lo so ma su libretto di circolazione viene indicata la data entro cui devi fare la revisione. Saluti Massimo Mauri

   By Gianluca F - Roma Eur on venerdý 30 mag 2003 - 17:13: Edit

Per Massimo,
AAARGH!!!!! questa non la sapevo!!!

Mi sai anche spiegare il motivo di cio'??

Ciao
Gianluca

   By Massimo Mauri on venerdý 30 mag 2003 - 16:31: Edit

Per Gianluca
Informazione importante, ti hanno detto che , visto che il mezzo è di importazione, la prima revisione deve essere fatta a 2 anni (e non a 4)?

Cordiali saluti

   By Gianluca F - Roma Eur on venerdý 30 mag 2003 - 16:11: Edit

Per Massimo,
mi fa piacere che tu ti sia trovato bene con il concessionario, sai, per me e' stato un po' un azzardo comprarlo cosi' lontano da casa, e quindi finche' non lo prendo e constato che e' tutto ok, non mi tranquillizzo :-)

Per quanto riguarda il materasso, la serie A lo monta solo a richiesta (ad un prezzo esorbitante) e quindi il mio non ce l'ha, a quanto dice il depliant in mio possesso, il 535 lo monta ancora di serie.

Ciao!
Gianluca

   By Massimo Mauri on venerdý 30 mag 2003 - 15:23: Edit

per Gianluca
In riferiemnto alla sostituzione della V ho dovuto pagare 130 Ç !!!!!!(ti risparmio le litigate con il Customer Care Fiat)
Devo dirti che la guidabilità è migliorata notevolmente, nessun rilievo per la rumorosità e per il consumo non ho riscontrato grosse differenze. Considera l'elevata altezza del mio camper ( doppio pavimento) e con la V lunga era un tormento viaggiare.
Il concessionario è proprio la Corbar, nulla da dire sull'assistenza tecnica, forse dovrebbero intervenire maggiormente sul lato dell'uso del mezzo (itinerari, viaggi, informazioni varie) che , visto anche il loro sito, manca completamente.
Una curiosità: il mio mezzo (2001) ha il materasso della mansarda in lattice, visto che non ne parlano più nel materiale pubblicitario, esiste ancora?
Saluti Massimo

   By Gianluca F - Roma on venerdý 30 mag 2003 - 12:52: Edit

Per Massimo,
anzitutto grazie per la risposta, anche io mi domando come mai sia cosi' poco diffuso, spero che sia solo per motivi commerciali e non di problemi legati al mezzo.

Sulla V corta, hai fatto l'intervento con il contributo della fiat? Costo? Benefici/cambiamenti/consumi prima-dopo?

Visto che sei di Milano, l'hai per caso acquistato da Corbarcar a monza? Io l'ho preso li' (A RM non si trovava), come ti sei trovato come servizio pre e post vendita?

Grazie per le info!

ciao
Gianluca

   By Massimo Mauri on venerdý 30 mag 2003 - 11:16: Edit

per Gianluca F - Roma
Sono un possessore (da 2 anni) estremamente soddisfatto di un Bustner 535 a2 2800 jtd. A parte il problema della V (sostituita con la V corta)posso dirti che non ho riscontrato difetti. Dal clima invernale a quello estivo il mezzo si è sempre dimostrato all'altezza (anche del suo non basso prezzo). Non so quali accessori hai montato, quello che mi sento di consigliarti è il pannello solare visto che, nonostante le due batterie, la stufa Truma Combi è molto affamata di corrente. Una mia curiosità :come mai in Italia è un marchio così poco diffuso?Un saluto a tè e a tutto il forum, Massimo Mauri- Milano

   By Gianluca F - Roma on giovedý 29 mag 2003 - 17:10: Edit

Salve,
ho appena acquistato un camper burstner, precisamente un 573 active su ducato 2.8 jtd. Ci sono altri possessori di camper di questa marca per scambiarsi impressioni/consigli??

ciao!
Gianluca

   By Mauro Signorelli on mercoledý 03 ott 2001 - 22:41: Edit

Penso che sia giunto il momento di cambiare il mio attuale camper,e mi è venuta la voglia di prendere un Burtsner. Vorrei sapere se, nella grande "tribù" di Turismo Itinerante, c'è qualche possessore di camper di questa marca e cosa ne pensa. Grazie a tutti

-->

Administrator's Control Panel -- Board Moderators Only
Administer Page | Delete Conversation | Close Conversation | Move Conversation

Argomenti   Nuovi messaggi   Ultimo giorno   Ultima settimana   Cerca   Vista ad albero   Per iniziare Problemi?   Profilo Utente   Contatta Moderatori   Program Credits

Cerca sul sito
Aggiornamenti
Come Eravamo
Tazebao


© 2003 by Tur.It srl